LEC: i Rogue ci hanno regalato un upset delizioso

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima giornata della settimana settimana della LEC ha visto i Rogue protagonisti, capaci di disintegrare i Fnatic e prendersi il primo posto. La squadra polacca non hanno mai concesso spazi agli avversari, chiusi in una morsa dalla quale era impossibile uscire.

I Rogue si prendono il primo posto della LEC

Prestazione maiuscola

Fnatic arrivavano a questa sfida con tutti i favori dei pronostici, erano il team da battere, i più forti, i migliori della classe. Nonostante questa premessa, i Rogue sono scesi in campo con il sangue agli occhi. Hanno subito impostato un gioco molto aggressivo, punendo a ripetizione le iniziative audaci degli avversari.

Ad un certo punto del game, il jungler Inspired (con Xin Zhao) vantava uno di 7/0/0, impressionante per un minutaggio di partita ancora molto acerbo. Grazie a questo vantaggio, i Rogue hanno preso il controllo e non lo hanno più lasciato. Hanno strozzato tutte le manovre spesso scoordinate dei Fnatic, rendendoli incapaci di recuperare.

Questa partita ci ha dimostrato, ancora una volta, che i Rogue non devono essere mai sottovalutati, errore che Bwipo e compagni hanno colpevolmente commesso. La vittoria gli garantisce il primo posto solitario in classifica, ma la corsa verso la fine della stagione regolare della LEC è ancora lunga.

Una batosta che serviva

Durante il match contro i Rogue, i Fnatic hanno commesso un singolo ed enorme errore: si sono fidati troppo di sé stessi. Questa estrema confidenza nei loro mezzi, li ha portati a non rispettare l’avversario e le sue condizioni di vittoria, spingendoli verso un baratro da cui era impossibile risalire.

Quando la situazione è diventata veramente disperata, la squadra non ha pensato a riorganizzarsi e magari resistere per scalare in late, ma ha continuato a cercare quelle iniziative tipiche dei Fnatic dello spring split. Gli arancio-neri, fino ad ora, sono stati il miglior team della LEC, ma uno schiaffo così forte gli servirà per il prossimo futuro.

Una batosta del genere riporterà tutti i giocatori con i piedi per terra, facendogli capire i loro punti di forza ma anche le loro debolezze. Perdere in questo modo li farà riflettere, per evitare di commettere ancora un errore così grossolano ancora una volta in contesti ben più importanti.

Immagine di copertina via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701