Echo Fox disposta a cedere lo slot LCS per 30 Milioni di Dollari ai proprietari dell’Arsenal!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Una vera e propria bomba mediatica quella che durante la notte è stata lanciata sui social legati alla scena competitiva nordamericana di League of Legends.

Sembra infatti che gli Echo Fox, storica realtà esportiva di proprietà della stella NBA Rick Fox, siano intenzionati a cedere il loro posto nelle LCS, la “League of Legends Championship Series” ovvero il campionato americano del celebre moba RIOT.
Attraverso un tweet pubblicato sulla pagina di lolesports è stato infatti annunciato che gli Echo Fox hanno inoltrato una proposta per cedere il loro slot nelle LCS ad una nuova proprietà, la Kroenke Sports & Entertainment, per circa 30 milioni di Dollari.

Kroenke Sports & Entertainment è una società estremamente attiva nel mondo dello sport, di sua proprietà sono infatti l’Arsenal, squadra londinese della Premiere League, ma anche i Denver Nuggets (squadra della NBA) ed i Los Angeles Gladiators, una delle franchigie più conosciute della Overwatch League.
Con l’acquisto dello slot nelle LCS infatti, Kroenke Sports & Entertainment andrebbe a rafforzare la sua presenza nell’elite degli esports, ma c’è ancora un potenziale ostacolo che si chiama “Riot” che potrebbe frapporsi tra la dirigenza di Kroenke e la loro partecipazione alla League of Legends Championship Series.

Dovrà infatti essere RIOT ad approvare la richiesta degli Echo Fox di vendere lo slot, e se Kroenke Sports & Entertainment non dovesse soddisfare i requisiti minimi richiesti ad un team per partecipare alle LCS (ma noi dubitiamo fortemente in un’ipotesi del genere, vista soprattutto l’esperienza maturata da questa società negli esports), allora RIOT prenderà lo slot vacante degli Echo Fox ed inizierà delle trattative con le altre società interessate a partecipare al campionato americano.

Rick Fox abbandona gli Echo Fox a causa di insulti razzisti

Non è invece ancora del tutto chiaro il motivo che si cela dietro la scelta di mollare le LCS da parte degli Echo Fox. Certamente potrebbe aver influito il terremoto mediatico che ha colpito la società qualche mese fa, quando la dirigenza, nella persona di Amit Raizada, venne accusata di razzismo e di intolleranza nei confronti dei fondatori del gruppo stesso, Rick Fox e Jace Hall.

Il video

Fonte: ESPN

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.