Day 1 week 2 della LEC: i Misfits vincono e convincono con Kirei

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La seconda settimana di LEC ha delineato (ancora di più) le gerarchie in Europa. I Fnatic ed i G2 continuano a rimanere imbattuti, mentre i Vitality e gli ExceL continuano a sprofondare. La situazione di Jiizuke e compagni sembra piuttosto preoccupante, in quanto tutta la squadra appare completamente scollata e poco sinergica. Grande partita, invece, per i Misfits che, con il nuovo jungler Kirei, si portano a casa una vittoria convincente.

Misfits Gaming-ExceL Esports (1-0)

La prima partita della giornata inizia subito a mille. Gli Excel invadono il red buff dei Misfits, che però non si fanno trovare impreparati e reagiscono non solo rubando il buff ma uccidendo pure il Lee Sin di Caedrel, con il primo sangue in mano a Kirei. Esattamente due minuti dopo, Caedrel si fa trovare di nuovo fuori posizione, andando a regalare un’altra kill (e farm gratuito) alla Kindred di Kirei. Fino al minuto 10, non succede quasi nulla. Le due squadre continuano a studiarsi, accennando fight senza mai concluderli.

Dopo il decimo minuto, i membri degli Excel hanno continuato a fare errori su errori, regalando fin troppe risorse agli avversari che non si fanno pregare. Intorno al minuto 20, Hjrnan e compagni riescono a trovare il fight giusto andando a prendere un grosso shut down dalla Kindred di Kirei. Successivamente hanno provato uno sciocco fight al barone, che si è trasformato per loro in una disfatta completa ed in un Nashor facile per i Misfits. Al venticinquesimo minuto, i Coniglietti riescono ad aprire in due la base avversaria, ponendo fine (rapidamente) alle sofferenze di Caedrel e compagni.

Rogue-Team Vitality (1-0)

I Vitality continuano il loro periodo nero, andando a perdere malamente contro degli ottimi Rogue. Jiizuke e compagni hanno sbagliato praticamente tutto, dalla draft alle fasi di partita. Il team francese è sceso in campo con zero idee, non sono mai riusciti ad avere delle risposte, efficaci, contro la composizione nemica dominata da Taric-Sona. Mowgli continua ad essere il fantasma di se stesso, il suo gameplay è ai limiti del guardabile ed ormai è effettivamente un peso per la squadra.

La botlane dei Vitality, ormai, non riesce più a trovare la sua quadratura del cerchio e Jactroll risulta l’anello più debole. Dall’altra parte abbiamo visto dei Rogue più che interessanti, sono stati bravi in ogni fase del game dalla preparazione della partita alla strategia complessiva. Anche Woolite, che nelle prime due partite sembrava un po’ fuori fase, è risorto, la sua Sona è stata un enorme traino per la squadra.

Fnatic-Origen (1-0)

Inizialmente, la partita tra le due squadre più metodiche del campionato, è stata assolutamente in parità. Nonostante un grosso vantaggio in kill, i Fnatic, hanno giocato un early game abbastanza sofferente in costante svantaggio di gold e strutture. Gli Origen sono riusciti a tenere a freno la forza di Rekkles e compagni, andando a chiudere ogni accesso alle risorse ed agli obiettivi importanti.

Ma si sia, la patch 9.11 è il regno di Sivir e Rekkles ed ignorare questo fattore è assolutamente pericoloso. L’adc del team inglese, una volta raggiunto il suo powerspike, è riuscito a vincere (da solo o quasi) ogni schermaglia a squadre. Al minuto 28 le due compagini si sono scontare davanti al pit del Barone, ma gli enormi danni di Sivir e gli infiniti effetti di controllo di Rakan hanno fatto girare il fight in favore dei Fnatic. Dopo aver conquistato una carneficina ed un Nashor, i membri del team in arancione sono andati dritti in botlane e, con il barone a favore, hanno chiuso la partita in 30 minuti.

Splyce-Schalke 04 (0-1)

Questa è stata una partita assolutamente folle ed i bilico fino all’ultimo momento. Il vantaggio è rimbalzato da una squadra all’altra per parecchi minuti, nessuna delle due riusciva effettivamente a capitalizzare. La differenza, però, l’ha fatto l’orribile prestazione di Humanoid in casa Splyce. Il midlaner, con la sua Irelia, non è riuscito ad essere incisivo nel corso di tutta la partita, rimanendo una facile preda per i membri dello Schalke 04.

Da segnalare (in positivo) la prestazione del jungler Trick che, con il suo Skarner, ha tenuto sotto scacco i solo laner e l’adc del team avversario. Il team tedesco è stato molto più convincente del solito, riuscendo a tenere in piedi un partita combattutissima. Finalmente Upset ha fatto il suo lavoro da carry e grazie anche al pick di Sivir, ha guidato la sua squadra alla vittoria.

G2 Esports-SK Gaming (1-0)

Nonostante la vittoria del MSI 2019, i G2 continuano ad avere un grosso e tremendo difetto: sottovalutano il nemico. Anche questa volta, sono entrati in partita con una leggerezza irreale ed a causa di questo hanno regalato le prime fasi di partita agli avversari. Ad un certo punto, gli SK Gaming, erano in vantaggio di ben 2000 gold e se le stavano giocando quasi alla pari con i campioni in carica.

Come al solito però, arriva il momento in cui Caps e compagni ritornano sani di mente e demoliscono gli avversari. Questa partita non ha fatto eccezione e per gli SK Gaming no c’è più stata alcuna possibilità di vittoria. Indubbiamente l’atteggiamento dei membri del team spagnolo è preoccupante, forse una sconfitta darebbe quello schiaffo di cui avrebbero bisogno.

Foto via LoL esports