Baolo Championship Series: recap delle semifinali

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ieri si sono giocate le semifinali del Baolo Champioship Series, andiamo a vedere come sono cambiate le cose, e chi ha passato il turno raggiungendo la tanto ambita finale. Vi ricordiamo che le semifinali sono in formato best of 3 invece che best of 1.

I Criminali-I Maghi del Flamenco (2-1)

Game 1

Nella prima partita della serie, il team di Shiroe non è nemmeno sceso in campo. Hanno perso tutto ciò che potevano perdere, non hanno preso obiettivi e sono stati superficiali e poco concentrati. Specialmente la botlane, infatti il capitano ed il suo supporto sono stati poco utili e quasi sempre succubi del team nemico. Basti sapere che Lulu ha finito la quest dell’oggetto da support intorno al minuto 20.
Sarengo ed i suoi ragazzi, invece, sono stati sorprendenti. A partire dal capitano, che non potendo prendere la sua Sejuani ha optato per un Amumu che ha sorpreso tutti. Nonostante in early-game non sia successo nulla, la partita è scoppiata attorno al mid-game. I Maghi del Flamenco sono riusciti a mettere nelle proprie tasche un vantaggio enorme (circa 6000 oro), riuscendo a chiudere facilmente sugli obiettivi.
Dopo vari fight vinti dai ragazzi di Sarengo, i Criminali erano fin troppo “tiltati” al punto che hanno dovuto chiamare la resa perdendo la partita.

Game 2

Questa partita è stata confusa e piena di errori. Ma nonostante questo, ha regalato emozioni e spettacolo. Sarengo ed il suo team sono stati poco concentrati, e forse hanno dato troppo spazio alle azioni dei Criminali.
Il pick di Sejuani ha letteralmente regalato la partita al team di Shiroe, il capitano dei Maghi del Flamenco purtroppo non è in grado di giocare correttamente questo pick. Il suo Amumu del resto era molto più solido, e sinceramente non abbiamo capito il perchè di questa scelta, ma siamo piuttosto convinti che Sarengo abbia deciso di farlo per ravvivare lo spettacolo.
Come detto in precedenza, la partita è stata totalmente confusa, con le squadre che si sono scambiate il vantaggio per tutto il corso del game. Nessuno dei team ha mai premuto quando doveva, sprecando a più riprese le possibilità di vittoria. Il team dei Criminali non hai mai avuto una vera strategia, con un macro-game ai limiti della denuncia. Ma comunque sono stati capaci di sfruttare gli errori di Sarengo e compagni, portando la serie in parità.

Game 3

Prima avevamo detto che l’Amumu di Sarengo fosse un pick solido, ora purtroppo dobbiamo ricrederci. Come nella partita precedente, tutto è stato confuso, i due team hanno fatto delle schermaglie disordinate e poco coese. I Criminali, ancora una volta, hanno fatto vedere quanto il loro macro-game sia debole, ma soprattutto hanno fatto vedere quanto non siano uniti come team.
Nonostante abbia praticamente perso da solo 2 game su 3, vogliamo fare i nostri complimenti al capitano dei Maghi del Flamenco. Con le sue giocate particolari, ci ha fatto ridere ed emozionare.
Arrivano in finale i Criminali, che pur avendo vinto continuano a non convincere. Non riescono a giocare di squadra come dovrebbero, e sembra che spesso non abbiano neanche una strategia chiara da seguire. Spesso si perdono in un bicchiere d’acqua, regalando uccisioni, risorse ed obiettivi ai nemici. Sono stati bravi a sfruttare gli errori degli avversari, ma non crediamo che siano favoriti per la finale.

Gli Idolazzi-Bambine Funeste (1-2)

Game 1

Questa prima partita ha visto Gli Idolazzi prendere vantaggio nelle fasi iniziali di gioco. La loro composizione si basava sui cc ed i teamfight. In linea hanno dominato, costringendo gli avversarsi a muoversi in uno spazio di manovra ridotto. Ma non avevano considerato l’intelligentissimo pick di Neeko.
Infatti, pur avendo una comp da team fight, i ragazzi di Paolocannone non hanno vinto le schermaglie decisive. Questo è avvenuto a causa di Neeko, che con la sua sola ultimate poteva capovolgere gli scontri in favore delle Bambine Funeste. Lentamente, ma con costanza, Gli Idolazzi hanno perso sempre più vantaggio dovendo lasciare gli obiettivi e le risorse in mano a Lilyane e compagni.
Questa sconfitta degli Idolazzi dimostra quanto le Bambine Funeste, siano più preparate in fase di draft. Riuscendo anche a counterare una composizione strutturata per vincere i fight con un solo pick capace di ribaltare l’esito degli scontri.

Game 2

Nella seconda partita, le carte in tavola sono cambiate. Le Bambine Funeste sono state poco concentrate, non hanno giocato per gli obiettivi ed hanno forzato dei fight che non potevano vincere. I ragazzi di Paolocannone hanno giocato un macro-game da paura, ruotando bene per gli obiettivi e proteggendo una Kai’Sa che aveva un DPS assurdo, dato da un enorme vantaggio accumulato durante la fase di linea.
Il pick di Soraka, ha forse pregiudicato l’andamento della corsia inferiore. Infatti non è mai stata utile, rimanendo più volte succube della Karma di Paolocannone.
Gli Idolazzi, hanno trovato una vittoria preziosissima che riporta la serie in parità.

Game 3

I ragazzi di Paolocannone ci hanno provato fino alla fine. Hanno messo in difficoltà il team più forte del torneo, e forse avrebbero meritato anche di vincere la serie. Come al solito Gli Idolazzi hanno giocato bene di macro, ma avevano un composizione che doveva ruotare attorno allo scaling di Vayne.
Le Bambine Funeste lo sapevano, ed hanno sfruttato il loro potenziale da early/mid-game per limitare le manovre dell’adc avversario. La maggiore coesione e la maggiore esperienza di Lilyane e compagni ha giocato un ruolo fondamentale, garantendogli la vittoria di questa BO3.
Forse in una BO1, il team di Paolocannone avrebbe anche vinto, riuscendo a guadagnare la finale. Noi facciamo i complimenti ad entrambi, ma sappiamo che Le Bambine Funeste ormai non hanno più ostacoli verso la vittoria finale.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701