Secret Highlander Hunter: come usare al meglio questo mazzo Standard?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Manca ancora un mese pieno prima dell’inizio del nuovo corso di Hearthstone, che sarà certamente caratterizzato da un’impressionante ondata di draghi che sconquasseranno e devasteranno la Locanda con la prossima espansione de La Discesa dei Draghi.

Proprio perchè ancora c’è del tempo da aspettare, è bene che tutti gli avventori trovino una o più liste con cui gettarsi nella mischia nella stagione classificata di Novembre. Proprio in merito, siamo entusiasti di presentare la guida al corretto utilizzo del Secret Highlander Hunter, un deck che certamente oscilla tra il Tier 1 ed il Tier 2 del Meta Tier List e che se la cava particolarmente bene con molti dei mazzi che attualmente popolano la ladder.

Il deck in questione è chiaramente un Control, che si arma di svariate imponenti creature come N’Zoth, il Domasauri Brann ed il Soggetto 9, utile principalmente per sfruttare appieno le potenzialità dei nostro reparto Segreti (sono 5 in tutto) ed a cui si vanno ad aggiungere altre creature che godono di questo tipo di sinergie come ad esempio la Spia Risoluta.

Nella lista è anche presente il Vincolasabbie, preziosissimo per trovare in un momento di necessità l’apporto di carte come Siamat, Ragnaros o anche Zefris il Grande…tutte pescate potenzialmente importantissime, che rendono questo servitore epico assolutamente prezioso per la lista in questione.

Dopo questa breve introduzione su quelle che sono le meccaniche essenziali per comprendere il funzionamento di questa lista, vi lasciamo ora con la guida creata da Bertels e caricata sul suo canale you tube, ringraziandolo ancora una volta per gli ottimi consigli forniti alla community!

La lista

ClasseNome Mazzo
Secret Highlander Hunter – Guida di Bertels

La videoguida

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.