ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Quanto conta in questo meta l’rng della pescata?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Meta Post Nerf: Piccola premessaParto con una piccola premessa: chi scrive non è mai stato uno che si lamenta dei deck presenti nel meta. Ne ho subite tante avendo iniziato a giocare su Hearthstone praticamente dalla beta, saltando sporadicamente qualche mese, ma rimanendo sempre informato della situazione. Per molto tempo non ho fatto il competitivo, ma mi divertivo a vedere i mazzi che giravano nella ladder, quindi ho conosciuto i vari deck “cancer” di hs che il più delle volte ho dovuto unicamente subire senza poterne sfruttare appieno la forza giocandoli.  Ma questo, secondo me, è probabilmente uno dei Meta più difficili tra tutti quelli passati. Forse più complicato anche dei vari periodi in cui c’era un singolo mazzo a dominare, ovvero i vari face o i vari combo poi nerfati.

Nota bene: questo è un articolo in cui vengono riportate le considerazioni di un editore su uno specifico tema di Hearthstone e nasce con il solo scopo di generare una preziosa discussione interna alla community che possa aiutare a confrontarsi sul proprio punto di vista.

Mazzi tier 1 highroller?

Seguendo la nostra meta tier list, troviamo nelle prime 4 posizioni 4 mazzi: Razakus priest, Tempo rogue, Jade druid ed Evolve shaman. Mazzi molto solidi, indubbiamente, ma tre di questi hanno nella costruzione del mazzo delle limitazioni evidenti.  Il Razakus e il Tempo rogue, in particolare, devono rinunciare a determinate scelte nel deckbuilding proprio per la presenza delle carte cardine del mazzo (Raza l’Incatenato+ Kazakus nel primo e Principe Keleseth nel secondo).
La presenza di mazzi con limitazioni nella creazione del deck o mazzi che si basano, tra le altre cose, su una strategia casuale anche se controllata (Evolve shaman che ha il massimo della potenza nella combo Senzavolto Multiforma + Evoluzione), possono rendere il meta sia della ladder e specialmente quello torneistico, una gara a chi highrolla di più?

Con “Highroller” si definisce un mazzo che punta molto della sua strategia sul pescare una determinata carta entro un determinato turno. I mazzi come il Big priest, ad esempio, sono Highroller perché basano molta della loro strategia sul fatto che se si pesca Barnes entro il turno 4 ci avvantaggeremo in modo molto significativo. Discorso similare, ma assolutamente non uguale, potrebbe essere fatto per i mazzi Keleseth che, se riusciranno a pescare il Principe nei primi turni potranno godere di un poderoso vantaggio rispetto al pescare la stessa carta a partita inoltrata.

Il competitive può subirne?

Giocare un mazzo Highlander (Razapriest), giocare mazzi senza drop a due (Tempo rogue, Zoo lock, Pirate warrior) o giocare mazzi che danno il meglio di loro se vedono due carte in combo (Evolve shaman e Big priest) può rendere il gioco meno competitivo?  I mazzi, come già detto, sono indubbiamente sol e non a caso occupano la parte alta della tier list, ma durante una partita queste “scelte” possono limitare troppo le giocate? Non vedere il Principe Keleseth o la combo Evoluzione o l’avere una singola rimozione…può rendere il gioco troppo highroller? La singola pescata influisce in modo determinante su tutta la partita?

Voi che ne pensate? Diteci la vostra su questa importante e delicata tematica.


Quanto conta in questo meta l’rng della pescata?
Simone "tolsimir" Valerioti

Sono un ragazzo di 25 anni iscritto alla facoltà di Ingegneria Informatica a Roma. Sono un Player di Hearthstone appassionato dei videogiochi di ogni genere sin da piccolo. Un'altra passione che ho è quella del giornalista sportivo,infatti prima dell'università avevo pensato di fare un corso da giornalista. Scrivendo per Powned.it posso quindi unire queste due passioni e fare il giornalista (e-)sportivo, o almeno ci si prova!!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701