ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Opening Moves (parte 2): scegliere le giuste carte per completare il deck

Opening Moves (parte 2): scegliere le giuste carte per completare il deck

Profilo di Stak
 WhatsApp

Durante la giornata di ieri abbiamo proposto sul nostro sito una versione tradotta e leggermente riformulata di un interessante articolo pubblicato da Blizzard della serie “Opening Moves” ed interamente dedicato alla parte competitiva del gioco.
In quell’articolo abbiamo parlato di quanto fosse importante scegliere una “Win Condition” prima di procedere alla costruzione di un mazzo; oggi andremo invece a conoscere quanto fondamentale sarà, una volta decisa la Win Condition, costruire il nostro mazzo attorno a questa.

Partiamo con una considerazione di Sintolol, celebre giocatore di Hearthstone che recentemente ha partecipato alle finali mondiali di Amsterdam fermandosi ad un passo dalle semifinali: “Figure out what plan your deck has—the task of the specific deck. When you play a bunch of games, if a card doesn’t work, you replace it. Think about how another card would fit into that spot in the deck“.
In sostanza quindi, Sintolol consiglia di puntare tutto sull’obiettivo del mazzo e, dopo una serie di partite, capire anche quali sono le eventuali carte da sostituire con altre che potrebbero essere migliori.
Conoscere la nostra win condition e lo scopo basilare per cui il mazzo è stato costruito, ci permetterà di completare agevolmente il mazzo stesso e di applicare delle eventuali modifiche lungo il corso della nostra sessione competitiva.

Se il nostro vuole essere un mazzo aggressivo, è quindi normale puntare tutto su molte creature poco costose che possono aiutarci nel concludere in poco tempo la partita stessa.
Nello stesso modo, se ad esempio decideremo di puntare tutto su Uther la Spada d’Ebano, dovremmo obbligatoriamente inserire nel mazzo delle carte che ci aiuteranno nell’utilizzo del Potere Eroe dato che questo sarà fondamentale per vincere.
Carte come il Banditore Beardo saranno di primaria importanza in questo senso; ma, per quello che potrebbe sembrare un effetto domino, carte come il Trogg Borsaiolo o l’Idrologa saranno a loro volta fondamentali per consentire al Banditore Beardo di svolgere un ottimo lavoro cosi da permetterci di sfruttare la nostra win condition di base con Uther la Spada d’Ebano.

Comprenderete quindi che la costruzione di un deck è un qualcosa che parte da un centro e si sviluppa via via su più cerchi, dove il quarto e più grande livello è fondamentale per il terzo che a sua volta aiuta il secondo che è direttamente collegato al primo punto (la win condition, da cui tutto dovrebbe partire).

Cosa ne pensate community? Avete fatto delle prove in merito? La discussione è aperta!

Apparsa una misteriosa missione leggendaria. Errore o regalo di Blizzard?

Apparsa una misteriosa missione leggendaria. Errore o regalo di Blizzard?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Missione Hearthstone – Difficilmente oggi avremmo avuto notizie su eventi o soprattutto bilanciamenti, come abbiamo visto nello scorso articolo. Eppure ai giocatori una novità è apparsa, ma senza nessun annuncio ufficiale.

Stiamo parlando di una curiosa quanto misteriosa missione, apparsa probabilmente a tutti i giocatori della Locanda. Questa missione era inaspettata e perdipiù è leggendaria quindi assicura una ricompensa maggiore rispetto ai soliti XP.

Infatti questa missione, denominata “Un assaggio di Animum“, con il semplice utilizzo di 5 carte con Infusione dà l’opportunità di ottenere una bustina della nuova espansione, Assassinio al Castello di Nathria.

Aggiungiamo che a quanto pare questa missione ha un timer: bisognerà completarla in 7 giorni. Non sappiamo, poi, ancora se a conclusione di questo periodo di tempo ne arriveranno altre o se sarà una tantum.

Ancora al momento nessuna notizia ufficiale da parte di Blizzard quindi è lecito chiedersi se questo sia stato un errore, una missione sfuggita da un futuro evento o semplicemente un regalo da parte degli sviluppatori.

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni. Nel dubbio approfittatene e cercate di completarla il prima possibile.

Che ne pensate di questa situazione misteriosa?

Articoli Correlati:
In arrivo bilanciamenti prima del prossimo Masters Tour? La risposta dei dev

In arrivo bilanciamenti prima del prossimo Masters Tour? La risposta dei dev

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Masters Tour bilanciamenti- La nuova espansione di Hearthstone, Assassinio al Castello di Nathria, è ai suoi primi momenti di vita, ma pian piano arrivano le conferme dei migliori mazzi/carte del meta. E sappiamo benissimo che con ciò arrivano le prime richieste di nerf dalla community.

ImpLock, Skeleton Mage, Face Hunter, sono tanti i mazzi ai quali viene richiesto un nerf (giustamente o ingiustamente sottolineiamo) ed a tutto questo, ovviamente, i dev tendono l’orecchio.

A queste prime richieste, però, arrivano anche le preoccupazioni dei giocatori competitivi che mai apprezzano cambi in dirittura di un torneo importante.

Per questo motivo è stato chiesto agli sviluppatori se prima del Masters Tour, in arrivo questo fine settimana, ci saranno cambiamenti al meta tramite bilanciamenti.

La risposta dei piani alti di Blizzard è arrivata velocemente ed è risuonata con un grande “no”.

Non ci saranno variazioni né modifiche prima del prossimo Masters Tour, quindi prima di una decina di giorni non si vedrà nulla di nuovo. Per i giocatori competitivi sarà sicuramente un bene, forse per i giocatori di Ladder, o i casual player, un po’ meno.

Che ne pensate di questa scelta di Blizzard? È condivisibile o c’è un impellente bisogno di bilanciamenti prima del Masters Tour?

Articoli Correlati:
Ci sono leggendarie più rare di altre? Forse sì!

Ci sono leggendarie più rare di altre? Forse sì!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Leggendarie Hearthstone – Una delle grandi certezze di Hearthstone è sempre stata quella delle percentuali di ottenimento delle varie carte. Ogni carta è ugualmente ottenibile rispetto ad un’altra della sua stessa rarità, ma se questa regola avesse eccezioni?

Con l’introduzione della nuova espansione di Hearthstone, sono molti i giocatori che si sono domandati come ottenere le versioni dorate delle carte del Percorso Ricompense, poiché non craftabili. Un esempio è Principe Renathal, che però è ottenibile al livello 40 del Pass a pagamento.

Caso diverso, a quanto pare, per il protagonista dell’espansione, Sire Denathrius, ottenibile nella sua versione normale al livello 1 del Percorso Ricompense gratuito (quindi disponibile per tutti).

Ma la sua versione dorata?

La versione superiore del Sire ha una storia strana poiché non è né ottenibile tramite Percorso Ricompense, né è possibile craftarla.

E allora come la si può ottenere? Il dubbio è venuto a molti, ma sono stati i dev che hanno risolto il mistero.

Sire Denathrius dorato è possibile ottenerlo tramite pacchetti, ma solamente quando tutte le leggendarie dell’espansione sono state collezionate (questo per la “protezione duplicati” del gioco).

Strano però l’aggettivo usato per descrivere questa carta dorata: è stata definita infatti ULTRA RARA. Ciò vuol dire che a livello di percentuali è più difficile che esca a differenza di qualsiasi altra leggendaria dorata?

Purtroppo non ne abbiamo la certezza, ma la difficoltà è sicuramente superiore anche solo per il fatto di dover finire tutta la collezione di leggendarie di Assassinio al Castello di Nathria prima di avere la POSSIBILITÀ di collezionarla.

Non ci resta che attendere prima di vedere se si darà l’opportunità di ottenerla tramite dust in futuro o si lascerà questa possibilità a pochi eletti.

Che ne pensate di questa idea? È giusto “aumentare” la difficoltà di ottenimento di alcune leggendarie (ovviamente solo nelle sue versione avanzate)?

Articoli Correlati: