ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Inferno e RickM conquistano la community con il loro Lyra Miracle Priest

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Pochi giorni fa i giocatori italiani Inferno (del team Prophecy) e RickM (del team Dmtk Brawlers) hanno pubblicato su Hearthpwn una lista ed una guida relativa al loro mazzo Lyra Miracle Priest…questo deck è stato un tale successo da indurre questi due formidabili pro della Locanda a mettere per iscritto, anche per la community italiana, il funzionamento del mazzo caricandolo sulla nostra Lista.

…questa è una specie di midrange priest che genera board usando la sinergia degli elementali. Per questo motivo è un deck che non va giocato in curva ma bisogna ottimizzare la catena di elementali in modo da attivare i loro effetti.
Inoltre grazie a Radiant Elemental, Shadow Visions e Lyra risulta più facile trovare le carte per chiudere di combo

Sperando che questa nuova proposta possa essere utile per la vostra caccia al migliore rank possibile della Locanda, vi lasciamo ora alle parole dei protagonisti che hanno voluto spiegare il funzionamento del deck con alcuni preziosi ed importanti consigli per poterlo giocare al meglio nel competitivo!

Come sempre, invitiamo tutti i membri della community a condividere con noi le loro liste caricandole nella sezione del sito: clicca qui per inserire la tua lista nel database di Powned!

Vi auguriamo una buona lettura, un buon divertimento e, ovviamente, una buona e speriamo produttiva scalata nelle ranked della Locanda!

Clicca qui per il Lyra Miracle Priest di RickM ed Inferno!


Inferno e RickM conquistano la community con il loro Lyra Miracle Priest
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701