ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Chiarimenti e curiosità sulle nuove carte di Hearthstone!

Chiarimenti e curiosità sulle nuove carte di Hearthstone!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Benvenuti in questo nuovo approfondimento dedicato alle interazioni, alle meccaniche ed alle curiosità che riguardano le nuove carte di Hearthstone, annunciate recentemente da Blizzard e presto in arrivo nella locanda con l’espansione Salvatori di Uldum.

Oggi parleremo sia di alcune particolari interazioni che riguardano Reno the Recologist e , sia di alcuni aspetti puramente informativi, che ci mostrano come sarebbe potuta essere la carta Reno Jackson in altre 3 versioni ufficiali e poi scartate, che oggi conosciamo definitivamente come un 4/6 a 6 mana che alla sua evocazione infliggerà 10 danni aoe ai nostri nemici (ovviamente solo se il mazzo è interamente mono copia, ndr).

Chiarimenti

Riguardo il nuovo Reno, e più in generale tutta la meccanica dei mazzi mono copia, è stato chiesto agli sviluppatori se la presenza di due bombe (messe nel nostro mazzo da quello avversario) inficiasse il potere di Reno the Recologist o degli altri servitori dotati di questa meccanica…la risposta è affermativa, quindi le bombe, se presenti in più copie nel nostro mazzo, annulleranno i poteri di queste carte.

Il secondo chiarimento riguarda Sir Finley, per il quale è stato chiesto se il potere eroe potenziato sarà con più probabilità quello del Paladino o no. Peter Whalen ha risposto anche in questo caso negativamente, spiegando che questa carta può scoprire, con le stesse probabilità, tutti i poteri eroe potenziati.

Sempre riguardo le nuove carte, secondo alcune speculazioni che circolano in rete, non dovrebbero essere solamente i leggendari annunciati ieri quelli armati con la meccanica del mono copia. Vi sarebbe infatti ancora un’altra carta, ancora segreta, con queste caratteristiche…non ci resta che aspettare di capire quale sia!

L’intro del nuovo Brann

Gli “altri” Reno

Gli sviluppatori Blizzard hanno inoltre rivelato che in origine vi erano altri prototipi per il nuovo Reno Jackson, che sarebbe potuto essere un 10 mana 7/7 (potere: se il mazzo non ha duplicati, lancia 10 magie casuali del mago ai nemici), un 6 mana 5/5 (potere: se il mazzo non ha duplicati, lancia 3 magie Reno’s Gattling Wand) o un 7 mana 4/6 (potere: se il mazzo non ha duplicati, rinvieni 3 magie).

Tre nuove carte svelate durante i Masters Tour. Ritorna il Dude Paladin!

Tre nuove carte svelate durante i Masters Tour. Ritorna il Dude Paladin!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Dude Paladin – Piano piano ci stiamo inoltrando nel periodo di reveal della nuova espansione, Assassinio al Castello di Nathria, che vi ricordiamo é in uscita il 2 Agosto.

Non molte carte sono state svelate al momento, ma già sembrano molto interessanti. Oggi é stato il turno di ben tre carte del Paladino.

La prima e sicuramente piú importante é la nuova leggendaria, e sospettata del caso Denathrius, Toto il Factotum. La nuova Leggendaria é una 3 Mana con un body da 3 Attacco e 3 Salute.

Come vedremo a breve, la carta si baserà completamente sulla meccanica Dude Paladin, ovvero la meccanica delle Reclute Mano d’Argento. Infatti il suo effetto é: “Rantolo di Morte: +3/+3 e questo Rantolo di Morte alla prossima Recluta Mano d’Argento evocata sotto il tuo controllo“.

Anche le altre due carte saranno a tema con la meccanica, entrambe le due nuove comuni. Una con Infusione ci permetterà di evocare due Reclute con +2 Attacco e Scudo Divino, mentre l’altra metterà due Reclute nella nostra mano.

Vedremo altre carte, nei prossimi reveal, che supporteranno questa meccanica? La possibilità é molto alta!

Anteprima Carte

Questo al momento le nuove carte svelate durante l’ultimo Masters Tour, terminato con la vittoria di Pocket Train.

Che ne pensate di queste tre nuove carte del Paladino? E del ritorno del Dude Paladin?

Articoli Correlati:

Assassinio al Castello di Nathria: stream di reveal delle carte (con Kel’Thuzad)

Assassinio al Castello di Nathria: stream di reveal delle carte (con Kel’Thuzad)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo definitivamente entrati in un nuovo ciclo di reveal per le espansioni di Hearthstone. Questa volta tocca alla nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria. Stavolta, però, la live finale di reveal è stata posta all’inizio per cominciare a darci qualche assaggio sulle nuove carte.

In questi minuti sul canale ufficiale di Hearthstone, Kibler, insieme all’Associate Game Designer Leo Gonzalez, sta provando in anteprima alcune delle nuove carte in arrivo il 2 Agosto con la nuova espansione.

In questo articolo vi porteremo, in aggiornamento, tutte le carte che verranno svelate. Come al solito vedremo alcune partite che ci mostreranno le carte di classe, e non solo, che potranno essere giocate nei nuovi archetipi che arriveranno in futuro con l’espansione.

Link alla live ufficiale

Blizzard approfitterà di questa live per poterci mostrare al meglio la nuova tipologia di carta, i Luoghi.

Ma vediamo subito tutte le carte rivelate

Anteprima Carte

Che ne pensate di queste nuove carte della nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria?

Articoli Correlati:

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: