Quali saranno i top videogames nel 2024?

Quali saranno i top videogames nel 2024?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il 2023 è stato un anno molto intenso per i videogiochi: tra Spider-Man 2, God of War: Ragnarock, Alan Wake II e tanti altri, i gamers sono rimasti piacevolmente colpiti dalla qualità espressa negli ultimi dodici mesi. Proprio nel mese di dicembre 2023, poi, è stato rilasciato il trailer di GTA 6, un vero e proprio must per ogni giocatore al mondo. Vediamo, però, oltre GTA, quali saranno i top videogames in arrivo l’anno prossimo.

Il mondo dei videogiochi è, negli ultimi anni, in grande fermento grazie all’uscita di titoli molto interessanti che hanno lasciato, in fibrillazione, tanti appassionati. In primis dobbiamo, per forza, parlare della release di GTA 6, prodotto da Rockstar Games, un vero e proprio cult gli appassionati di tutto il mondo che, però, dovrebbe vedere la luce nel 2025.

Il solo trailer, a ribadire l’apprezzamento della produzione, ha fatto impazzire milioni di gamer grazie alla qualità delle immagini, del gameplay e della storia.

La tecnologia e la grafica, che hanno fatto passi da gigante, hanno, infatti, permesso, in un breve periodo di tempo, di avere grande qualità e facilità di gioco, le stesse che, nel mondo dell’azzardo, hanno concesso, nel miglior sito slot online, per esempio, migliaia di varietà di giochi a disposizione. I top siti di comparazione slot, così come quelli di videogames, sfornano, quindi, ogni anno, classifiche annuali che ci permettono di conoscere le novità in rete. Vediamo, dunque, cosa uscirà nel 2024.

Quali sono i videogames più attesi quest’anno?

Se gli appassionati di Fortnite continuano a valutare quel videogioco come più popolare, coloro che amano lo sport stanno aspettando Rugby 24, il gioco di Big Ant Studio che sarà lanciato tra poche settimane. I fan, appassionati della palla ovale, sono molto entusiasti di ciò che è già uscito in rete e non vedono l’ora di giocare, tra nuove leghe e miglioramenti di gameplay, su tutte le piattaforme a disposizione.

Un altro gioco molto conosciuto, Jujutsu Kaisen Cursed Clash, gioco d’azione multiplayer 2v2, è già in pre-ordine su Steam e verrà rilasciato nel mese di febbraio. Per i fan della serie anime e del manga, un appuntamento imperdibile che mette insieme la tradizione giapponese con l’azione legata all’arte marziale.

Suicide Squad: Kill the Justice League, la cui uscita è stata posticipata di un paio di anni, ripropone lo stile del fumetto DC Comics e quattro personaggi: Harley Quinn, Captain Boomerang, Deadshot e King Shark. Il gioco, la cui uscita è prevista per febbraio 2024 vedrà anche Kevin Conroy come Batman.

Skull and Bones, il miglior gioco sui pirati da Assassin’s Creed: Black Flag, è ambientato alla fine del 1600 ed è prodotto da Ubisoft. Gioco di strategia, invece, basato sul giorno del Giudizio apocalittico, è Terminator Dark Fate – Defiance. Ambientato nel mezzo di una guerra tra intelligenza artificiale e umani, è previsto anche in modalità multiplayer come Warzone.

Tanta attesa anche per Final Fantasy VII Rebirth: il gioco, che è ambientato appena dopo gli eventi di Final Fantasy VII: Remake, è il secondo titolo di una trilogia che si basa interamente sul titolo del 1997, uno dei più grandi successi della storia dei videogiochi.

Tra film e serie tv è videogames mania

Gli ultimi trent’anni di produzione cinematografica, e negli ultimi dieci, anche produzione di serie tv, hanno preso spunto da giochi molto conosciuti, da tanti videogames famosi. Film estremamente noti come Prince of Persia, Super Mario Bros, Hitman, Silent Hill, Max Payne, Need for Speed, e serie come The Last of Us, hanno attinto, a piene mani, dalla creatività degli sviluppatori più famosi per portare sul grande, e piccolo schermo, le storie più iconiche del mondo gaming.

Ci si aspetta, quindi, visto il grande successo di Super Mario e di The Last of Us, che ci saranno sempre più incursioni tra i videogiochi più noti per poter, poi, sfornare, anche con un bel dispendio di denaro, prodotti che possano essere apprezzati dal grande pubblico.

In più, proprio  grazie al successo televisivo del franchise di videogiochi creato da Naughty Dog, saranno sempre più le produzioni ispirate a giochi famosi. Si parla, da anni, infatti, di una rivisitazione di un altro videogioco cult, Red Dead Redemption, che ha già stuzzicato tanti produttori ad Hollywood e che vede, almeno secondo i rumors, anche un cast più che abbozzato.

Si parla di Jensen Ackles nei panni di Arthur Morgan e Aaron Taylor-Johnson nel ruolo di John Marston, i due protagonisti principali. Ma si fanno nomi ancora più di spicco come quello di Keira Knightley per interpretare Sadie Adler e di Jack Black (già amatissimo in Super Mario Bros nel 2023) nel ruolo di Zio. Insomma, produzioni miliardarie che avvicineranno ancora di più il videogioco al mondo dell’intrattenimento più popolare in quello che, da un po’, sembra essere un legame che dà molti frutti.

Maxi Licenziamenti anche in PlayStation: “a rischio quasi 1000 posti di lavoro in tutto il mondo”

Maxi Licenziamenti anche in PlayStation: “a rischio quasi 1000 posti di lavoro in tutto il mondo”

Profilo di Stak
27/02/2024 19:47 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Stando a quanto riferito sul sito ufficiale di Sony, anche per PlayStation sarebbe in arrivo un’ondata di maxi licenziamenti che dovrebbe riguardare quasi il 10% di tutti i suoi dipendenti…

A poche settimane di distanza dalle tragiche notizie relative al licenziamento di quasi 2.000 dipendenti di Microsoft (troverete qui i dettagli), si registra un nuovo durissimo colpo per il settore dei videogiochi. Sembra infatti che Sony sia determinata a licenziare ben 900 dei suoi dipendenti, ovvero l’8% di tutta la forza lavoro dell’azienda.

La notizia è stata diffusa direttamente dal presidente e CEO di PlayStation Jim Ryan, che nel comunicato ha anche incluso una copia dell’e-mail inviata oggi ai suoi lavoratori. In questa si afferma che PlayStation si sta “concentrando sulla sostenibilità a lungo termine dell’azienda” e sta “ottimizzando” le risorse per soddisfare i nuovi standard dei clienti.

Tutta la manovra, come accennato anche nel titolo, non riguarderà una specifica area del mondo ma interesserà sostanzialmente l’intera scena globale. Nel Regno Unito ad esempio, PlayStation prevede di chiudere “totalmente” lo studio londinese. Ci saranno anche licenziamenti in Firesprite ed in generale “riduzioni in varie funzioni in tutto il Regno Unito”.

Le dichiarazioni di Jim Ryan sui licenziamenti per PlayStation

La community PlayStation significa tutto per noi, quindi ho ritenuto che fosse importante aggiornarvi su una giornata difficile per la nostra azienda.” ha affermato Ryan, che ha poi proseguito: “Abbiamo preso la decisione estremamente difficile di ridurre circa l’8% (900 persone, ndr) del nostro organico complessivo a livello globale.

Queste sono persone di incredibile talento che hanno contribuito al nostro successo e siamo molto grati per il loro contributo. Tuttavia, il settore è cambiato immensamente e dobbiamo prepararci al futuro per impostare l’azienda per ciò che ci aspetta. Dobbiamo soddisfare le aspettative degli sviluppatori e dei giocatori e continuare a promuovere la tecnologia del futuro nei giochi, quindi abbiamo fatto un passo indietro per assicurarci di essere pronti per continuare a portare le migliori esperienze di gioco alla nostra comunità“.

Purtroppo le misure andranno a colpire a 360° la realtà di PlayStation, compresi anche gli studios di “Insomniac Games” e “Naughty Dog” oltre ai team tecnologici, creativi ed anche quelli dedicati al supporto per i giocatori.

Una vera e propria tragedia, che andrà a colpire, direttamente ed indirettamente, svariate migliaia di persone in tutto il mondo fino ad oggi impegnate nel settore dei videogiochi.

Licenziamento di massa in Microsoft: “nel mirino i devs di Infinity, Sledgehammer e Raven, e tutto il team “assistenza clienti” di Activision Blizzard”

Articoli correlati: 

Record per SEA OF THIEVES: l’ultima patch è di più di 100 GB

Record per SEA OF THIEVES: l’ultima patch è di più di 100 GB

Profilo di Stak
19/02/2024 20:31 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Da pochi minuti è disponibile un nuovo “gigantesco” aggiornamento di Sea of Thieves che rischia di battere tutti i precedenti record registrati dal titolo…

Pensate che il nuovo update per alcune piattaforme supera finanche i 100 GB di spazio di memoria, delle dimensioni assolutamente “gargantuesche” che hanno lasciato spiazzato molti giocatori del titolo sviluppato da Rare e pubblicato da Xbox Game Studios.

Il nuovo aggiornamento è pieno di miglioramenti e modifiche, ma anche di una transizione all’ultimo Xbox Game Development Kit (GDK) che consente il supporto DX11 e DX12 su PC.

Nelle note sulla patch rilasciate insieme all’aggiornamento, Rare ha notato che i futuri aggiornamenti saranno “considerevolmente più piccoli”, ma siamo onesti: non avrebbero potuto diventare molto più grandi.

La nuova patch di Sea of Thieves è enorme: 

Ecco le dimensioni di installazione dell’ultimo aggiornamento di Sea of Thieves su tutte le piattaforme:

  • Xbox Serie X: 88,36 GB
  • Xbox Serie S: 90,15 GB
  • Xbox One X: 88,36 GB
  • Xbox One: 90,15 GB
  • Microsoft Store: 102 GB
  • Steam: 10,49 GB

Recentemente, Sea of Thieves è apparso nelle notizie in seguito alla rivelazione secondo cui Microsoft ha in programma di trasferire i suoi giochi esclusivi su altre piattaforme, in particolare PlayStation.

Ci sono state discussioni diffuse su quali potrebbero essere i giochi, ma i rapporti più affidabili suggeriscono che Sea of Thieves sarà uno dei titolo di punta inviato al Blue Team in futuro.

Articoli correlati: 

Respawn sta sviluppando un gioco in 1° persona su Star Wars Mandalorian

Respawn sta sviluppando un gioco in 1° persona su Star Wars Mandalorian

Profilo di Stak
19/02/2024 20:24 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Secondo quanto riferito dai leaker di Insider Gaming, Respawn Entertainment starebbe sviluppando un gioco totalmente nuovo su Star Wars Mandalorian.

Stando a quanto riferito dalle fonti, il titolo vedrà il giocatore prendere il controllo di un cacciatore di taglie mandaloriano (non sappiamo ancora chi), durante il periodo in cui l’Impero Galattico dominava la galassia. Il tuo compito, come cacciatore di taglie, sarà quello di catturare taglie vive o morte in cambio di ricompense in denaro.

Come riportato per la prima volta da Jeff Grubb di VentureBeat, il gioco era guidato dal direttore creativo di Respawn Mohammad Alavi, che ha lasciato lo studio per intraprendere una nuova avventura.

Secondo Grubb, che all’epoca non aveva rivelato che si trattava di un gioco su Star Wars, questo nuovo titolo sarà incentrato sulla “mobilità” e sullo “stile” come principi cardine di tutto il progetto.

Star Wars Mandalorian sarà estremamente frenetico secondo quanto riferito dalle fonti

L’elevata mobilità del gioco è stata resa possibile dal punto di vista narrativo grazie al jetpack del Mandalorian, che consente al giocatore di eseguire scatti orizzontali, salti verticali, potenziare lo scivolamento (in qualche modo simile allo scivolare giù per le colline in Apex Legends) e altro ancora.

Le fonti hanno descritto il gioco come “estremamente frenetico” e come tale premierà i player che gestiranno meglio questo tipo di stile.

Solo per fare un esempio, sembra che la salute del giocatore si rigenererà principalmente in base alle uccisioni successive. Come prevedibile, giocare nei panni di un cacciatore di taglie mandaloriano offrirà un’ampia varietà di armi e gadget tra cui un un rampino, una visiera per individuare i nemici e altro ancora.

Il gioco non sarà un “open world”, ed avrà dei livelli “classici” e lineari che si svolgeranno su una varietà di pianeti diversi nell’universo di Star Wars. Anche se non è chiaro quando verrà rilasciato il gioco, si dice che manchino ancora almeno uno o due anni. Al momento non è chiaro se il gioco avrà o meno un’esperienza multiplayer.

Che ne pensate? Come al solito la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati: