SDRUMOX Sbannato da Twitch: tornerà in live dopo più di 3 anni

SDRUMOX Sbannato da Twitch: tornerà in live dopo più di 3 anni

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Dopo 3 anni, 9 mesi e 2 settimane, siamo felici di poter finalmente dare l’annuncio della rimozione del permaban dall’account Twitch di Sdrumox, nome d’arte di Daniele Simonetti.

Lo streamer, all’epoca particolarmente noto, soprattutto grazie all’amicizia con Marco Merrino (a.k.a. Croix89), era stato bannato in seguito ad una serie di commenti abbastanza al limite del TOS di Twitch, anche se assolutamente nulla di così grave da giustificare un trattamento simile da parte di Twitch.

A poco erano serviti anni di ricorsi e tentativi di rimettere piede all’interno della piattaforma, motivo per cui Sdrumox era lentamente uscito dalle scene, passando momenti davvero difficili, come raccontato in diverse occasioni da lui stesso.

Sdrumox Sbannato da Twitch: cosa è successo e come ha reagito la community

Come un fulmine a ciel sereno tuttavia, nella serata di ieri è arrivata finalmente la notizia della sua reintegrazione. All’appello hanno risposto presente tutti i principali creator ed amici del redivivo streamer, tra cui Dario Moccia, VictorLaszlo88, Simone Panetti, Mario Sturniolo, Ivan Grieco e – ovviamente – l’amico di lunga data Marco Merrino.

All’annuncio ha risposto anche lo stesso Sdrumox, con un messaggio nelle storie che mischia incredulità a gioia: “Non so cosa dire, se non grazie a tutti. Soprattutto a chi mi ha sempre supportato senza fiatare nonostante la mia incostanza e incapacità di vivere. Ora sto fermo a guardare il vuoto per un paio di giorni e a provare un minimo di felicità per la notizia.”

Merito dell’accaduto è probabilmente da attribuire a Dan Clancy, che già qualche tempo fa, intervistato da Enkk, si era detto intenzionato ad offrire una seconda chance agli streamer perma-bannati dalla piattaforma.

Insomma, che ne pensate community? Come giudicate le scelte di From Software e Bandai riguardo questo annunciato, ennesimo capolavoro? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

KINGS LEAGUE, Blur e Totti per l’Italia: Cosa é e Come funziona?

KINGS LEAGUE, Blur e Totti per l’Italia: Cosa é e Come funziona?

Profilo di Gosoap
09/04/2024 10:14 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

La Kings League, la nota competizione di Calcio a 7 (giocato) ideata dallo streamer Ibai Llanos  divenuta estremamente famosa negli ultimi anni, ospiterà finalmente una sua personalissima versione del Mondiale di Calcio al quale è stata invitata anche l’Italia.

A rappresentare il nostro paese ci saranno Blur, in qualità di presidente degli Stallions (nome ufficiale della squadra) e nientepopodimeno che Francesco Totti, ancora una volta nella sua vita in qualità di Capitano della rappresentativa italiana.

Il resto della squadra sarà scelta attraverso una fase di Draft alla quale chiunque potrà partecipare. CLICCANDO QUI, verrete reindirizzati alla pagina ufficiale e cliccando sull’icona dell’Italia vi si aprirà il form ufficiale per l’iscrizione.

Come funziona la Kings League?

La Kings League è una competizione che si svolge tramite scontri diretti ed una classifica. Ogni squadra si affronta schierando 7 giocatori, ma il resto della partita è il punto davvero innovativo.

Prima della partita, viene assegnata una “carta bonus” casuale tra quelle disponibili. Per ora non sappiamo ovviamente se questa regola verrà mantenuta anche nella World Cup, anche se è molto probabile di sì. Alcuni esempi di quelle usate nelle scorse edizioni, includono una carta che permette di togliere temporaneamente un giocatore alla squadra avversaria, una che fa valere doppio i gol segnati in un certo lasso di tempo, un’altra che permette di battere un rigore in movimento, e tante altre.

Il calcio d’inizio viene invece assegnato in uno “scontro” simile a quello del basket, con la palla messa al centro del campo e contesa tra la due squadre. Vedere qualche match renderà sicuramente molto meglio l’idea di quanto possiamo fare noi scrivendo.

Lo svolgimento del match è composto da 2 tempi da 20 minuti ciascuno. A 2 minuti dalla fine del primo tempo, vengono sorteggiate delle carte che riducono il numero di giocatori (solo per quei 2 minuti) di entrambe le compagini dal classico 6v6 fino al temutissimo 1v1.

Nel corso del torneo è stato poi introdotta la regola del “rigore presidenziale”. A tutti i presidenti della Kings League viene una carta prima delle partite che possono usare in qualsiasi momento della partita per abbandonare lo streaming per scendere in campo e tirare un classico rigore dal dischetto. La carta può essere usata solo se entrambi i presidenti sono presenti alla partita e se entrambi sono d’accordo sull’uso della stessa.

World Cup della King League con l’Italia guidata da Blur e Totti

L’edizione della Coppa del Mondo della Kings League avrà luogo dal 26 maggio al 9 giugno in Messico. In palio per la squadra vincitrice, oltre alla gloria, ci sarà anche un corposo montepremi da 1 milione di Euro.

32 le squadre invitate in totale, di cui 20 provenienti dalla Kings League di Spagna e Americhe e 12 “Wildcards” da tutto il mondo, tra cui anche l’Italia.

Ulteriori informazioni, incluso il calendario completo delle partite, verranno rilasciate nelle settimane prima l’inizio dell’evento.

L’evento sarà interamente fruibile sul canale Twitch della Kings League, che nei giorni ed orari prestabiliti, trametterà in diretta i vari match.

Il video presentazione di Blur:

Ogni squadra è di solito guidata da una leggenda del calcio. Tra gli ospiti più conosciuti delle ultime edizioni abbiamo avuto Iker Casillas, Chicharito Hernandez, Sergio Aguero e tantissimi altri nomi conosciutissimi.

Tra i nomi confermati per questa edizione avremo invece Rio Ferdinand, Zlatan Ibrahimovic, Falcão e Mario Götze.

Che ne pensate community? Come al solito la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati:

Ninja, il noto streamer, rivela: “Ho un Tumore”

Ninja, il noto streamer, rivela: “Ho un Tumore”

Profilo di Gosoap
27/03/2024 12:47 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Nella nottata tra ieri ed oggi, il noto streamer e content creator, nonché ex-giocatore professionista di Fortnite ed Halo, Tyler “Ninja” Blevins, ha rivelato tramite un post sul suo profilo x di avere il cancro.

L’annuncio ha prevedibilmente scatenato reazioni di supporto da parte della community, alle quali sentiamo di unirci.

Tumore: nessuno è invincibile, Ninja racconta la sua esperienza

Di seguito l’annuncio di Ninja, che come anticipato, ha affidato ad un post su X le prime parole dopo aver appreso di avere un tumore:

“Okay, sono ancora un po’ sotto shock ma voglio tenervi tutti aggiornati. Qualche settimana fa sono andato da un dermatologo per un controllo annuale della pelle/nevo che Jess aveva programmato per me.”

“C’era un neo sulla pianta del piede che volevano togliere, giusto per precauzione. Tuttavia si è ripresentato sotto forma di melanoma, anche se i medici sono ottimisti se non altro per il fatto che lo abbiamo rilevato nelle fasi iniziali.”

“Dopo è apparsa un’altra macchia scura lì vicino, quindi oggi hanno fatto una biopsia e hanno rimosso un’area più ampia intorno al melanoma con la speranza che al microscopio si possano vedere i bordi più chiari, segno del fatto che lo abbiamo preso in tempo. Sono grato di poter avere questa speranza perché è stato preso in tempo, ma per favore prendetelo come un annuncio pubblicitario: sottoponetevi a controlli periodici della pelle.”

Vicinanza e prevenzione: insieme possiamo sensibilizzare

Ai primi messaggi degli utenti si sono poi uniti anche tantissimi colleghi dello streamer, tra i quali ha spiccato il commento di DansGaming, anch’esso streamer su Twitch, che ha scritto: “Questa esatta procedura avrebbe potuto salvare la vita di mia madre, se solo l’avessero preso in tempo.”

Nella speranza che queste storie possano servire da lezione per tutti i giovani del mondo, che in virtù della propria età si sentono forse troppo invincibili, rinnoviamo i nostri migliori auguri a Ninja e vi invitiamo a seguire il suo consiglio di sottoporvi periodicamente a dei controlli medici specifici, che nel nostro paese sono spesso usufruibili anche in maniera gratuita.

A questo proposito, oltre a fare riferimento agli annunci delle vostre ASL, l’AIMAC (Associazione Italiana Malati di Cancro), ha sul suo sito internet AIMAC.IT, una serie  di informazioni e guide utili anche sulla prevenzione, che vi invitiamo a visitare.

Che ne pensate community? Come al solito la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati:

L’ex CEO di Activision-Blizzard, Bobby Kotick, potrebbe acquisire TikTok

L’ex CEO di Activision-Blizzard, Bobby Kotick, potrebbe acquisire TikTok

Profilo di Gosoap
11/03/2024 12:48 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

L’ex CEO di Activision, Bobby Kotick, starebbe cercando di acquistare TikTok, in risposta ai timori che il social media potrebbe chiudere negli Stati Uniti.

Negli ultimi anni TikTok è stato oggetto di un grande numero di polemiche da parte del governo degli Stati Uniti. In particolare, le preoccupazioni del Senato sarebbero rivolte a ByteDance, la casa madre del social, che secondo alcuni spierebbe i suoi utenti e condividerebbe informazioni con il governo cinese.

L’accanimento del Senato ha portato al varo di diverse leggi molto più stringenti per il social, che potrebbe trovarsi costretto a chiudere i server nel continente Nordamericano.

Bobby Kotick, ex CEO di Activision Blizzard, avrebbe contattato il fondatore di ByteDance, Zhang Yiming, per manifestare interesse nell’acquisto della piattaforma, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.

Bobby Kotick sull’Acquisto di TikTok tra i Timori per la Chiusura

L’ex dirigente di Activision-Blizzard avrebbe presentato l’idea a un tavolo che includeva, tra gli altri, il CEO di OpenAI, Sam Altman.

Nonostante il valore già esorbitante della piattaforma, che si aggira intorno alle centinaia di miliardi di Euro, nel 2023 gli utenti hanno contribuito a far raggiungere all’app mobile di TikTok un nuovo record di entrate, diventando la prima app mobile di condivisione video a superare i 10 miliardi di dollari di guadagno proveniente direttamente dagli acquisti degli utenti.

Durante la presidenza di Donald Trump, ci sono stati numerosi tentativi di vietare la piattaforma negli Stati Uniti. All’epoca il piano non è mai giunto a compimento e, anzi, aveva portato a una causa contro il governo degli Stati Uniti.

Tuttavia in questi anni diversi stati hanno imposto un divieto di possedere TikTok su dispositivi governativi. Per il governatore dello stato del Maryland, Larry Hogan, l’app rappresentava “un livello inaccettabile di rischio per la sicurezza informatica dello stato”.

Kotick ha lasciato Activision Blizzard alla fine del 2023, a seguito dell’acquisizione da parte di Microsoft, operazione dalla quale è uscito senza un lavoro, ma con una buona uscita di quasi mezzo miliardo.

Voi cosa ne pensate community? Fatecelo sapere con un commento sul gruppo: la discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: