juliano (Besiktas Esports) si esprime sulla differenza di genere negli esport

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

A seguito di alcune discussioni in merito alle performance della squadra femminile di CS:GO del Besiktas Esports durante l’ultimo Dreamhack di Rotterdam, il capitano della squadra, Julia “juliano” Kiran si è espressa su Twitter per spiegare la differenza tra le performance di uomini e donne.

juliano
Julia “juliano” Kiran è il capitano dei Besiktas Esports e ha dichiarato che c’è una differenza fisica tra sessi anche in queste competizioni.

La scena femminile di CS:GO è florida e molto competitiva, ci sono team come il suddetto Besiktas, i CLG Red, i Dignitas e i Copenhagen Flames a contendersi il top spot come miglior team esportivo.

Recentemente proprio i Besiktas hanno sconfitto i CLG Red al Dreamhack Valencia guadagnando 50.000$ e un biglietto per l’Open di Rotterdam, dove però la loro performance è stata molto deludente venendo letteralmente “distrutti” dagli AVANGAR e gli Hard Legion sports.

Julia “juliano” Kiran, in qualità di capitano del team ha provato a spiegare il fallimento della squadra a Rotterdam dicendo che :
“…[…] ..è provato scientificamente che il cervello degli uomini ha una migliore coordinazione occhio-mano e tempi di reazione migliori, per questo motivo non capisco perchè ancora le persone dicano che “Non è una questione fisica”.”

Il Tweet di Juliano

Proprio perchè negli sport in carne ed ossa non ci sono squadre “miste” e si compete separatamente per via delle differenze di forza fisica e velocità, così Julia sostiene che sia anche negli esport con differenze dal punto di vista celebrale che permettono ai giocatori di sesso maschile di eccellere negli fps.

Ciò non vuol dire che non ci siano eccezioni, e Julia Kiran sostiene di esserlo, ma di non essere comunque mai stata invitata a giocare con i colleghi “maschi” né che si sia mai parlato di fare un top team con giocatori di entrambi i sessi.

Infine, juliano sostiene che la vita di una giocatrice sia una “lama a doppio taglio” perchè devono essere pronte a competere con gli uomini per dimostrare di valere qualcosa, ma ricevono insulti e critiche qualora non riescano a batterli, trattamento che raramente viene riservato ai perdenti di sesso maschile.

Che ne pensate? Esiste davvero una differenza fisica tra i due sessi anche negli esport?

Marco Vincenzo "Anthrax" Farinaro

Una laurea in Giurisprudenza, esperto di Identità Digitale e Diritto d'Autore. Appassionato di Jrpg, Wrpg e Avventure Grafiche, entra nel mondo dei giochi online con Ultima Online nel '99: non ha più smesso da allora.