Warzone – Ricochet ci rende invisibili (e silenziosi) ai cheater

Warzone – Ricochet ci rende invisibili (e silenziosi) ai cheater

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Ricochet – Durante le scorse settimane avevamo ipotizzato che Ricochet stesse attivamente alterando le percezioni di gioco dei cheater… Oggi scopriamo che tutte queste ipotesi si sono rivelate vere.

A darne notizia sono stati direttamente gli sviluppatori di Activision, che nel corso della giornata di ieri hanno pubblicato un post ufficiale su Ricochet direttamente sul sito di Call of Duty. In questo, si può leggere che Ricochet è finalmente abilitato anche al multiplayer di Vanguard, e che vi sono delle interessanti novità anche per il BR.

I devs hanno infatti chiarito che è ormai da giorni attiva una funzione di Ricochet che rende del tutto invisibili i nemici ai cheater.

Per rendere del tutto infernale l’esperienza di gioco degli imbroglioni, l’anticheat va anche a “silenziare” passi e rumori dei nemici attorno al cheater, rendendo del tutto impossibile all’imbroglione rendersi conto da dove lo stanno sparando.

Sempre all’interno di questo post, gli sviluppatori hanno anche tenuto a chiarire che tutti i cheater bannati sono stati eliminati anche dalle classifiche del multiplayer.

Estratto del post ufficiale su Ricochet / Warzone

Nel nostro precedente rapporto sui progressi dell’anti-cheat, abbiamo illustrato come il #TeamRICOCHET utilizzi tecniche di mitigazione all’interno del gioco per ridurre l’impatto degli imbroglioni, raccogliendo anche dati essenziali per identificare il comportamento dei cheat. Mentre il team è al lavoro per testare e implementare una varietà di nuove tecniche di mitigazione e rilevamento, volevamo mettere in evidenza qualcosa che è stato già notato da alcuni di voi: il cloacking.

Con il Cloaking, i cheater sono del tutto incapaci di vedere i giocatori avversari nel mondo di gioco. I Personaggi, i proiettili e persino i suoni dei giocatori “legali” non saranno rilevabili dagli imbroglioni. Questo, come la nostra tecnica di mitigazione precedentemente rivelata (il Damage Shield), offre ai giocatori legittimi un vantaggio sugli imbroglioni.

Aggiornamenti sui Ban

In un precedente aggiornamento sul canale Twitter di @CallofDuty, abbiamo annunciato che oltre 90.000 account erano stati chiusi in una recente ondata di ban, oltre alle ondate di ban che erano state precedentemente annunciate. Dall’aggiornamento sui social media, #TeamRICOCHET ha bannato oltre 54.000 account aggiuntivi. Anche se potremmo non annunciare tutti i divieti non appena questi vengono emanati, sappi che si verificano sia quotidianamente che a ondate.

Naturalmente, per ogni progresso che facciamo sull’anti-cheat, gli imbroglioni lavorano per riuscire ad aggirare questi aggiornamenti. Per questo motivo, incoraggiamo i giocatori a continuare a utilizzare gli strumenti di segnalazione all’interno del gioco. Se vedi un imbroglione, segnalalo. Queste informazioni sono preziose per apportare nuovi aggiornamenti nella lotta contro il gioco sleale.

 

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone 2, Henderson: “nella nuova mappa BR tante mappe storiche di Modern Warfare”

Warzone 2, Henderson: “nella nuova mappa BR tante mappe storiche di Modern Warfare”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone 2 Mappa – Una notizia che ha del clamoroso quella condivisa pochi minuti fa su Twitter da Tom Henderson riguardo a Call of Duty MW2 e Warzone 2

Che Activision avesse attivato una specie di “Operazione Nostalgia” per il prossimo titolo per attrarre un maggior numero di giocatori, era ormai cosa nota. La scelta di optare per un COD ambientato in tempi moderni come “primo titolo del franchise” a dover durare “più di un anno” deriva proprio da questo del resto.

Oggi però scopriamo un tassello in più, che ci può aiutare a comprendere che portata potrebbe avere il prossimo Modern Warfare 2.

Vi ricordiamo che tutte le informazioni che troverete di seguito non sono ufficiali, si tratta di leak, di “voci di corridoio” ufficiose da prendere assolutamente con le pinze.

La fonte di questi leak è l’affidabile Tom Henderson, insider noto per aver anticipato diverse “bombe” che riguardavano altrettanti titoli FPS.

Secondo Tom, la mappa del prossimo Warzone 2 (che ricordiamo dovrebbe ispirarsi alla città di Medellin, ndr) sarà molto più simile a “Blackout” che non a “Warzone“.

Come molti ricorderanno, Blackout è il primo vero BR progettato da Activision, anche se terribilmente minore rispetto a Warzone per popolarità.

La nuova mappa di Warzone 2 conterrà diverse storiche mappe di Modern Warfare

Tom ha spiegato che nella nuova mappa vi saranno almeno 4 POI che faranno leva sulla nostalgia dei giocatori. Nella nuova mappa main del Battle Royale vi saranno infatti 4 storiche mappe del passato di Modern Warfare, tutte perfettamente integrate all’interno del contesto.

La prima è High Rise, meravigliosa mappa ambientata sul tetto di un grattacielo. Questa si dovrebbe trovare nella parte alta a destra della mappa, dove sorgerà la zona cittadina.

La nuova mappa BR dovrebbe essere piena di palazzoni e grattacieli, ed in uno di questi si andrà a sviluppare High Rise.

La seconda mappa è Quarry, altra storica zona di scontro di Call of Duty.

Quarry dovrebbe sorgere nell’area in alto a sinistra della nuova mappa BR (quindi dal lato opposto rispetto alla città), e verrà riproposta esattamente come la ricordiamo.

La terza mappa sarà quella di Terminal, il mai dimenticato “aeroporto” teatro di milioni e milioni di combattutissime battaglie.

Che siano le scale mobili o l’interno dell’aereo, tutte le zone di Airport dovrebbero apparire all’interno della nuova mappa, e lo faranno nella zona in basso a destra.

Tom Henderson si è detto inoltre sicuro che proprio in quest’area della mappa sarà presente un fortino, forse quegli stessi fortini che ci garantiranno i loadout (ne abbiamo parlato qui)? Lo scopriremo presto…

Infine, vi sarà un quarto POI, che andrà a riportare sulla nuova mappa BR la celebre Afghan.

Afghan si troverà “verso il centro della mappa, ma leggermente a sinistra” e sarà comprensiva delle sue grotte.

Pur non avendone ancora certezza, Henderson ha anche ipotizzato che un altro POI potrebbe contenere la celebre mappa di Favela.

Delle notizie sicuramente incoraggianti, che speriamo possano presto trovare conferma ufficiale da parte di Activision.

Warzone 2, Hope: “la nuova mappa sarà ispirata a Medellín”!

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Leakata la prima immagine di Warzone 2! Primo leak anche sulla mappa di DMZ

Leakata la prima immagine di Warzone 2! Primo leak anche sulla mappa di DMZ

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso della notte sono spuntate sul web svariate interessanti informazioni sul prossimo Warzone 2, alcune delle quali sono state già prontamente rimosse da Twitter.

Partiamo dal primo leak, pubblicato nella tarda sera di ieri dall’account Twitter “TheGhostOfMW3“. Questo leaker ha svelato un’immagine “rubata” dall’alpha di Warzone 2, quasi sicuramente “ufficiale” considerato che dopo pochi minuti è stata rimossa per violazione di Copyright.

In questa immagine, abbiamo potuto vedere di sfuggita il POV su di un’arma, mentre un operatore era intento ad “ispezionarla”. Questo potrebbe significare che nel nuovo Warzone 2 avremo a disposizione anche la funzione dell’ispezione arma, fattore questo che oggi è ancora assente sul BR.

Non solo, perchè con l’immagine abbiamo anche avuto un’anteprima dell’interfaccia di gioco (o HUD).

Per quanto potrebbe ancora cambiare nei prossimi mesi, sembra che l’interfaccia di Warzone 2 sia estremamente simile a quella presente al momento su Warzone.

Un dettaglio sembra inoltre svelare che sulle armi sarà presente anche un ologramma, probabilmente utile per il cambio degli accessori (ma questa è ancora una pura speculazione). Potrete trovare il video a questo link.

Il punto sulla “nuova” mappa della modalità DMZ

Sempre nella notte abbiamo poi anche visto tantissimi leak relativi alle mappe, ed alle zone in cui saremo protagonisti con il prossimo COD.

In questo speciale vedremo cosa è stato rilasciato per la nuova modalità DMZ, una mode in stile “Escape from Tarkov” che sarà presente sul prossimo COD già dalla beta.

Secondo le ultime indiscrezioni, questa mode si svilupperà su una mappa in cui sono presenti anche un fiume ed un lago. Il corso del fiume separa in due la presunta mappa (qui un artwork NON ufficiale) della nuova modalità, e si possono osservare anche diversi “POI” segnati dal leaker TheMW2Ghost.

Questa mappa non ha ovviamente nulla a che vedere con quella ispirata a Medellin che apparirà sul prossimo Warzone 2.

Cosa ne pensate di queste informazioni community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Warzone: M16, KRIG e STG44 epico (da terra) le “versioni del giorno” da provare in BR!

Warzone: M16, KRIG e STG44 epico (da terra) le “versioni del giorno” da provare in BR!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Krig &M16 Warzone – Benvenuti in un nuovo speciale di Powned dedicato alle migliori armi viste in azione nel battle royale Warzone.

Oggi andremo a dedicarci ad alcune versioni “off meta”, che potrebbero aver subito qualche “ritocco” segreto dagli sviluppatori. Stiamo parlando in particolare dell’M16 di Metaphor e del KRIG di TheKoreanSavage, due noti content creator celebri anche e soprattutto per l’affidabilità delle armi da loro proposte.

Il primo, Metaphor, ha svelato un loadout dell’M16 in grado di mandare al tappeto il bersaglio in massimo 2/3 raffiche… Questo a prescindere dalla distanza a cui si trova il bersaglio.

Il secondo, TheKoreanSavage, ha invece spiazzato tutti con una versione incredibilmente potente del KRIG. L’impatto di questo AR di Black Ops sulle partite di Rebirth è stato davvero impressionante, al punto che diversi esperti si stanno chiedendo se i devs non abbiano applicato una qualche tipo di modifica all’arma.

Precisa, stabile e forte dei suoi caricatori lunghi, il Krig potrebbe disporre in questo momento di uno dei TTK migliori di tutto il gioco.

L’altra novità del giorno è invece collegata ad un’arma già pronta, che non va preparata nelle nostre armerie. Stiamo parlando del progetto arma Epico (di colore viola) dell’STG44 che si può trovare a terra (qui il video dell’arma in azione).

Quest’arma sembra del tutto rotta, e sta favorendo i giocatori che preferiscono optare per un perk diverso da Risposta Eccessiva.

Purtroppo non siamo ancora in grado di rivelare tutti gli accessori di questa versione, ma non appena disponibili non esiteremo a riportarli di seguito.

Loadout Warzone per Krig e altre

Loadout consigliato da TheKoreanSavage per KRIG
Loadout consigliato da Metaphor per M16
Loadout consigliato per HDR da Booya

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale di queste vi ha maggiormente colpito? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: