Chiudi
Armi OFF META – Il fucile a pompa diventa uno Sniper “ESPLOSIVO” su Warzone

Armi OFF META – Il fucile a pompa diventa uno Sniper “ESPLOSIVO” su Warzone

Profilo di Stak
 WhatsApp

Shotgun & SniperNel corso degli ultimi giorni abbiamo segnalato il fatto che gli shotgun stanno tornando ad essere particolarmente letali in close range su Warzone… Fin qui nulla di “eccezionale” o di particolarmente strano, se non fosse che qualcuno è riuscito a trasformare il classico Lockwood 680 in un vero e proprio fucile da cecchino.

Si tratta ovviamente di uno sniper molto “limitato”, ideale più per le mappe Ritorno (e più in generale per gli scontri a fuoco close/midrange) che non per i BR puri, ma è comunque qualcosa di devastante.

Esattamente come la maggior parte degli altri sniper, questo fucile oneshotta tutti i bersagli che si trovano a 5 o 10 metri, mentre necessita di due colpi ben piazzati per abbattere i bersagli a 25 metri o più.

Come dicevamo sopra, si tratta di un’arma ideale se usata su mappe piccole e contenute, che può certamente rappresentare un’alternativa per chi alla ricerca di un loadout indubbiamente “diverso” ed originale.

SallyIsADog propone la “fusione” tra il pompa ed il cecchino: ecco il Lockwood 680 SNIPER

Il loadout che vediamo qui è proposto dal celebre SallyIsADog, che lo ha utilizzato con non troppa fortuna durante un recente BR su Urzikstan. Vediamo tutti i dettagli…

warzone armi loadout Lockwood 680 “SNIPER” di SallyIsADog

Allora cari player cosa ne pensate di questo Lockwood 680 in impostazione “Kar98K”? Ci sono altre armi “off meta” di cui dovremmo parlare qui su Powned? Fatecelo sapere nei commenti, la discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati:

Warzone Mobile impressiona i giocatori: “grafica migliore anche della console”

Warzone Mobile impressiona i giocatori: “grafica migliore anche della console”

Profilo di Stak
26/02/2024 19:58 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Rebirth Island & Novità – Nelle ultime 24 ore sono stati diffusi alcuni video relativi al nuovo Warzone Mobile, che hanno lasciato completamente di sasso i giocatori e gli appassionati di tutto il mondo.

Il motivo è presto spiegato: la grafica del nuovo titolo, nonostante questo sia stato pensato e progettato per i dispositivi mobile, è assolutamente straordinaria. Immagini nitide e fluide, unite ad un gameplay estremamente simile a quello visto su console e PC hanno letteralmente fatto scatenare gli animi della community, con i giocatori che ora non vedono l’ora di poter mettere le mani sul nuovo titolo di Activision.

Secondo svariati esperti, il livello raggiunto da Warzone Mobile è talmente “alto” da sembrare persino migliore rispetto al Warzone classico che gira su PS4 o Xbox 360 (ovvero le console di “vecchia” generazione).

Nelle anteprime svelate su X, abbiamo potuto vedere sia la versione di Warzone Mobile giocata su Rebirth Island, sia un gameplay del multiplayer, ed in entrambe la resa finale è assolutamente sorprendente…

Anteprima Warzone Mobile Rebirth Island

Un livello assolutamente positivo, che ha caricato di ancor più aspettative le attese per il nuovo titolo di Activision.

Ma quando esce in tutto il mondo Warzone Mobile? 

Ancora non c’è una data definitiva, se non che il gioco sarà disponibile in tutto il mondo entro e non oltre il 2024. Sappiamo che nel mese di Marzo, e con l’avvio della Stagione numero 3, su Warzone tornerà ancora una volta la mappa di Rebirth Island, attuale protagonista di Warzone Mobile.

E’ quindi altamente probabile che il lancio di Warzone mobile si concretizzi entro l’estate 2024, e forse già nel corso della prossima stagione numero 3.

Non appena saranno disponibili altre novità, non esiteremo a riportarle qui su Powned. Restate sintonizzati con noi, la discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Metaphor rivela un altro shotgun spacca meta: ecco il loadout ideale per dominare con l’Haymaker

Metaphor rivela un altro shotgun spacca meta: ecco il loadout ideale per dominare con l’Haymaker

Profilo di Stak
23/02/2024 20:18 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Shotgun Haymaker – Il celebre Metaphor ha svelato ancora una volta un loadout totalmente “rotto”, che potrebbe presto trasformare gli scontri in close range di Warzone in un vero calvario da proiettili incendiari e combattimenti della durata di mezzo secondo.

Questa volta è l’Haymaker a finire nel mirino dell’esperto, con una versione che non lascia spazio all’immaginazione sul lato della competitività. Fortissimo, rapido e letale, l’Haymaker è certamente destinato a far discutere i giocatori nel corso dei prossimi giorni.

Pur essendo assolutamente forte, l’Haymaker non è però cosi “rotto” da richiedere un nerf, che infatti siamo abbastanza sicuri non arriverà.

Per quanto riguarda il loadout, Metaphor è sicuro che la classe in questione sia eccezionalmente forte grazie al suo KIT di Conversione JAK Maglift. Sempre l’esperto ha spiegato che l’arma in questione è devastante se usata in solo (Metaphor ha esplicitamente parlato di “bestia”, ndr), ed è comunque una contender di tutto rispetto se usata in Squad.

Il loadout dello shotgun Haymaker consigliato da Metaphor per Warzone 

armi long range warzone Haymaker full-auto di Metaphor

Avete già provato la brutalità dell’Haymaker nelle lobby di Warzone? Fateci sapere con un commento sul gruppo cosa ne pensate community… La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Warzone è rotto: problemi ai server, alle armi, al battle pass… Il gioco è “esploso” ed i devs cercano una soluzione

Warzone è rotto: problemi ai server, alle armi, al battle pass… Il gioco è “esploso” ed i devs cercano una soluzione

Profilo di Stak
23/02/2024 19:50 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Warzone & Bug/Rotto – Quella che si appresta a concludersi verrà probabilmente ricordata come la giornata più “infernale” degli ultimi anni di Warzone.

Problemi ai server, che ad un certo punto sono finanche andati offline, e poi problemi con i loadout, armi azzerate al livello 1 (tutte le armi, di tutti i loadout), e poi anche intoppi sul battle pass, sulle sfide settimanali, sui punti SR e chi più ne ha più ne metta…

Non è sbagliato affermare che Warzone oggi sia letteralmente “esploso”, con gli sviluppatori che ora stanno facendo tutto il possibile per ripristinare la situazione ad un “minimo” livello di normalità.

I devs hanno quindi iniziato a “spegnere” progressivamente tutti gli aspetti del gioco che potrebbero essere la causa delle problematicità, ad iniziare dalla Champion’s Quest fino ad arrivare alle ranked.

Activision ammette: problemi su Warzone su molteplici aspetti, sono in arrivo dei fix

La situazione al momento sembra in via di miglioramento, con Activision che ha da poco annunciato (almeno) il totale ripristino dei loadout. Pare siano in via di risoluzione anche i problemi relativi all’accesso su Zombie, ed in generale sono davvero tantissimi gli aspetti ed i contenuti su cui i devs stanno lavorando.

Continueremo a monitorare la situazione, fermo restando che ancora non si ha la minima idea di cosa sia accaduto, e perché.

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: