Brawl Stars: Mkers e Game.Tv presentano un nuovo torneo

Brawl Stars: Mkers e Game.Tv presentano un nuovo torneo

Profilo di Stak
 WhatsApp

Brawl StarsMkers e Game.tv hanno da poco annunciato un nuovo ed importante torneo internazionale di Brawl Stars, celebre gioco mobile che vanta milioni di giocatori in tutto il mondo.

Alcuni tra i migliori team del titolo mobile di Supercell, si sfideranno il prossimo mercoledì (13 Maggio) su Twitch, in un evento a inviti organizzato dal celebre team italiano Mkers e da Game.tv, piattaforma che ogni giorno ospita e permette di organizzare centinaia di tornei dedicati ai titoli più giocati, grazie alla estrema facilità e velocità di utilizzo.

Il canale Twitch di Luca “Ferre” Ferrero ospiterà lo streaming dei match (sarà anche il caster), mentre il team Mkers già campione della LBA eLeague con il trio MaruEmaLink, è chiamato a confrontarsi contro i player più quotati a livello internazionale della scena del gioco.

Brawl Stars – Team partecipanti

  • Mkers
  • BlueStacks
  • Outsiders
  • Provocation
  • Outplayed
  • Qlash
  • Area51_BS
  • Cerberus

Diretta Streaming

Link streaming: twitch.tv/ferre_live

Confermato tutto il roster di Brawl Stars dei Reply Totem!

Confermato tutto il roster di Brawl Stars dei Reply Totem!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Riceviamo e pubblichiamo. 

Coach Inso insieme a Maru, Maury e SoideBresa restano uniti e si apprestano ad affrontare un nuovo anno di partite al cardiopalma sotto la bandiera nero-verde.

Un’avventura iniziata il 27 gennaio dello scorso anno in vero stile underdog, ha visto i ragazzi fare passi enormi in un percorso che li ha meritatamente portati da un contesto nazionale ad un livello europeo e poi mondiale.

L’unione di tre talenti che mai prima erano riusciti a creare lo stesso organico ha infatti prodotto un anno unico, costellato da piazzamenti in top 4 nelle competizioni europee più importanti contro team del calibro di SK Gaming, AC Milan Qlash e Tribe Gaming.

Ciclo poi concluso con quella che è la realizzazione del duro lavoro dei ragazzi: una vera e propria deep run ai Mondiali che porta Reply Totem al 3°/4° posto, cadendo solo dai poi futuri campioni Zeta Division.

La storia è quindi pronta a ripetersi e a proseguire. Nonostante la recente partenza dell’analyst Canru, i ragazzi e l’organizzazione sono carichi per fare il prossimo passo.

Le finali mondiali hanno confermato il potenziale di 3 diamanti grezzi pronti a diventare dei veri fuoriclasse capaci di tenere testa ai giganti del titolo, ora c’è solo da aspettare per il prossimo torneo!

Federico Morchio, Co-founder di Reply Totem ha dichiarato: “Un anno fa abbiamo deciso di investire sul futuro, oggi riconfermiamo il nostro investimento su un presente solido che ci posiziona tra le migliori al mondo in questo titolo che per noi, nati su titoli mobile, ha un valore ancor più forte.”

Fonte: Reply Totem

TOP 4 ai Mondiali di Brawl Stars: Per Reply Totem è olimpo internazionale

TOP 4 ai Mondiali di Brawl Stars: Per Reply Totem è olimpo internazionale

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con una durata totale di 3 giorni e alla presenza di 16 team provenienti da tutto il mondo, giunge al termine la competizione più importante dell’anno di Brawl Stars, multiplayer action game di casa Supercell.

Arrivati all’evento come terzo seed Europeo, il team Reply Totem (composto dal roster tutto Italiano con Maru, Maury, Soidebresa e Coach Insoqui il  canale Instagram)  si è subito imposto con la premessa di essere una delle grandi sorprese della competizione.

Dopo una prima giornata in occasione della quale si è assistito alla caduta degli SK Gaming (primo seed europeo ndr.), i pronostici sulla regione Europea e di conseguenza sul team nero-verde si sono fatti improvvisamente grigi.

Tuttavia, nonostante le previsioni non ottimali, Inso e i ragazzi sono riusciti a rompere il ghiaccio contro i Cinesi TIG per un 3-0, mostrando tutta la loro abilità contro un avversario imprevedibile e, soprattutto, abituato ad un metagame differente.

L’avventura è continuata ai quarti per un 3-1 contro gli STMN della regione Nord Americana, per poi purtroppo fermarsi, con la caduta in semifinale di fronte ai prodigi Giapponesi degli Zeta Division.

Il team chiude ufficialmente al 3°/4° posto della competizione. Questa performance a dir poco fantastica, unica tra i team Europei, garantisce all’organizzazione Italiana un posto tra i grandi dell’esport, lasciandoci, sì, con l’amaro in bocca per non aver conquistato il famigerato milione di Euro in montepremi, ma, d’altra parte, con la soddisfazione e la consapevolezza che l’Italia è ancora una volta sul tetto d’Europa.

Fabio Cucciari, Fondatore e CEO di Reply Totem, ha dichiarato a caldo: “È stata un’emozione grandissima, non so neanche da dove cominciare, abbiamo ricevuto un supporto pazzesco da tutti, tutta l’Italia era con noi. Questo risultato dimostra veramente di cosa è capace l’esport Italiano; è un lavoro collettivo che dà ulteriore conferma al nostro progetto ripagando gli sforzi di tutti.

Grazie ai nostri fan da casa, all’ambasciata Italiana in Romania, un grazie a Reply e Filippo Rizzante che hanno visto in noi qualcosa di unico insieme a tutti gli altri sponsor che ci sostengono, e soprattutto grazie ai ragazzi del team di Brawl Stars per questo fantastico sogno, siete i migliori“.

Articoli correlati: 

Caro Pow3r ti scrivo… (Così tu mi blasti un po’)

Caro Pow3r ti scrivo… (Così tu mi blasti un po’)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Nel corso del pomeriggio di venerdi e sabato, la nostra testata é stata duramente attaccata dal noto streamer Giorgio ‘Pow3r’ Calandrelli, il quale in un commento su Facebook ripreso anche dai colleghi di Dr. Commodore (che non linkeremo per risparmiargli critiche inutili, a differenza loro) ci ha dato fondamentalmente dei venditori di fuffa.

Lasciando ad un futuro editoriale eventuali commenti sullo sciacallaggio come quello pateticamente perpetrato dalla redazione di Dr.Commodore (che spesso diventa norma nel panorama d’informazione videoludica italiana), vorremmo concentrare tutte le nostre attenzioni sul solo commento di Pow3r rilasciato su Facebook, andando a discernere i suoi punti, affrontandoli uno per uno.

Sono POW3R e sincero avete rotto il cazzo con i titoli clickbait e non riportare le notizie storpiandone a vostro piacimento per alimentare odio e flame. Ho espressamente detto che Final Fantasy XIV e WOW sono i migliori MMO ma troppo complessi per un giocatore che non li ha mai giocati e questo vale anche per gli altri MMO sul mercato.

Per quanto riguarda New World ho spiegato che rispetto a questi è più accattivante perché più semplice e alla portata di un nuovo giocatore che non ha mai giocato questa categoria. La battuta su Metin era con un amico che era in chat che è fan di Metin. Smettetela di usare il mio nome per i vostri articoli clickbait e specialmente create disinformazione. Più che una testata di news siete novella 2000 con le cagate che scrivete.”

”PS: gioco a WOW da quando avevo 11 anni, Vanilla fino a BFA e ho fatto anche SR1 su TBC, ho militato anche nei KOH per quanto riguarda PVE ad alti livelli. Prima che arrivino i mostri con la spada in mano a dire che non ho mai giocato ad un cazzo. Aggiungo mmo giocati: Ragnarok, SWTOR, AOC, WAOR, e tantissimi altri che manco mi ricordo’

Clickbait, una parola forte nata e cresciuta nei primi anni di Youtube (e che tutt’oggi continua a farla da padrone anche nei canali più famosi, tra cui anche il tuo, Pow3r) che non sentiamo per nulla nostra, e che indica un connubio di titoli ed immagini fuorvianti rispetto al contenuto dell’ articolo, video, od opera in generale.

Questo nel pezzo non é accaduto, le dichiarazioni effettuate da te sono state riportate con estrema accuratezza e precisione professionale. Questo, proprio perché nuda verità, non ti esime da eventuali critiche che giungono da persone che si fermano ad un titolo riassuntivo, scegliendo di non approfondire la questione.

Punto secondo: quello che hai detto nel commento su Facebook non é quello che viene detto nelle clip, che comunque Pow3r, o chi per lui, ha prontamente provveduto ad eliminare una volta che erano arrivate in tendenza tra i video del suo canale Twitch (come da immagine QUI SOTTO).

La scena italiana, della quale ti abbiamo sempre considerato un degnissimo rappresentante, dovrebbe forse imparare che quanto detto durante una diretta (nella quale si viene difesi da un certo numero di moderatori e si è permeato in un ambiente creato appositamente per i fan e non per gli hater) non rappresenta la totalità del pubblico, ed ha quindi una grande rilevanza, dal momento che nessuno può vietare a nessuno di riportare tali dichiarazioni per creare una discussione attorno ad una figura di rilievo.

POW3R

Quanto appena spiegato, accade di continuo in praticamente qualunque regione del globo terracqueo ed anche in Italia in altri ambienti (basti vedere la politica, il calcio, e la televisione) senza che nessuno si arrabbi o si offenda per delle critiche ricevute al suo pensiero, e che anzi a nostro modesto avviso dovrebbe essere la normalità in un ambiente che voglia sviluppare un discorso costruttivo (anche se purtroppo alcuni individui spesso non collaborano) e non prendere per oro colato ciò che dice una persona con un discreto seguito.

La disinformazione é un grande problema di questo triste mondo nel quale ci troviamo, ed i vari ricami che millanti riguardo quanto riportato nel nostro articolo lo sono ancora di più. Alcuni tuoi fedeli seguaci ci hanno accusato di aver estrapolato, manipolato e montato ad hoc le tue parole per far trasparire un messaggio fuorviante che doveva attirare odio, tuttavia ti assicuriamo che nulla potrebbe essere più lontano dai nostri standard lavorativi (visto che tra le altre cose le stesse erano state create da un tuo follower che si é anche detto contento che esse avessero generato una bella discussione nel gruppo di World Of Warcraft) e le clip che abbiamo ricaricato online e che TUTTI potranno vedere per creare un contraddittorio degno di questo nome sulle parole che sono uscite fuori dalla tua bocca (e non un intervento da bullo fatto su Facebook), lo potranno dimostrare.

-La clip di Pow3r e le nostre considerazioni-

Video 1Video 2

Il CEO di Powned Marco ‘Stak’ Cresta ha riassunto, in un video che lasceremo qua sotto, le nostre opinioni e reazioni a caldo a questo duro attacco che, dobbiamo essere sinceri, ci ha effettivamente fatti questionare sul nostro operato, da professionisti estremamente critici verso noi stessi quali siamo sempre stati.

Dopo un relativamente breve brainstorming tra di noi abbiamo valutato corretto quanto riportato nell’articolo ed abbiamo deciso di non piegarci, né farci intimidire da qualche milione di follower, rispondendo con onestà ed inflessibilità, come si converrebbe in queste occasioni.

-Il video di Stak-

Insomma, caro Giorgio, anzi, caro POW3R, come ti sei presentato sotto al nostro post, questo é quanto l’autore originale dell’articolo aveva da dire. Magari non leggerai mai queste parole, ma spero sinceramente che lo facciano più persone possibile e che questi lettori capiscano l’importanza dei gesti compiuti da questi autoproclamati giganti del web e quanto sia a sua volta importante lottare per lo sviluppo di un ambiente con una florida produzione d’informazione e discussione nel nostro paese, soprattutto in un momento così delicato per l’ambiente esportivo, anche attraverso i suoi principali esponenti.

La campagna NoClickBait

A dimostrazione di quanto sia per noi assolutamente importante utilizzare dei titoli che rispecchino i contenuti dei nostri articoli, e che le informazioni trasmesse dalle stesse siano sempre vere e non ingannevoli o in qualunque forma “alterate”, abbiamo deciso di aggiungere un box nel quale potrete darci le vostre impressioni.

Se dopo la lettura di un articolo vorrete comunicarci il vostro disappunto rispetto al titolo ed ai contenuti, potrete farlo semplicemente cliccando su “Clickbait” nel box in basso a destra. Se al contrario avrete piacere di segnalare l’effettiva pertinenza/autenticità di quanto da noi scritto, vi basterà cliccare su Non Clickbait. Provvederemo a pubblicare ogni settimana dei report dettagliati con i vostri pareri.

A Pow3r, fiduciosi che i nostri lettori possano capire appieno la situazione e farsi la loro idea a prescindere da qualunque pregiudizio, ti mandiamo un caloroso saluto.

-La redazione di Powned-

La clip di Pow3r

Video 1Video 2