Lore di Apex Legends: le e-mail tra Hammond Robotics e il Sindacato

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come accennato nel precedente appuntamento, in cui è stato presentato Revenant (potete leggere l’articolo completo qui), l’ingresso del sicario cibernetico negli Apex Games era stato deciso dalle alte sfere della Hammond Robotics e del Sindacato.

In particolare si fa riferimento alle motivazioni in alcuni messaggi, in cui tale Jacob Young (esponente del Sindacato) e tale Cheryl Amacci (appartenente alla Hammond Robotics) discutono proprio della nuova leggenda.

Andiamo allora insieme a scoprire di cosa si tratta..

In questi scambi, i paragrafi in blu sono riferiti a Jacob Young, mentre quelli in giallo a Cheryl Amacci. Come possiamo notare le schermate tagliano alcuni stralci della conversazione, ma in ciò che è possibile vedere vengono svelate parecchie informazioni.

 

J: “Farò finta che non abbiate scritto che ve ne lavate le mani di questo assassino immortale che avete creato”

C: “Primo, è stato creato dai nostri predecessori, l’originale Hammond Robotics, o IMC come la chiamo io. Secondariamente, sai quanti Simulacrum che vivono nella Frontiera hanno avuto crolli psicotici? Uno. Questo. Conoscevate i rischi, e questo ha superato il limite quasi cento anni fa. Infine, per quanto riguarda le vittime, non avete mai avuto problemi per quanto riguarda i danni collaterali. Non iniziate ora perché sono del Sindacato”

J: “Quale parte di ROBOT ASSASSINO IMMORTALE non capisci? Ci deve essere un altro modo per fermare questa cosa. E non iniziare con il codice sorgente. Non possiamo accedervi. Ci sono dei problemi”

C: “Che tipo di problemi?”

J: “Diciamo che il “sistema di sicurezza” funziona un po’ troppo bene, e mi limito a questo. Quindi? Ci mettiamo seduti e aspettiamo che questa cosa ci uccida?”

C: “Cavolo, hai ragione. Non avete davvero alternative. Se solo ci fosse un modo per tenerlo occupato, e allo stesso tempo tenerlo d’occhio. E’ un peccato che non conosciate una competizione per assassini in cui nascondere il vostro robot assassino…”

I due stanno chiaramente discutendo dell’irruzione di Revenant all’interno della sede di Talos della Hammond Robotics. E’ evidente già in queste prime battute che Revenant è legato a doppio filo ad entrambe le organizzazioni. La Hammond Robotics è responsabile della sua esistenza, e a quanto pare era un sicario al soldo del Sindacato. Viene anche menzionata la IMC, che identifica all’interno della lore di Titanfall 2 (il gioco che ha ispirato Apex Legends, di cui è uno spin-off) un’organizzazione paramilitare dedita alla conquista di vari pianeti. Sempre da qui è tratto anche il concetto di Simulacrum, ossia un corpo cibernetico in cui è stata impiantata la coscienza e la memoria di un essere umano.

Ma andiamo avanti…

 

 

J: “E’ un serial killer. Lo introduci nei games e diventa una celebrità. Come apparirà agli occhi del pubblico? Non suona certo come il gentiluomo della Hammond, giusto?”

C: “I serial killer diventano delle celebrità molto prima. Ne so qualcosa Mr. Young. Inoltre chi ha REALMENTE ucciso? McCormick, certo. Ma potrebbe anche essere il suo primo omicidio per quanto ne sappiamo. Esattamente come per l’irruzione, i filmati della sicurezza non sono nitidissimi. E conosci la Frontiera. Ladri, truffatori, assassini. Se non ti trovi su Gaea o Psamathe Gaea sei circondato da questa feccia ogni giorno. Chiunque avrebbe potuto rubare quegli indirizzi e uccidere quella gente.”

J: “Stai proteggendo quella cosa?!”

C: “Sto proteggendo tutti noi. Se Revenant non può essere fermato, dobbiamo trovare un modo per controllarlo. Inoltre non hai appena detto che mancava un cattivo? Quel Nox è troppo ossessionato dalla scienza, e da quando ha iniziato a diventare paternalistico con quella ragazza non pensi si sia perso per strada?”

J: Revenant? Adesso diamo un nome a quella cosa? E parlando di nomi, è Caustic, non Nox

C: “Sì, ovviamente. Comunque, introdurre Revenant nei Games, dove può uccidere chiunque voglia e quando vuole, è l’unico modo per tenerlo sotto controllo. E sai che ho ragione”

Ecco quindi svelata la ragione per cui Revenant prende parte come nuova leggenda agli Apex Games. Il riferimento a McCormick, alias The Forge, e al suo omicidio, è già stato esplorato e analizzato nel precedente articolo.

Attenzione però alle ultime righe. Come possiamo vedere viene citato Caustic, il cui vero nome è Alexander Nox. Approfondiremo poi in un’altra occasione la sua storia. E’ però interessante notare come sin dal principio degli Apex Games, Caustic venga considerato il cattivo della competizione, cosa ben nota dagli atteggiamenti e dalla caratterizzazione del personaggio, tratteggiato come un sociopatico, quindi puramente malvagio. Ma c’è di più. Un riferimento a una non meglio specificata “ragazza”, verso cui Caustic sembra avere un legame, anche se non di sangue. A quanto si può intuire, pare che si sia preso a cuore questa sconosciuta, e in rete fioccano le supposizioni e le teorie più disparate sull’identità di questa persona. Ed anche di questo parleremo in uno dei prossimi appuntamenti.

Concentriamoci ora sull’ultima schermata…

 

J: “Che mi dici dell’altro tizio delle qualificazioni? Quello che è arrivato secondo, dietro a McCormick? Newcastle. Il regolamento dice che è lui il prossimo in lizza.”

C: “Trova una scappatoia. Io ne trovo almeno tre prima di colazione ogni mattina.”

J: “E il commissario?”

C: “Per favore. Nessuno ha più sentito nulla di quell’uomo da un anno. Potrebbe essere morto per quanto ne sappiamo. Altre scuse?”

J: “Consideralo fatto.”

C: “Congratulazioni Mr. Young, i nostri segreti sono ancora nostri, e riceverai il tuo demonio in un bel pacchetto regalo color rame cromato.”

J: “Hai ottenuto ciò che volevi. Buttiamolo dentro. Inoltre ho un altro osso da lanciarti. Volevo parlarti di Psamathe. Più nello specifico…”

Il gioco è fatto, Revenant è ufficialmente la nuova leggenda. Si fa cenno qui però ad un certo Newcastle, che avrebbe avuto diritto a partecipare dopo la morte di McCormick, avendo entrambi preso parte a una sfida di qualificazione per giocarsi l’ingresso negli Apex Games. Viene anche nominato un certo commissario, molto probabilmente una persona che sovraintende allo svolgimento dei giochi, del quale non si hanno notizie da un anno. Si ipotizza possa essere un organizzatore di questa manifestazione, e a detta di qualcuno può essere identificato come il personaggio con barba e capelli bianchi che ci aveva introdotto al funzionamento del gioco agli inizi, in pre-season 1, nel primissimo video introduttivo di Apex Legends.

 

La season 4 ormai è avviata, e a quanto pare la lore sarà tutta incentrata su Revenant. Man mano che usciranno altre informazioni esploreremo più nel dettaglio questo oscuro, tormentato e affascinante personaggio…

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701