dr disrespect

Dr Disrespect – Il confronto tra Apex e Warzone

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dr Disrespect, indiscussa star dello streaming FPS, ha recentemente espresso la sua opinione riguardo le grandi differenze che dividono Apex Legends dal battle royale di casa Activision, suggerendo che nel primo ci sia qualcosa di strano rispetto alla compagine.

É ormai costume del mondo FPS confrontare continuamente i titoli tra di loro e quanto più il loro playstyle si avvicina, tanto più il confronto viene bene e genera discussione. Questo é il caso ad esempio dell’eterna lotta tra CS e Valorant, le cui rispettive community sin dall’uscita dello sparatutto di Riot si combattono strenuamente, nella maggior parte dei casi creando ben poche discussioni costruttive.

Durante una trasmissione del 30 Aprile il Doc ha giocato prima ad Apex, con scarsi risultati e mentre si preparava a switchare su Warzone ha approfittato del tempo morto per fare un confronto alquanto inusuale.

”C’è qualcosa su Apex che… é diverso, su Warzone hai lo slide canceling, il movimento e tutto il resto, ma Apex ti stordisce” – ed ha continuato – ”Sapete, tutte quelle scivolate lunghissime… é interessante. Mi sembra diverso, la mira e tutto il resto sono proprio diversi”

“Non c’è nessun rinculo sulle armi, proprio zero. Quando gioco ad Apex mi sembra di usare AimLabs o qualcosa del genere, è difficile da descrivere. Tutto il comparto shooting, non sembra reale, non lo so. Ovviamente devo giocare molte più partite, devo migliorare assolutamente il looting, la velocità, il tempo…faccio ancora schifo.”

Il video con il commento del DOC

Insomma, secondo il Doc Apex sembra avere qualcosa in più che lo rende sì più arcade, ma in qualche modo anche più divertente e piacevole da giocare.

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con Dr Disrespect? Come al solito fatecelo sapere con un commento!

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701