WoD Zones Spotlight : Gorgrond

WoD Zones Spotlight : Gorgrond

Profilo di Anthrax
 WhatsApp

Gorgrond_WoW_Header_CK_760x270.jpg

Il nostro pericoloso viaggio tra le terre di Draenor ci porta oggi nelle infide giungle e negli insidiosi canyon di Gorgrond, dove forze primordiali sono impegnate in un’eterna battaglia.
Nel video di oggi, Powned.it vi mostrerà i più bei scenari di Gorgrond e lo scenario in cui i giocatori affronteranno, aiutati nientemeno che da Rexxar, uno dei figli di Gruul e un terribile generale dell’Orda di Ferro!

Dopo il video, invece, le ultime dichiarazioni sulla zona da parte dei progettisti Blizzard! Buona visione, e buona lettura!

[embedvideo id=”kY5pdNRHP5A” website=”youtube”]

 

Siamo qui insieme al progettista di gioco senior Steve Burke, il progettista di gioco associato Zachariah Owens e il progettista di gioco Ryan Shwayder per scoprire tutti i segreti che questa terra ha in serbo per voi.

Situata nella zona settentrionale di Draenor, Gorgrond è il luogo dove gli eroi affronteranno il loro destino: entrare nella leggenda o cadere in rovina, diventando cibo per rylak. Dopo lo scontro con l’Orda di Ferro (nella Valle di Torvaluna per l’Alleanza e nella Landa di Fuocogelo per l’Orda), questa terra splendida, brutale, e sconvolta da antiche ostilità è la vostra prossima destinazione.

A questo punto del viaggio, i giocatori hanno già affrontato e superato le insidie della Giungla di Tanaan, attraversando le magnifiche foreste della Valle di Torvaluna e le distese ghiacciate della Landa di Fuocogelo. Cosa li spinge ora ad avventurarsi a Gorgrond e quali misteri li attendono?

Steve Burke: Dopo aver assistito all’assalto iniziale dell’Orda di Ferro, i giocatori dovranno farsi strada attraverso Gorgrond con una manciata di alleati, per scoprire le intenzioni degli Orchi Roccianera e trovare un modo per intralciare i piani dell’Orda di Ferro. Si tratta di una pericolosa missione di ricognizione. Gorgrond è una terra di giganti in equilibrio instabile tra creazione e distruzione. È esattamente il tipo di posto dal quale chiunque starebbe ben alla larga… sempre che non provi un disperato desiderio di morire.

Gorgrond_LH_28_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpgGorgrond_LH_26_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpg

Gorgrond è una terra di giganti in equilibrio instabile tra creazione e distruzione.

I giocatori dell’Alleanza entreranno nella zona dalla costa orientale, dove avranno un primo assaggio di ciò che li aspetta. Il loro primo incontro sarà con un gruppo scelto di Draenei conosciuti come Guardaselve, rinchiusi nel loro accampamento nel disperato tentativo di sopravvivere all’assalto di infide creature dalle sembianze di piante. Al termine del conflitto, i giocatori si uniranno ai Guardaselve sopravvissuti per ritirarsi in una zona più interna della regione.

I giocatori dell’Orda, invece, entreranno nella zona da ovest, dove incontreranno il Clan Teschio Ridente. Questi Orchi sono folli, assetati di sangue e capaci di atti di estrema brutalità, ma con il passare del tempo le motivazioni dei loro gesti diventeranno sempre più chiare. I Teschio Ridente stanno combattendo per la salvaguardia del loro antico territorio, ma i continui assalti da parte delle fazioni rivali della zona non hanno fatto altro che trasformarli in esseri selvaggi e spietati.

Gorgrond_ZO_09_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpgGorgrond_ZO_15_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpg

Come descrivereste l’ambientazione della zona? Qual è il suo stile?

Steve Burke: Gorgrond è composta da due regioni ben distinte, ognuna delle quali riflette perfettamente la natura dei suoi abitanti. La regione orientale pullula di vita vegetale rigogliosa e laghi scintillanti. A prima vista sembrerebbe quasi un paradiso idilliaco, ma la realtà verrà ben presto a galla. La regione nordoccidentale non potrebbe essere più diversa: si tratta di una distesa arida e desolata, ma dotata comunque di un certo fascino; le fantastiche formazioni rocciose, insieme a geyser e pozze sulfuree contribuiscono a creare un’ambientazione vivida e interessante.

Gorgrond_ZO_06_WoW_Lightbox_CK_500x250.jpg

Zachariah Owens: La regione florida è in realtà l’opposto di ciò che sembra. Le creature che vi dimorano sono spietate e danno la caccia agli sprovveduti che entrano nel loro territorio, catturandoli, uccidendoli e poi infestando i loro corpi con spore vegetali o trasformandoli in fanghiglia da usare come fertilizzante. In pratica, ogni cosa in questa zona cercherà di uccidervi e mangiarvi, e non necessariamente in quest’ordine.

Gorgrond_ZO_00_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpgGorgrond_ZO_01_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpg

In pratica, ogni cosa in questa zona cercherà di uccidervi e mangiarvi, e non necessariamente in quest’ordine.

Secondo voi, quali sono i luoghi più interessanti da vedere?

Steve Burke: Per quanto mi riguarda, adoro le pozze sulfuree e i geyser perché mi ricordano la mia vacanza al parco di Yellowstone da ragazzo. Mi piace parecchio la progettazione dell’intera zona e credo che funzioni bene come sfondo per gli eventi che avranno luogo al suo interno.

Zachariah Owens: Le mie preferite sono le Sorgenti di Vespreterno. L’arcobaleno, il lago luminoso e le dimore dei Botani fungono da splendido contrasto con le ossa e i cadaveri marcescenti sui quali si è sviluppata l’intera regione. I magnifici Botani si muovono in lungo e in largo attaccando chiunque minacci il loro vivaio.

Gorgrond_ZO_17_WoW_Lightbox_CK_500x250.jpg

Ryan Shwayder: Quasi tutte le zone hanno caratteristiche affascinanti, ma due in particolare hanno attirato la mia attenzione. La prima è il Canyon dei Gronn. Esso pullula di mostri pericolosissimi ed è una distesa desolata in grado di infondere lo stesso forti emozioni. La seconda è Cuor del Groviglio, una giungla florida dove i Botani lavorano duramente per “coltivare” nuovi antichi da aggiungere alle loro armate. Gli antichi hanno affrontato con coraggio la loro debolezza al fuoco… ma dovrete avventurarvi nel profondo della giungla per scoprire come.

Gorgrond_ZO_12_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpgGorgrond_ZO_10_WoW_Lightbox_CK_250x130.jpg

Quali avamposti sarà possibile costruire a Gorgrond e che impatto avranno sulla propria Guarnigione?

Steve Burke:Gli avamposti che i giocatori costruiranno poco dopo l’arrivo su Gorgrond fungeranno da anteprima per gli edifici che potranno scegliere di includere nella loro Guarnigione. Stiamo parlando della Segheria e della Palestra.

La Segheria vi darà accesso al Segatronchi, un veicolo utilizzabile in tutta la regione dotato di abilità specifiche per aiutarvi a farvi strada tra la fitta vegetazione e raggiungere tesori e zone altrimenti inaccessibili.

La Palestra attirerà l’attenzione dei gladiatori, che sceglieranno di combattere al vostro fianco garantendovi un beneficio che incrementerà di efficacia in base alla vostra scaltrezza in combattimento. Completando l’intera catena di missioni, libererete un massimo di cinque gladiatori, ognuno dei quali dotato di diversi benefici.

Ma non è tutto. La scelta dell’avamposto determinerà anche in quale regione svolgerete le vostre missioni e il modo in cui affronterete l’Orda di Ferro.

Gorgrond_ZO_07_WoW_Lightbox_CK_500x250.jpg

Il nostro viaggio tra le lande di Draenor non è ancora finito. Altre fantastiche anteprime delle zone di Draenor vi attendono.

La Mappa di Draenor
La Mappa di Draenor

 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: