Toronto eSport: parla un ex dipendente e scoppia sui social la questione “stipendi”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il team Toronto eSport è stato sicuramente uno dei perni fondamentali dell’Overwatch Contenders NA fino alla Season 3 del 2018. Poi, tutto d’un tratto, son iniziate le brutte notizie per questa importante realtà esportiva canadese.

La squadra dell’Overwatch League di Toronto, i Toronto Defiant, per ovvie motivazioni ha reso unico il suo nome, mettendo dunque in crisi la realtà dei Toronto eSport che in sole 6 settimane avrebbe dovuto eliminare la dicitura “Toronto”, andando a cambiare tutti i loghi ed i nomi del brand.

La reazione del team a tutta questa situazione è stata però incredibilmente negativa: non riuscendo a trovare alcuna soluzione alternativa (ammesso che anche solo una soluzione sia stata effettivamente cercata) ideale per tutti, la dirigenza decideva di abbandonare in blocco la scena competitiva di Overwatch e di farlo a 360 gradi.
La vera bomba è però scoppiata solamente ieri (anche se c’era da tempo dell’aria molto pesante sopra questa situazione di TO Esports) quando l’ex responsabile di Overwatch del team Ryan Morrison ha dichiarato (riferendosi al suo ex boss dei TO Esports Ryan “Ramsey” Pallet): “solamente un proprietario che si rifiuta di pagare i suoi ex giocatori può darmi della sanguisuga e dirmi che non c’è posto per me nella società civile” andando poi a concludere con un ironico ringraziamento al suo ormai ex “evil owner”.

Non è stata ancora pubblicata alcuna risposta ufficiale in merito da parte del team ma l’argomento ha fatto molto discutere all’interno della community, anche perché non è assolutamente la prima volta che si scatenano dei polveroni attorno a questo team canadese.


Toronto eSport: parla un ex dipendente e scoppia sui social la questione “stipendi”
Francesco "CiccioCZ" Iezzi

Classe 99, ho la passione per i videogiochi, in particolare le Speedrun e per Overwatch, dove seguo molto il mondo competitivo. Amo i grandi classici PlayStation, in particolar modo Kingdom Hearts e pratico anche Speedcubing

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701