Overwatch League: trionfano ancora una volta Reign e Shock mentre i Gladiators si arrestano contro gli Spark

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

I Justice si trovano contro un muro, mentre gli Hunters non riescono a contenere la potenza dei campioni dello Stage 2

La giornata di stanotte della OWL ha visto riconfermati i nomi di alcuni team che in questo Stage stanno facendo faville: Shock, al top dall’inizio della Season, Reign e Spark continuano a vincere, ma andiamo a vedere come si sono svolti i match.

Washington Justice 1 – Atlanta Reign 2

La formazione di Atlanta trionfa ancora contro i Justice, che arrestano l’ascesa avuta nello Stage 4 contro un team anch’esso in risalita. Si tratta di un match estremamente combattuto quello tra le due formazioni, che vede i Reign trionfare di misura sulla prima mappa, Busan, mentre i Justice conquistano un pareggio dovuto in parte anche ai cambiamenti delle mappe Assault su Hanamura. La formazione di Washington, però, non ci sta ad andarsene senza lottare: su Hollywood, infatti, i Reign vengono fullholdati e tutto si decide nella quarta sfida su Junkertown, ed è proprio nello scenario australiano che Erster ed i suoi conquistano la vittoria con un 2-3.

Chengdu Hunters 0 – San Francisco Shock 4

Gli Hunters si devono arrendere: pochi team in questo momento possono competere con la formazione degli Shock, che lascia agli avversari solamente due punti nel corso di tutto il match, su Hanamura e Route 66. Le altre due mappe, Ilios e Hollywood, vedono la formazione cinese incapace di strappare anche solo un punticino agli avversari, che con la loro superba coordinazione e l’apporto fondamentale di Viol2t nel ruolo di Support fanno un altro passo avanti verso i playoff.

Los Angeles Gladiators 2 – Hangzhou Spark 3

La lotta tra Gladiators e Spark è senza quartiere, ma alla fine è la formazione cinese che esce vittoriosa da questo duello tra formazioni molto simili. Se il team di LA conquista la prima mappa, infatti, poi tocca ai loro avversari portare a casa un risultato utile su Anubis e Blizzard World, mentre la quarta torna di nuovo nelle mani dei Gladiators. Alla fine, però, sono comunque gli Spark a spuntarla, trovando una perfetta sinergia nella mappa tiebreaker, Ilios, che va infatti in mano loro, aumentando il loro prestigio nella Top 12 del torneo.

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.