Overwatch League: nei playoff dello Stage 2 gli Spark eliminano a sorpresa i London Spitfire

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

I Dragons, alla loro prima apparizione in un playoff, vengono subiti eliminati dagli Shock

Si è conclusa la prima giornata dei playoff dello Stage 2 di Overwatch League, ed i primi due match hanno rivelato già la prima sorpresa: oltre alla vittoria dei secondi arrivati agli scorsi playoff, i San Francisco Shock, contro gli Shanghai Dragons, gli Hangzhou Spark trionfano contro i London Spitfire, eliminandoli subito dalla competizione. Andiamo insieme a vedere come si sono svolti questi match.

Shanghai Dragons 1 – San Francisco Shock 3

Vittoria meritata per gli Shock sui Dragons, nonostante la buona partenza su Oasis del team cinese. Sulla mappa KOTH, infatti, i draghi se la cavano molto bene lottando alla pari con la formazione californiana e portandosi a casa un punto nel match per 2-1. Li, però, si arrestano i sogni cinesi: gli Shock danno il meglio di se sulle tre mappe seguenti: già su Eichenwalde l’avanzata furiosa dei Dragons viene stoppata nel secondo tratto del carico, prima del terzo punto, mentre su Parigi la formazione degli Shock, sul 2-2, prima conquista entrambi i CP da sotto il naso dei Dragons e poi non concede loro nemmeno un punto per sperare di potersi giocare la mappa. Il colpo di grazia arriva però su Rialto: il team di San Francisco conquista tutti e tre i punti in prima battuta mentre l’avanzata dei cinesi si arresta appena dopo il primo. Moth si rende protagonista del match con le sue qualità di supporto a tutto tondo, regalando ai fan un gameplay di altissimo livello.

Hangzou Spark 3 – London Spitfire 1

Una amara sorpresa ha atteso i fan degli Spitfire la scorsa sera, quando il team cinese degli Spark li ha eliminati dai playoff appena ai quarti. Come nel match precedente, anche qui il team perdente performa bene su Oasis, conquistando la vittoria della mappa per 2-1. Ma anche qui già dalla seconda mappa le cose cambiano drasticamente: da questo punto in poi, infatti, i londinesi non conquisteranno più nemmeno un  punto contro la formazione avversaria. Blizzard World è il primo esempio di questo trend, chiudendosi con un impietoso 3-1, e da li in poi per gli Spark è un match tutto in discesa: su Hanamura non c’è resistenza di sorta, e anche su Gibraltar i londinesi sembrano completamente assenti, assolutamente diversi dal team che abbiamo visto giocare fino ad ora. 1-0 su entrambe le mappe con Guxue che si conquista la posizione di MVP del match: il main tank cinese da uno spettacolo degno di un team di tier S, spesso ribaltando la situazione in modi creativi ed inusuali.

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.