Overwatch: il gioco di carte (unofficial)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Da poche ore sul nostro social impazzano i complimenti per il gioco di carte di Overwatch! No, NON è un progetto Blizzard bensì di un fan del gioco: Emanuele Galletto che abbiamo voluto intervistare prontamente.

Marco: Ciao Emanuele, puoi parlarci di come è nata questa tua iniziativa?

Emanuele: Ciao Marco, il progetto è 100% un “labor of love” dettato dalla mia passione per il mondo di Overwatch. Sono un game designer e grafico, quindi il mio modo per omaggiare un IP che amo, di solito, è crearci un gioco. Il gioco è non a scopo di lucro, le meccaniche sono abbastanza derivative, pescano a piene mani dall’infrastruttura di Star Wars: Destiny, con elementi di Magic e Gwent fra tanti altri.

Marco: Come funziona il gioco?

Emanuele: Il gioco è pensato come competitivo per due giocatori, ciascuno dei quali crea un mazzo di 30 carte. Si possono avere fino a due copie della stessa carta, e non più di 6 eroi dello stesso ruolo (offesa, difesa, tank, supporto). Durante il gioco, i partecipanti si alternano nelle proprie azioni: giocare carte (eroi o tattiche), attivare eroi perché generino dadi, manipolare e spendere tali dadi per utilizzare le abilità dei propri eroi o giocare altre carte… l’obiettivo è eliminare cinque eroi nemici prima che l’avversario faccia lo stesso con i vostri, oppure costringerlo a finire le carte nel proprio mazzo. Anche se il gioco ha due elementi di casualità, ossia le carte e i dadi, le opzioni di controllo e manipolazione sono onnipresenti così da garantire una guerra serrata.

Marco: Tra le altre cose abbiamo visto che esiste anche una versione di questo gioco anche per Tabletop Simulator è stata sempre una tua idea?

Emanuele: No l’ho pensato come cartaceo, poi un utente di Steam mi ha contattato e ha creato la variante per Tabletop Simulator (io sono un neanderthal che ragiona ancora in termini di cartaceo), purtroppo però questa versione non è aggiornata come quella stampabile.

Marco: Hai mai pensato di fare un edizione in italiano?

Emanuele: Si, ma al momento non ho decisamente tempo e preferisco che non ci lavorino altri, inoltre non credo che i testi degli effetti starebbero negli spazi, l’italiano è una lingua scritta lunghissima. La maggior parte dei gamer ad ogni modo capirà senza difficoltà, il regolamento stesso è molto semplice e corto.

Marco: Ti ringrazio per la disponibilità e spero di poter provare con gli amici questo gioco quanto prima.

Emanuele: Grazie a voi.

Se vi piace il gioco di carte di Overwatch potete contattare l’autore sui suoi social:
Facebook: Emanuele Galletto
Instagram: @roosterema
Marco "Mark0" Rao

Appassionato di giochi Blizzard fin dagli anni '90, al momento mi occupo di Overwatch a 360°.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701