La censura della Overwatch League colpisce ancora: stavolta viene bandito il simbolo “OK” dal pubblico dal vivo

La censura della Overwatch League colpisce ancora: stavolta viene bandito il simbolo “OK” dal pubblico dal vivo

Profilo di theGabro
 WhatsApp

Blizzard invita a non utilizzare il comune simbolo per via della sua (inventata) “connessione con i gruppi suprematisti bianchi”

La Blizzard si trova di nuovo inflessibile con i propri fan e con i meme. È toccato all’emote Trihard7, che molti ritenevano utilizzata in maniera discriminatoria nei confronti di Malik Forté, uno dei presentatori della Overwatch League, per via del colore della sua pelle. Poi la rabbia si è spostata su Pepe, la ranocchia particolarmente amata da 4chan, percepita come simbolo politico in quanto qualche fake news l’aveva messa in correlazione con la figura politica di Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti d’America. Nonostante questa connessione sia stata col tempo ampiamente screditata, i commissari della Overwatch League non si sono tirati indietro, anzi: nel giorno del suo compleanno Sinatraa, un giocatore dei San Francisco Shock, ha postato un Pepe in completo di festa proprio per festeggiare il suo diciottesimo compleanno. Questo tweet è in seguito stato rimosso, e Sinatraa ha scritto “ho dovuto cancellare il mio ultimo tweet, ma grazie per gli auguri”.

Ora la morsa si stringe attorno ad un altro meme, ben più antico sia di Trihard7 che di Pepe: si tratta del simbolo dell’OK, usato dai ragazzini di tutto il mondo (compresi quelli americani) per… tirarsi dei sonori cazzottoni a vicenda. Chi è nato tra la fine degli anni ‘80 e l’inizio dei 2000 si ricorderà sicuramente del periodo durante il quale tutti cercavano di far guardare gli amici attraverso un anello formato dalle proprie dita per poi mollare loro un pugno se si distraevano e lo notavano. Da lì si sono sviluppate poi moltissime regole sempre diverse: chi “bucava” con il dito l’anello poteva colpire l’altro, bisognava che fosse sotto l’altezza del mento…

“guarda il soffitto”, “guarda il pavimento”, “guarda il ripiano”
👌

Recentemente questo stesso simbolo, negli stessi connotati, è ritornato sulla faccia di internet come meme. Chiamato “The Circle Game”, lo scopo della competizione è la stessa: far guardare la persona dietro lo schermo in un anello, questa volta in fotografia o disegno, ma sempre formato da delle dita.

Su Internet, però, non ci sono solamente le foto: è molto semplice, infatti, trovare anche esempi video di questo meme, che solitamente fanno apparire l’OK in modo inaspettato. Molte compilation di questo meme possono essere trovate su YouTube, e ne ho inserita una qui di seguito. Attenzione, però, per chi è sensibile: spesso queste scene hanno colori lampeggianti e suoni molto forti.

4chan ha preso “possesso” anche di questo meme, trasformandolo in una controversia. Gli utenti della famosa imageboard hanno infatti convinto diverse testate che le dita unite in questo modo rappresentino un simbolo dei suprematisti bianchi americani. Qualche user, infatti, si è inventato un significato nascosto per l’OK: le tre dita tese simboleggerebbero una W mentre indice e pollice, in linea con il polso, rappresenterebbero una P; unendo le due lettere si ottiene WP, codice per White Power o potenza bianca, uno slogan molto amato dai suprematisti bianchi. Si tratta ovviamente di una invenzione, l’OK non è mai stato un simbolo razzista: secondo l’utente di 4chan “la sinistra ha scavato parecchio nella proprie idee lunatiche. Dobbiamo forzarli a scavare ancora”.

Il post incriminato: su 4chan si propone di convincere tutti che l’ 👌 sia un simbolo razzista

Tutto questo è un prologo per spiegare l’incidente avvenuto alla Blizzard Arena. Una persona, inquadrata durante un’intervista nello sfondo, ha alzato la mano formando proprio questo simbolo alle spalle del giocatore che stava rispondendo alla domanda. Una lamentela è stata rivolta alla Overwatch League attraverso Twitter ed ai fan in sala è stato chiesto di non usare quel gesto per le sue presunte denominazioni razziste. Il giornalista Rod “Slasher” Breslau ha esposto la vicenda in un post sul suo account Twitter, linkando anche la clip con l’incidente:

Anche il fan “colpevole” di questo gesto ha postato un tweet, senza però capire e puntualizzare la situazione: l’utente SteelTrainer, infatti, ha chiesto scusa per “non aver conosciuto il contesto”. Contesto che, però, non esiste, come moltissime persone gli hanno ricordato nei commenti. “Non hai fatto nulla di male” scrivono in molti, compresi il famosissimo caster DoA e un rappresentante di ESP Gaming Richard Lewis.

Un caso chiuso per tutti, quindi: l’OK non è un simbolo razzista, ma solo un gioco scemo che ha divertito molti studenti negli anni 90 e 2000 e che continua a circolare come scherzo su Internet vivendo attraverso un meme. Qualcuno, però, deve spiegarlo alla Blizzard, visto che non ha risposto a nessun tweet.

Overwatch2: Terminati i BETA TEST, addio alle LOOT-BOX!

Overwatch2: Terminati i BETA TEST, addio alle LOOT-BOX!

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Manca ormai pochissimo al lancio di Overwatch 2 che avverrà il prossimo 4 di Ottobre. Negli ultimi mesi abbiamo appreso dal team di sviluppo molte delle novità che verranno introdotte, ricordiamo: nuova composizione del party 5vs5, nuovi eroi, nuove mappe e modalità, il nuovo sistema relativo al “PASS BATTAGLIA” e molto altro.

Nel periodo di BETA TEST abbiamo potuto apprezzare l’attenzione che gli sviluppatori hanno dato alle opinioni della Community e i numerosissimi feedback pervenuti da chi ha testato il gioco. Il team di sviluppo più volte ha ribadito l’importanza di questo fondamentale aspetto e ci ha inoltre dato modo di rimanere costantemente aggiornati sugli sviluppi interni del gioco tra bilanciamenti e scelte stilistiche.

A poche settimane dal lancio vogliamo quindi fare un breve “recap” di quello che ci aspetta con l’early access del titolo e le ultime novità svelate da Blizzard.

INTRODUZIONE DEL BATTLEPASS

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Con l’evento speciale avvenuto il 16 di Giugno scorso abbiamo appreso la notizia che Overwatch 2 avrà un sistema di “PASS BATTAGLIA”, sistema già noto in moltissimi altri giochi similari, e prevede l’introduzione delle “season” aventi la durata di nove settimane ciascuna.
L’obiettivo del team di sviluppo è quello di introdurre con il passare delle season contenuti sempre nuovi tra cui; eroi, mappe, contenuti estetici e molto altro, così da avere un continuo e costante flusso di aggiornamenti e nuovi contenuti.
L’inizio della “season 1” coinciderà con il lancio del gioco in “early access” il prossimo 4 di Ottobre e porterà con se i nuovi eroi già annunciati, la nuova modalità “push” e più di trenta nuove skin. Per quanto riguarda il battle pass dovremo attendere l’arrivo della “stagione 2”, la quale introdurrà anch’essa nuove skin, un nuovo eroe e nuovi contenuti estetici.

ADDIO ALLE LOOT-BOX

l’introduzione del BATTLE PASS ha trascinato con se un ulteriore novità, già discussa nei mesi passati, l’eliminazione delle LOOT-BOX. Blizzard ci comunica che con la fine dell’evento “Anniversary Remix Vol. 3” che avverrà il 30 agosto non sarà più possibile acquistare in alcun modo i forzieri. Tenete a mente che sarà comunque possibile vincere i forzieri standard come ricompensa del completamento di attività e con la progressione del livello account.

TERMINATE LE SESSIONI DI BETA TEST

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Purtroppo il team di sviluppo ci rende noto tramite un tweet che non ci saranno ulteriori sessioni di BETA TEST prima del lancio ufficiale del gioco.
Il Vice Presidente di Blizzard Entertainment Jon Spector rende noto al pubblico che il gioco è ormai pronto per il lancio e che quindi non si rendono più necessarie ulteriori sessioni BETA.
La scelta di Blizzard è comprensibile, ora è il momento di concentrarsi sulle ultime ottimizzazioni del gioco e prepararsi per il lancio ufficiale, offrendo così un gioco funzionante ed un lancio senza “intoppi”.

Ricordiamo che Overwatch2 adotterà il modello Free To Play e che il lancio è previsto per il 4 ottobre 2022 su PC, PS, XBOX e Nintendo Switch.

Voi della Community cosa ne pensate di queste ultime novità? siete pronti per il rilascio del gioco? Non dimenticate di dire la vostra a riguardo.

Articoli correlati:

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Junker Queen: in anteprima le ABILITÁ della prossima eroina di Overwatch 2

Call of Duty: chi sono i giocatori migliori delle finali 2022, ed i più ricchi di tutti i tempi!

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:
Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con il lancio di Overwatch 2 in quel di Ottobre, pare proprio che Blizzard sia pronta a cambiare un bel po’ di cose, tra cui anche l’attuale sistema di livelli, cosa che non ha fatto molto piacere ai giocatori.

L’attesissimo revamp del brand di Overwatch porterà con sé, come ormai noto, una grande quantità di novità, tra cui la modalità 5v5, un nuovo sistema classificato e molti rework per gli eroi già presenti nel gioco.

E da poco confermate anche le voci che volevano l’attuale sistema di livelli rimossi dal gioco. La notizia ha immediatamente fatto il giro del web, raccogliendo un certo… ”disappunto”.

Overwatch 2, tra livelli rimossi e giocatori furibondi

In un recente Q&A, gli sviluppatori di casa Blizzard hanno purtroppo confermato l’infausta notizia. Ecco le parole che hanno usato per spiegare questa mossa molto impopolare:

”Abbiamo ancora in programma di rimuovere i livelli da OW2, ma vogliamo anche celebrare questo risultato e questa impresa. Il piano è quello di mostrare il tuo livello ottenuto fino ad Ottobre nel tuo profilo, una volta che avremo effettivamente lanciato OW2″.

Queste qui di seguito non sono altro che alcune delle numerose critiche ricevute dai Devs nelle ultime ore:

”Perché non potevano semplicemente far ricominciare tutti da capo al livello 1?”

”Avere un sistema di livellamento in un gioco PvP è una caratteristica così basilare che mi sconcerta che abbiano deciso di rimuovere una funzione pensata per incentivarti a continuare a giocare.”

“Sembra che tutti gli XP che hai guadagnato in 6 anni non contino niente! Ero così felice di arrivare al livello 500, un mese dopo hanno detto che nessun livello sarebbe stato presente in futuro. È triste”.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: