Voi, giocatori di Overwatch: smndrl

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Secondo appuntamento con la nuova rubrica di Powned pensata per far conoscere gli Italiani su Overwatch alla nascente ma già tosta community, nell’attesa del secondo torneo italiano di Overwatch della prossima settimana.

Stavolta tocca a smndrl!

Come hai conosciuto Overwatch e perché ti ha entusiasmato?

Il gioco l’ho conosciuto grazie al mio lavoro, organizzo eventi legati al mondo dei videogames. Ho saputo dell’esistenza di questo titolo non appena è trapelata la notizia da Blizzard. Essendo da sempre appassionato di FPS e grande estimatore dei titoli Blizzard ho subito segnato OW come gioco da provare.

Hai mai provato titoli multiplayer simili? Hai giocato a livello competitivo in altri titoli multiplayer celebri?

Penso di aver provato praticamente tutti i titoli FPS competitivi da PC. Ho giocato a livello competitivo diversi anni fa a Call of Duty, Call of Duty 2 e Call of Duty 4 vincendo due titoli nazionali e diverse altre competizioni anche a livello europeo.

Da quanto sei in Beta e come hai ottenuto l’accesso?

L’accesso l’ho ricevuto per vie lavorative e gioco da circa un mesetto.

In quale ruolo preferisci giocare e quali sono i tuoi Eroi preferiti? Quali invece quelli che proprio non riesci a padroneggiare?

Sicuramente prediligo i ruoli d’attacco e i miei PG di riferimento sono Reaper e Soldier. Al vostro torneo ho utilizzato Mercy, Lucio e Winston, diciamo che mi adatto. Sicuramente Eroi come Simmetra e Zenyatta non sono tra i miei preferiti. Troppo fuori dal gioco per i miei gusti.

Quale skin hai voluto procurarti al più presto?

Le uniche skin che ho comprato sono quella Corvo di Reaper e la Gold di Soldier. Per le altre ho sculato nelle casse. 😀

In quale mappa ti trovi più a tuo agio? Quale invece proprio non sopporti?

Hollywood per Reaper è la mappa top a mio avviso e mi ci trovo benissimo. Ha tantissimi spot per la Q così come King’s Row. Anche le nuove Ilios e Route 66 sono molto belle. Trovo insopportabili le terze parti di Torre di Lijang e Nepal.

Hai una tua Play of the game che ricordi come particolarmente epica? Ti va di raccontarcela?

Non avendo fatto tornei a livello competitivo né match particolarmente importanti mi risulta difficile trovarne una memorabile. Come ho scritto prima su Hollywood è molto semplice portare a casa 4-5 kill con la Q di Reaper. In una partita contro alcune scimmie da passeggio sono riuscito a fare full team buttandomi dal palazzo più alto del set western infilandomi alle spalle dello scudo di Reinhardt e davanti al loro support. 😛

In pochi mesi Overwatch è cambiato parecchio arricchendosi di molte funzioni: cosa dovrebbero introdurre ancora gli sviluppatori per farti proprio felice?

A parte qualche eroe leggermente da bilanciare girerei la domanda in questo modo “cosa non dovrebbero aggiungere gli sviluppatori?”. Per me il gioco è già completo, il matchmaking in rapida sicuramente può essere migliorato. Essendo un giocatore old school non sono un amante dei sistemi MMR, missioni del giorno etc. Meno roba c’è e più il gioco resta simile ad uno sport e meglio è. Una cosa di cui sento abbastanza la mancanza è la possibilità di vedere le stats di tutti i giocatori a fine partita. Capisco che sia una scelta voluta per non creare frustrazione nei player “scarsi” che possono accontentarsi di qualche medaglietta ma le stats complete a fine partita servono per migliorarsi in relazione agli altri.

Anche se è presto parlare di e-Sport nel caso di un gioco in Beta, pensi che Overwatch avrà un buon seguito in Italia? Perché?

Il gioco ha tutto per sfondare sia su PC ma credo soprattutto su consoles vista la maggiore utenza su queste piattaforme in Italia. Il problema nel nostro paese è che anche giochi stragiocati come LoL non hanno la rilevanza che hanno in Germania, Francia, Svezia e in tutto il resto d’Europa. Siamo molto indietro e non credo che OW scapperà da questa casistica.

Continuerai a giocare a livello competitivo? Tenterai magari addirittura la carriera di pro?

Sicuramente compatibilmente con i miei impegni lavorativi mi concentrerò molto su questo gioco a livello competitivo. Per la carriera da pro come ho spiegato sopra in Italia penso sia praticamente impossibile.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701