Disastro Dynasty: i coreani perdono ancora (mentre i Valiant diventano primi della classe)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Un’altra infuocata giornata di Overwatch League si è conclusa ed ancora una volta giungono dagli Stati Uniti notizie contrastanti riguardo la situazione di molte delle franchigie impegnate nel campionato.
Le tre partite che si sono disputate hanno visto alla loro conclusione tre fondamentali risultati che certamente caratterizzeranno non solo questa giornata ma molto probabilmente anche le prossime in arrivo.
Nella prima sfida abbiamo assistito ad una vittoria dei Los Angeles Valiant sui Dallas Fuel, una partita decisamente bilanciata che potrebbe avere effetti devastanti sulle truppe texane dei Fuel.
Questo perchè Dallas, pur condividendo con molte altre squadre fanalino la coda della classifica, ha sempre dimostrato di poter avere quel qualcosa in più rispetto a Dragons e Mayhem ma non è mai riuscita a finalizzarla in modo netto e chiaro con una vittoria importante.

Contro i Valiant, attuale squadra di testa, nessuno avrebbe mai potuto immaginare una partita come quella che si è effettivamente svolta. I Fuel aprono la serie con un pareggio 4-4, perdono la seconda e la terza sfida con un match di differenza per poi arrendersi definitivamente in Gara 4, dove perdono 3-1 salutando ogni possibilità di vittoria.
Una squadra che dimostra di saper tenere testa ad una prima della classe (e non è certo la prima volta che vediamo una cosa del genere da parte dei Dallas) può interpretare questa cosa in due modi: sforzandosi ancora di più a trovare una meritata continuità positiva nei risultati (le potenzialità ci sono tutte…sta solo ai Fuel indirizzarla nel modo migliore) o rischiando di cadere in un baratro di frustrazione dovuta alla mancanza di vittorie che può solo far peggiorare una situazione già difficile.
Per i Valiant ovviamente è tutto diverso e forse, per la prima volta, fanno davvero paura anche alle squadre dell’est.

Guarda Full Match | Los Angeles Valiant vs. Dallas Fuel di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Nella seconda sfida abbiamo assistito ad una partita solo apparentemente meno importante con i Dragons da un lato e gli Shock dall’altro.
Vinceranno i ragazzi di San Francisco che con questo risultato pongono una chiara differenza tra loro ed i Dragons, portando a casa la seconda vittoria iridata che li mette in coda, udite udite, ai Seoul Dynasty.
Per i Dragons nessuna novità invece, continuano a perdere partite su partite, attaccandosi al petto con sempre maggior forza, ogni giornata che passa e loro malgrado, lo status di squadra materasso della competizione: contro Shanghai hanno vinto tutti ed in più occasioni…probabilmente quando arriverà una vittoria per loro sarà già troppo tardi e la speranza è che la dirigenza si sia già messa a lavoro in chiave 2019 dato che del 2018, speriamo, non resti che un ricordo vago e lontanissimo.

Guarda Full Match | San Francisco Shock vs. Shanghai Dragons di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Passiamo ora alla terza ed ultima sfida della notte che ha visto i Dynasty contrapposti ai Gladiators. Sfida certamente di vertice con l’unica differenza che i Dynasty, fino a qualche tempo fa, erano la squadra da battere.
Con questa nuova sconfitta molti degli addetti ai lavori hanno iniziato a pensare che, forse, le prestazioni iniziali di Seoul erano più date dal fatto che questa squadra era già equilibrata ed i componenti del roster avevano molto feeling tra loro, che non per altro.
Ora che anche molte altre franchigie hanno trovato un deciso assestamento, Seoul fatica, perde ed arranca ed ora si trova in sesta posizione con una partita in più rispetto a 2 inseguitrici che possono superarla.

Nella peggiore delle ipotesi domani mattina avremo i Dynasty nella parte bassa della classifica, con l’intera regione asiatica che si continua a chiedere cosa stia accadendo nei due team che rappresentano svariati milioni di giocatori.

Guarda Full Match | Seoul Dynasty vs. Los Angeles Gladiators di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.