Conosciamo meglio Pine, la sorpresa dei New York Excelsior!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Abbiamo assistito alla prima settimana di Overwatch League, e un nome in particolare  sulla bocca di tutti: Pine. Il cecchino dei New York Excelsior dai capelli color gomma da masticare ha monopolizzato la scena della competizione, pur giocando solo due mappe.
Pine ha debuttato nella competizione contro i Boston Uprising, giocando solo su Ilios. Stessa cosa anche contro gli Houston Outlaws.

Gli eroi giocati sono stati Widowmaker e McCree, e quanto sembravano naturali quegli headshot… Il ragazzo predice con una tale precisione gli spostamenti dei suoi avversari, che sembra che spari a delle paperelle, non a dei top player.

Il nostro Pine ha però iniziato la sua carriera nel mondo dei videogame competitivi ben prima dell’uscita di Overwatch, precisamente con Team Fortress 2. Sappiamo tutti che Team Fortress 2 è un first person shooter proprio come Overwatch, e che il team di Blizzard ha tratto molta ispirazione da questo titolo per dar vita al nostro videogioco preferito. Dicevamo quindi, Pine ha iniziato ad ottenere popolarità nel 2013, giocando nella Team Fortress 2 UGC League, e spopolando su YouTube.

All’uscita della beta di Overwatch Pine non ha perso tempo, e si è subito fatto notare nella scena competitiva coreana. Le sue abilità da sniper in TF2 sono state perfettamente traslate su Widowmaker, e dopo poco il player ha firmato con i LuxuryWatch Red, per rimanervi durante buona parte della sua carriera. Nonostante un grande successo iniziale, i LW Red hanno iniziato a perdere colpi, fino a che Pine non ha deciso di passare ai LW Blue, proprio nel periodo in cui l’intero roster veniva rilevato in vista dell’Overwatch League.

Ad oggi non sappiamo se i NYX abbiano intenzione di impiegare Pine soltanto come abbiamo già visto, o di dargli più spazio in futuro. Ciò che sappiamo è che questa settimana i NYX affronteranno entrambe le squadre di Los Angeles, e per nessuno dei due match è prevista Ilios come terza mappa. Noi tutti non vediamo l’ora di osservare il talento di questo ragazzo impiegato su altre mappe, e probabilmente saremo presto accontentati.

Fonte: Dot Esports

Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701