Guida ai mazzi di Magic Arena: Guida a Temur Clover

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo il Mondiale il formato Standard a quanto pare ha un nuovo Re, e non è nessuno dei mazzi visti al più importante torneo della stagione competitiva, bensì il vincitore del noto Dreamhack! Eccovi la guida a Temur Clover.

Quando Vitor Damo da Rosa ha vinto il torneo ad Honolulu con il suo Azorius Control in molti hanno pensato che, soprattutto su MTG Arena, si sarebbe avuto un meta formato principalmente da questo archetipo. Per un piccolo periodo è stato così, ma alcuni fattori hanno tappato le ali del nostro amato mazzo control relegandolo in una posizione secondaria all’interno del meta. Infatti, come già detto sopra, al Dreamhack, come nella ladder di MTGA, a trionfare è stato una vecchia conoscenza dello standard ovvero: Temur Clover. Eccovi la nostra guida!

TEMUR CLOVER BY LITTLEBEEP

Aaron “littlebeeP” Gertler ha riportato in auge uno dei mazzi più iconici dello standard pre Theros Beyond Death prendendosi il primo posto sia nella ladder che al Dreamhack!

Il mazzo era nato con Throne of Eldraine dato che il 90% delle carte non esisteva prima di quella espansione. La strategia di base è molto semplice, sfruttare la sinergia tra Lucky Clover e tutte le magie avventura presenti nel mazzo. Ma andiamo a vedere nel dettaglio come funziona tutto ciò.

@wizardofthecoast art by John Stanko
@wizardofthecoast art by John Stanko
PERCHE’ GIOCARE QUESTO DECK

Temur Clover era sparito a causa di un meta poco favorevole, ma Theros Beyond Death ha riportato in auge tutti quei MU che rendono questo deck davvero micidiale.
Ha un gameplay davvero molto vario e stimolante, la sinergia tra Lucky Clover e le avventure lo rendono difficile da gestire sia per i control che per i mazzi aggro, può vincere quando meno te lo aspetti e in modi totalmente diversi tra loro.

SCELTA DELLE CARTE

Lucky Clover: non credo serva dire molto su questo artefatto. Lui è il motivo per cui questo mazzo esiste e per cui vince tanto. Senza sarebbe semplicemente un mazzo “giocabile”.

Edgewall Innkeeper: Il piccolo Gerry Scotti ci aiuta a creare un vantaggio carte senza senso non facendoci mai finire la benzina. A turno uno non vogliamo fare altro ( in linea di massima).

Fae of Wishes: Questo gruppo di fatine ha visto gioco nella prima versione di Jeskai Fires, ma è in questo mazzo che ha mostrato la sua vera forza. Ci aiuta a resistere contro i mazzi aggro e ci permette di andare a prendere dalla side tutte quelle carte che potrebbero farci vincere. Con Clover non dobbiamo pensare nemmeno troppo a cosa prendere dato che riusciremo a prendere almeno due carte diverse.

Bonecrusher GiantLa nostra rimozione preferita! Con due mana uccidiamo tutte quelle creature fastidiose nei primi turni e eventualemente spariamo anche in faccia al nostro avversario. Senza contare che in versione creatura è un 4/3 che picchia e para come un fabbro.

Brazen Borrower: Questa amabile fatina risolve board difficili da gestire per chiunque non possa copiare le proprie spells. Picchia tantissimo e vola pure, per fare meglio di così dovrebbe anche poter parare.

Lovestruck Beast: La bestia più dolce delle fiabe è il nostro cavallo di battaglia, è fortissima in attacco, dando di base 4 turni di vita al nostro opponent se non la blocca, ed è il nostro muro in difesa. Ha scritto sopra ” gestiscimi o muori, con amore, Beast”

Beanstalk Giant: Questo gigante buono ci permette di creare un quantitativo di mana esagerato, rendendo il nostro vantaggio nei confronti dell’opponent davvero asfisiante. Spesso non dovrà nemmeno attaccare il nostro avversario in quanto andremmo a sacrificarlo con Fling andando a infliggere al nostro avversario quei danni che ci separano alla vittoria, poco cambia se sono 7, 13 o 20 perchè il gigante sarà sempre grande abbastanza.

Escape to the Wilds: Questa è una delle poche carte senza avventura nel nostro mazzo. Nella migliore delle ipotesi a turno 4 potremmo giocare lei e una delle carte che vedremo grazie al suo effetto. Inoltre al top deck è la carta migliore che possiamo sperare di pescare perchè ci farebbe ripartire come se non avessimo mai giocato nemmeno una carta dalla nostra mano.

@wizardofthecoast art by Tyler Walpole

The Great Henge – Incubation // Incongruity: Questi sono i due slot a discrezione del player. Personalmente credo che ci siano poche alternative migliori di queste due carte, sicuramente Henge è una bomba che difficilmente non vogliamo avere main deck.
   

I MATCHUP

Matchup ottimi: Control Deck

Questi deck fanno fatica a rimuovere le nostre carte chiave in G1 e in G2 spesso devono decidere quale carta gli fa più paura andando a cambiare alcune rimozioni permettendo ad altre nostre minacce di essere “salve”. Quello che ci permette di avere Mu così positivi contro i control è Lucky Clover. Questo perchè il nostro avversario dovrà affrontare più di una minaccia alla volta e spesso dovrà decidere quale magia counterare lasciando risolvere qualche effetto poco desiderato.
Oltre a questo, il mazzo tende a forzare una wratta di quarto turno rendendo il nostro quinto turno la vera chiave di volta del match.

Matchup buoni: Ramp deck  e MonoRed.

Contro i mazzi ramp (simic/sultai/bant) le nostre carte migliori sono senza dubbio le Brazen Borrower perchè ci permettono di rimbalzare minacce o bloccanti che difendono Nissa. Il MU è molto tirato ma grazie a Fae of Wishes possiamo andare a prendere alcune carte che potrebbero ribaltare la partita. Clover ci aiuta a risolvere più pezzi alla volta mandando indietro di molti turni il nostro avversario.

MonoRed è il classico MU dove vince chi parte più veloce. Noi possiamo gestire le sue minacce grazie alle nostre spells interattive, come sempre parlo di Borrower e Giant, oppure imponendo dei blocchi importanti come Fae of Wishes e Lovestruck Beast.  La cosa importante è tenersi sempre una risposta per la sua giocata di Embercleave che è l’unico modo che ha per ucciderci velocemente.

Matchup brutti: Temur Reclamation e Jeskai Fires. 

Questi due MU basati entrambi sugli effetti di una carta sola, con bassa, o addirittura zero, interazione con l’oppo e pochissima presenza sul board fino a quando non chiudono sono i nostri incubi peggiori. Le carte elogiate fino ad ora non risultano così incisive, ci servono solo a rallentare una fine che spesso è scontata. Le carte di side possono aiutare ma non sempre risolvono la partita. La differenza in questi MU è tutta nella testa del giocatore, ogni errore del nostro avversario andrà punito, ogni spiraglio per accelerare la nostra race va sfruttato.

SIDEBOARD GUIDE

Come si può notare dalla lista, e dalla presenza di Fae of Wishes, la sideboard in questo archetipo è qualcosa di molto particolare. Tutti i vari 1x presenti sarebbero assurdi e contro producenti in qualsiasi altro mazzo. La nostra fatina però ci permette di poterli sfruttare a pieno.
Per questo motivo non ci sarà una vera e propria guida alla side ma semplici consigli personali che ritengo molto utili:

VS Control Deck:

Il mazzo sta talmente bene da non avere bisogno di cambiare nulla. Qualsiasi carta in side è troppo situazionale per essere inserita nel main deck, bastano le nostre fatine e la nostra strategia di base per imporci.

VS Temur Reclamation/Jeskai Fires:

I due archetipi si assomigliano come detto sopra, perciò le carte che solitamente inserisco sono le stesse: + 3 Aether Gust + 1 Return to Nature -1 The Great Henge – 1 Lovestruk Beast – 1 Incubation – 1 Fae of Wishes
Eventualmente si può pensare di inserire Mystic Repeal ma preferisco prenderla eventualmente con Fae of Wishes.

VS MonoRed:

Nonostante il MU sia abbastanza buono il mazzo ha molte carte subottimali che vanno assolutamente tolte.
+ 3 Aether Gust + 1 Domri’s Ambush + 1 The Great Henge – 1 Incubation – 3 Escape to the Wilds – 2 Beanstalk Giant .
Si può inserire anche Storm Wrath ma togliendo due giganti vedere il secondo rosso non è facile. Come detto sopra, Fae of Wishes in questo MU non vengono tolte dato che sono un ottimo bloccante, non dovete temere di giocarle come creatura a turno 2.

VS Ramp Deck:

Il Mu è abbastanza buono da non dover richiedere grandi modifiche.
+3 Aether Gust + The Great Henge – 1 Incubation – 2 Fae of Wishes -1 Escape

@wizardofthecoast art by Wylie Beckert

CONSIGLI VARI

Questo non è un mazzo facile da giocare, si impara qualcosa di nuovo a ogni partita. La variabile di poter attingere alla side in qualsiasi momento permette di avere moltissima imprevedibilità. Vi consiglio di tenere sempre la decklist a portata di mano perchè è probabile che tra le 75 carte ci sia quella capace di risolvere una situazione orribile.

E’ necessario sapere che se la magia avventura originale non trova un target valido andrà persa e direttamente nel cimitero. Quindi se avete paura di un counter o di una qualsiasi voglia risposta del nostro opponent scegliete con cura i vari bersagli, non preoccupatevi se perdete la spells. Prima va risolta sempre la minaccia.

Il mazzo gira meglio se sfrutta tutto il mana a disposizione, non abbiate paura di fare una Fae of wishes a turno due con Innkeeper in campo, il pescare una carta è un vantaggio notevole, soprattutto ci permette di tenere delle mani non bellissime.

Fate attenzione, quando è possibile, di giocare Innkeeper protetto, non vogliamo giocarlo a turno uno per vederlo morire male senza pescare nemmeno una carta. Per questo motivo spesso è meglio partire con una pedina di Lovestruck Beast che con Innkeeper.

Credo sia giunta la fine di questa guida, se volete vedere il mazzo in azione vi lascio un video QUI.

Questi invece sono i miei social e il gruppo facebook di MTGA più grande in italia!
TWITCH
YOUTUBE
FACEBOOK
INSTAGRAM
GRUPPO MTGA FACEBOOK

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701