Ha ancora senso parlare di “Metagame definito” in Magic?! (Video)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp
Il metagame, essenzialmente, è la descrizione di ciò che giocano gli altri.
Il metagame può essere definito, indefinito, o un misto dei due. Un metagame definito è una situazione in cui è chiaro quali mazzi verranno giocati e la proporzione in cui troveremo quei mazzi a un torneo (non metto la definizione degli altri due tipi perchè è deducibile).

Ho voluto iniziare questo articolo con la definizione di Metagame, presa da un vecchio articolo Wizards che potete leggere qui. La domanda è semplice, la risposta assai complicata; ho provato ad argomentare: trovate tutto nel video qui sotto, e un riassunto finale per punti.

(Clicca qui per iscriverti al mio canale YouTube, per non perderti nessuna novità del mondo Magic!)
(Qui invece il mio canale Twitch, con dirette frizzanti e improvvise: quattro risate sempre garantite!)

 

Gioco online, Arena: no!

  • Innanzitutto per l’algoritmo, così famoso quanto indefinito e indefinibile; Arena potrebbe matcharvi con lo stesso tipo di mazzo se giocate voi un certo tipo di mazzo, o una carta particolare
  • Su Arena non tutti hanno tutte le carte, perciò (specialmente in Ranghi non Mythic) potreste trovarvi di fronte a mazzi completamente casual
  • Dobbiamo però scindere tra Standard e Historic, in quanto il primo ha un Metagame sicuramente più definito del secondo, a prescindere dai due fattori elencati qui sopra
  • Bo1 o Bo3 cambia molto, anche se spesso si fondono: predire ciò che maggiormente troveremo in uno dei due formati è praticamente impossibile
  • Discorso a parte sono i tornei organizzati (SCG, CFB ecc), dove la gente paga per partecipare e quindi, puntando a vincere, porterà i mazzi più forti. Attenti però alle sorprese dei weekend (vedasi Temur Superfriends e Simic Company in Historic)

Glorybringer è una Metagame card

 

Gioco online, MTGO: ni!

  • Con la possibilità di pagare per comprare carte, o noleggiarle (cosa che su Arena non è possibile), MTGO dà l’occasione a tutti di giocare i Tier deck, ma occhio…
  • Nelle leghe capita spesso che i Trophy leader, o alcuni grinder, giochino imperterriti gli stessi mazzi sempre, alcuni completamente fuori Meta, creando un nuovo Metagame (l’esempio di Mardu Pyromancer spiegato nel video)
  • Potremmo fare un discorso analogo per le Challenge settimanali, più simili ai GP cartacei, ma che spesso cambiano completamente Meta da un giorno all’altro

Urza's Saga e il Metagame Modern

 

Metagame definito in cartaceo: sì, ma occhio!

  • MTG è un gioco costoso, perciò ai grandi tornei troverete o Pro Player, o giocatori ben organizzati: difficilmente, fatta eccezione dei primi turni, dove potreste incontrare dei brewer, incontrerete casual players con casual decks
  • FNM e tornei in negozio fanno storia a sè, visto che la clientela è assai variegata, e quindi anche la scelta del mazzo non sempre è corroborata da uno studio del Metagame
  • Mancando però ormai da un paio d’anni GP (Magic Fest) e gli SCG cartacei da centinaia di persone, possiamo ancora realmente guardare al Metagame per portare un determinato mazzo, ma soprattutto una determinata sideboard, a un torneo?

Fblthp the Lost


Ha ancora senso parlare di “Metagame definito” in Magic?! (Video)
"Cochi88"

Giocatore di Magic dai primi anni 2000, amante della Cochina bella fresca, ricercatore seriale di topdeck mai visti prima

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701