EU Masters: un’amara sconfitta per i Racoon

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

L’EU Masters è un torneo difficile e poco clemente, specialmente se si parte dalla fase di play-in.

Racoon l’hanno imparato sulla loro pelle, dato che si sono dovuti arrendere alla forza incontenibile del team 7more7 nel knock-out stage. I polacchi hanno dimostrato una preparazione di altissimo livello, confermando la crescita stanno avendo le squadre della Ultraliga.

I Racoon vengono eliminati da EU Masters

Uno scontro impari

Nei giorni scorsi avevamo lodato le abilità dei Racoon, capaci d’imporre il loro stile di gioco durante il group stage dei play-in. Contro i 7more7 la storia è stata ben diversa. I polacchi sono scesi in campo pronti e preparati per affrontare il team italiano, sapevano cosa fare per poter arrestare l’avanzata di Rharesh e compagni. Non c’è mai stata partita, in nessuno dei due game disputati.

Il loro macro-game ha chiaramente mostrato il gap che, attualmente, c’è tra le squadre del resto d’Europa e quelle italiane. I polacchi sono stati capaci di prendere le strategie dei Racoon e sfruttarle a loro vantaggio, distruggendole fin dalle basi. Emblematico in questo senso, è stato l’adattamento di Senna (nel secondo game) per poter affrontare la Soraka di Rharesh.

I nostri team ancora faticano ad imporsi nel panorama continentale, perché in Italia mancano le basi per poter sviluppare delle infrastrutture adeguate al contesto di League Of Legends e degli esports in generale. PG Esports sta alzando l’asticella split dopo split, ma è chiaro che da sola può fare ben poco nei confronti del movimento italiano.

Il destino dell’Italia in mano ai Morning Stars

La cocente eliminazione dei Racoon pone un peso importante sulle spalle dei Morning Stars, che rimangono l’unico team italiano in corsa per EU Masters. Purtroppo, anche per loro, la strada non sarà semplice già a partire dal group stage.

I ragazzi di coach Cristo sono capitati in gruppo infernale, in cui sono presenti le due finaliste dello spring split del torneo. Non ci resta che fare il tifo per i campioni del PG Nationals, sperando che possano sovvertire dei pronostici non proprio positivi.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701