Naxxramas: Parla iI Nostalgico!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ieri sera, come tanti di voi, ho giocato nel secondo quartiere dell’espansione “La Maledizione di Naxxramas” sforzandomi e cercando di comprenderne le meccaniche ed i metodi per affrontarla con maggiore semplicità. 
Provato da più di 4 ore di lavoro sul torneo di Hearthstone, pago in Gold l’ingresso e mi trovo contro il maledetto e vecchio nemico Noth
Devo specificare una cosa prima di continuare: il creatore di questo post è perfettamente conscio dei problemi che ci sono stati ieri sera relativi al pagamento in gold…cosi come sa perfettamente (l’abbiamo pagato sulla nostra pellaccia) cosa vuol dire avere problemi di Log-In o dei Crash dei server… ma questo post non è stato creato con questo fine… parlerò del gioco e non dei problemi tecnici che possono essersi presentati.

XJ43EN8UVM4N1406624496976

 

Ricominciamo da dove avevamo lasciato… ero da poco entrato nel secondo quartiere quando, vedendo le meccaniche della Fight contro Noth (già solo per come e cosa sto scrivendo…la Nostalgia Mode è dannatamente ON) inizio a pensare che con questa espansione sia stato fatto il colpaccio… mi diverto con i miei amici li presenti per forse mezz’ora, lo battiamo, ricordiamo i tempi che furono della vecchia gilda in WotLK ed andiamo a caccia di Heigan!

Una volta contro l’Impuro vecchie incomprensioni si risvegliano…ed il Raid Leader che, perso nei meandri dell’eternità, è ancora in me si risveglia e, senza preavviso, molla un ceffone ad uno dei presenti in stanza…memore che quella volta di tanti anni fa fece wippare il raid perchè  non aveva visto quelle dannate onde infuocate! Maledette Wave…MALEDETTEEE!!!

Loatheb è invece, come al solito, molto timido ed educato…. mi ha meravigliato trovarlo cosi in forma…e non pensavo potesse essere un ottimo giocatore di carte; fatto sta che quando vedo apparire le spore (non ne sapevo nulla fino a quando non l’ho visto) è il Dramma… in modo automatico torno su Battle.net e clicco su WoW…stavo per premere gioca quando “Il Saggio” della casa mi ricorda: “Stak… gli articoli…Powned.it…”!

WoWScrnShot_082608_214239
“Il Saggio” mi ha fermato giusto in tempo… dopo pochi attimi ero arrivato qui Flaskato e cibettato…in attesa di un raid che non sarebbe mai giunto…

Vi chiederete perchè vi scrivo tutto questo. Dove voglio arrivare.
Bene, credo che questa espansione sia geniale. I creatori sono riusciti a bilanciare delle fight accessibili a tutti, perfettamente allineate al lore di World of Warcraft, tanto da scatenare la voglia di tornare a giocarci a chi non ci gioca più ormai da anni (forse è questo il reale motivo di Hearthstone? xD!!) e che assicurano (almeno nel mio caso ed in quello delle diverse decine di amici che ho che giocano ad Hs) sane e continuate risate (la sfida di classe del Cacciatore è stata clamorosa hehehehe!!!) durante l’esperienza di gioco.

Inoltre, le carte nuove consentono, ed a buon ragione, di stravolgere il meta di Hearthstone… che, a mio parere, è la cosa più importante: una bella ventata di aria fresca che permetta ai player di scatenarsi nuovamente nella creazione di mazzi completamente nuovi.

Espansione vincente, divertente e fedele alla Storia. Avrete sicuramente ragione a ricordare i problemi (la maggior parte dei quali provengono da un sovrautilizzo nel mondo del gioco stesso con conseguente affaticamento dei server ed effetti “collo di bottiglia”), ma La Maledizione di Naxxramas è l’ennesimo colpaccio di Blizzard… vittoria spiazzante su tutti i piani… e “Good Game” al Team di Irvine che si consacra definitivamente Leader indiscusso con un altro videogioco.

Cosa ne pensate voi dell’aspetto “Lore” di questa espansione? La Maledizione di Naxxramas vi è  fino ad ora piaciuta? Diteci cosa pensate!!

 

 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701