ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Le Carte di Hearthstone: Vol’Jin

Le Carte di Hearthstone: Vol’Jin

Profilo di Novox
 WhatsApp

Bentornati ad una nuova puntata di “Le Carte di Hearthstone“.  In questa puntata parleremo della nuova leggendaria del Prete introdotta con l’espansione “Goblin vs Gnomi”, Vol’jin!
Lo Shadow Hunter (cacciatore oscuro) Vol’jin è l’attuale capoguerra dell’Orda e capo della tribù dei Lanciascura (Darkspear).



 La sua storia e quella della sua tribù iniziano in un piccola catena di isole nella Valle di Rovotorto (Stranglethorn Vale) sotto la guida del maestro, nonché padre, di Vol’jin, il potente Witch-Doctor Sen’jin.
In questo periodo il “clan” troll era sotto costante tensione derivante dalle numerose invasioni di Murloc, ed in seguito ad una tremenda invasione da parte degli umani si ritrovarono decimati.
Solo con l’aiuto di Thrall (capoguerra al tempo) e degli orchi, i troll rimasti riuscirono a salvarsi ma tra le vittime si contava anche il capotribù Sen’jin, il ché portò alla successione per diritto di Vol’jin al comando dei Lansciascura. In debito con il capoguerra per averli salvati, Vol’jin giurò fedeltà e servizio all’Orda in nome della tribù.
Dopo che Thrall e i suoi se ne andarono, anche la tribù abbandonò la valle e salpò per il continente di Kalimdor dove si stabilì alle Isole Echo, lungo la costa orientale di Durotar.
Purtroppo per Vol’jin e i suoi le minacce non erano cessate; si ritrovarono in poco tempo attaccati dalla flotta del grand’ammiraglio dell’alleanza Daelin Proudmoore, padre di Jaina, e furono costretti ad evacuare le Isole Echo con l’aiuto Rexxar, Rokhan e Chen Stormstout. Durante questa battaglia Vol’jin mise la sua saggezza a disposizione dell’Orda e offrì consiglio a Rexxar e Rokhan nelle azioni da compiere sino all’agognata vittoria.

Vol'jin_Wei

Nuovamente i Lansciascura potettero tornare sulle proprio isole ma una nuova ed ennesima minaccia si presentò e questa volta era interna. Zalazane era membro della tribù e miglior amico di Vol’jin sin da quando entrambi erano piccoli. Egli venne portato alla pazzia dal proprio potere ed inizio ad utilizzare magia voodoo per controllare le menti degli altri membri della tribù, in modo che lo servissero.
Vedendo la propria tribù pian piano cedere al controllo di Zalazane, Vol’jin decise di abbandonare nuovamente le isole assieme ai troll incolumi rimasti e rifugiarsi sulla costa di Durotar, dove fondò il Villaggio Sen’jin, luogo dal quale organizzare un contrattacco per riprendersi le Isole e liberare i troll sotto il controllo del nemico. I servigi di Vol’jin però furono richiesti ad Orgrimmar dal capoguerra Thrall, dovette così lasciare la missione di riconquista a Gadrin, uno dei suoi migliori consiglieri.
Durante il periodo che vide Vol’jin impegnato al servizio dell’Orda ad Orgrimmar, furono numerosi i tentavi di riconquista delle Isole Echo ma nessuno si rivelò efficace, fino a che non fu proprio Vol’jin stesso che, con l’aiuto di un’armata di orchi (e soprattutto con l’aiuto dei loa), riuscì a sconfiggere Zalazane a riprendersi le proprio isole.

Durante gli eventi del cataclisma, lo Shadow-Hunter prestava ancora servizio ad Orgrimmar, ma ad un nuovo capoguerra, Garrosh Hellscream, nominato da Thrall. Tra i due non scorrevano buoni rapporti in quanto Vol’jin riteneva Garrosh non degno del ruolo, mentre quest’ultimo considerava i Troll una razza inferiore, non meritevole dell’Orda. Questo portò alla dipartita di Vol’jin da Orgrimmar verso casa, facendogli considerare seriamente se ritirare la tribù dall’Orda, nonostante sapesse che non era la mossa migliore.
La tensione che vi era tra i due si amplificò ancor di più durante l’invasione del continente di Pandaria quando la crescente brama di potere e conquista di Garrosh portò l’Orda a compiere atti meschini che andavano contro i principi di essa. Vol’jin tentò un’ultima volta di far ragionare il capoguerra ma la discussione non portò a niente di buono, anzi portò al tentato assassinio verso il troll da parte di un sicario, mandato da  Garrosh stesso. Il crescente malumore nelle altre razze Orda sommate a questo evento portarono agli eventi della rivoluzione, capeggiata proprio da Vol’jin che era sopravissuto. Insieme a Thrall, Lor’themar, Sylvanas, Baine e alle forze dell’Alleanza, questa volta alleate (scusate il gioco di parole), le forze della rivoluzione marciarono su Orgrimmar, dalla quale erano oramai state esiliate tutte le razze tranne gli orchi e pochi goblin, per liberare l’Orda dal comando di Garrosh e fermare la sua follia. Gli eventi dell'”Assedio di Orgrimmar” si conclusero con la prigionia di Garrosh e il posto vacante di capoguerra venne preso proprio da Vol’jin, nominato da Thrall e gli altri leader dell’Orda.

[embedvideo id="LwRHAm7Ip94" website="youtube"]

Passando all’effetiva carta, essa è considerata un’ottima leggendaria ed è oramai quasi un auto-include inogni mazzo prete. Il suo grido di battaglia è unico e permette di cambiare la vita di Vol’jin con quella di un altro minion, permettendo dei trade favorevoli e combo efficaci (Vol’jin + Holy Smite per esempio). Questa carta da sola ha completamente rivoluzionato il match-up più difficile per il prete, che era Handlock, rendendolo molto più equo ed in generale ha smussato la curva di mana del prete.

 

Svelato il regalo di Maggio di Twitch Prime Gaming per i giocatori di Hearthstone

Svelato il regalo di Maggio di Twitch Prime Gaming per i giocatori di Hearthstone

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Twitch Prime Hearthstone – Qualche mese fa vi abbiamo parlato dell’importantissima collaborazione tra Amazon/Twitch e Blizzard che ha reso possibile tutta una serie di ricompense che i giocatori, dei vari giochi Blizzard, potranno riscattare nei mesi.

Se già i giocatori hanno potuto prendere ben due leggendarie negli scorsi mesi, durante la serata di ieri è stata svelata l’ennesima ricompensa per tutti i giocatori iscritti ad Amazon Prime/Twitch Prime Gaming.

Questa volta non si parla di leggendarie, o almeno non sono assicurate, ma si parla di ben 3 pacchetti di carte Standard. Vi basterà riscattarli su Twitch (solo su PC) per poter subito aprire le tre bustine sul vostro account.

Quali sono i requisiti per la ricompensa?

Per poter riscattare la ricompensa, però, dovrete essere iscritti ad Amazon Prime e solo dopo questo passo potrete andare su Twitch, solo da PC, ed in alto a destra, cliccando sull’icona della coroncina, trovare le tre bustine da riscattare.

Per farlo dovrete collegare, poi, il vostro account Blizzard a Twitch per poter quindi riconoscere l’account sul quale ottenere le ricompense (anche quelle future ovviamente).

Da giocatori siamo felici di poter ottenere queste ricompense che, insieme alle vecchie e a quelle in uscita nei prossimi mesi, possono davvero darci la possibilità di accumulare una buona collezione di carte.

Che ne pensate di questi regali di Twitch Prime Gaming per Hearthstone?

Articoli correlati:

Misterioso teaser di Blizzard: in arrivo il miniset?

Misterioso teaser di Blizzard: in arrivo il miniset?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Miniset Hearthstone – È vero, è giovedì, ma davvero in pochi si sarebbero aspettati news particolari o aggiornamenti importanti ad Hearthstone. Eppure sembra essere arrivato un mini teaser molto ambiguo quanto interessante che potrebbe spoilerarci un grosso contenuto in arrivo.

Alle 19 in punto il profilo ufficiale Twitter di Playhearthstone ha pubblicato una serie di emoji molto particolari e sono in tanti che in questi minuti stanno cercando di decifrarli.

Il “testo” è semplice quanto ambiguo e presenta un’emoji di un polpo, due pugni che si contrappongono tra loro e dall’altra parte una “sirena” (per una visione migliore e più facile da capire, vi lasceremo in fondo il tweet).

È ipotizzabile credere che la sirena indichi i Naga e che gli emoji possano significare uno scontro/unione tra i Naga ed i pesci (ovviamente è tutta una nostra ipotesi). Comunque un contenuto del genere, non essendo in programma nessun tipo di Avventura, è accomunabile solo ad un eventuale miniset. AGGIORNAMENTO: in molti parlano anche di N’Zoth per il polpo che vediamo, idea molto più accreditabile.

A conclusione di tutto ciò, il tweet finisce con un “DOMANI” a dimostrazione di come la novità sia in arrivo già da domani. Qualora fosse davvero il miniset, difficilmente crediamo possa già essere disponibile, ma ipotizziamo che, invece, possa arrivare il trailer con l’annuncio e le prime carte. E settimana prossima potrebbe uscire il miniset.

Tutto ciò è credibile? Davvero siamo in procinto di vedere il nuovo miniset? Considerate che siamo a più di un mese e mezzo dall’uscita dell’espansione ed il periodo potrebbe essere perfetto.

Che ne pensate?

Articoli correlati:

In arrivo un veloce hotfix con un nuovo bilanciamento in Battaglia

In arrivo un veloce hotfix con un nuovo bilanciamento in Battaglia

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Hotfix Battaglia – La nuova Patch, 23.2, ha portato tantissimi cambiamenti non solo allo Standard, ma anche alla Battaglia, con i suoi bilanciamenti.

Ma se in questi giorni stiamo vedendo come il meta Standard sia molto variegato ed in cerca ancora di stabilità, per Battaglia non é proprio cosí.

Sicuramente i Naga hanno avuto un grande colpo dopo l’arrivo di vari nerf, ma Blizzard ha dovuto agire nuovamente per aggiustare una situazione.

Infatti tra le decine di aggiornamenti per risolvere bug e glitch, Hearthstone oggi riceverà anche un nuovo bilanciamento.

Stormscale Siren, la carta da Taverna 5 che a fine turno fa in modo che tutti i servitori con Genesi Magica lancino il proprio effetto su se stessi, verrà sostituito fino a nuovo ordine.

Stormscale Siren

La scelta dei dev é stata presa per la troppa forza della carta Stormscale. In combo con alcune delle migliori carte Naga assicurava la vittoria o comunque un vantaggio siderale. Per questo motivo verrà reworkata per poi tornare in futuro.

Al suo posto rivedremo Warden of Old che torna a Taverna 3, ma questa volta guadagna la dicitura “Naga“, che prima non aveva.

Warden of Old

Che ne pensate di questo inaspettato hotfix in Battaglia? Cambieranno subito le cose in nella modalità?

Articoli correlati: