Le Carte di Hearthstone: “Varian Wrynn”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

“I am the King of Stormwind and no one, not the naga, nor the Scourge, nor the fiery lords of the Burning Legion will keep me from my people!”

azvarianheader[1]

Varian Wrynn, chiamato anche Lo’Gosh il “Ghost Wolf” (lupo fantasma),  è il figlio del defunto Re Llane Wrynn, ed è il leader ad interim dell’Alleanza, oltre a ricoprire la carica di Re di Stormwind.
Sotto la sua guida, gli umani di Stormwind hanno portato l’Alleanza alla vittoria contro il Lich King in Northrend e, contemporaneamente, hanno sostenuto importanti partecipazioni strategiche contro il loro nemico perenne: “l’Orda“.
Con il mondo immerso nel caos dal grande Cataclisma, ha ottenuto la  leadership militare dell’Alleanza, e ha promesso di creare un nuovo destino per Azeroth.

Storia:

Naque da Re Llane Wryynn nel regno di Azeroth e visse una giovinezza prosperosa e gioiosa come principe di Stormwind. Tutto cambiò quando gli orchi che apparvero dal portale oscuro tentando di distruggere la sua terra e tutto ciò che amava.
Il mondo era ormai prossimo a quella che, per sempre, verrà ricordata come la Prima Guerra tra il suo regno natio e l’Orda.

Anduin Lothhar, il Leone di Azeroth, (Campione di Stormwind) radunò tutte le armate e gli eserciti dei suoi alleati nel disperato tentativo di tenere lontana l’orda dalla conquista di Azeroth.

anduin lothar

Ma i suoi sforzi vennero meno quando Garona Halforcen, alleata di Stormwind tradì Azeroth e per ordine del Consiglio ombra uccise il Re portando il cuore del defunto a Gul’dan.
Varian rimase impotente mentre suo padre fu assassinato e l’Orda invase il suo regno bruciando e massacrando cose e persone sulla strada della conquista. La morte del Padre lo scosse a tal punto che disse al suo migliore amico Arthas Menethil: “potevo perdere ogni cosa, ma non la sua vita…”.

Anduin Lothar convinto che Stormwind era perduta fuggì con Varian e gli abitanti della città via mare. Si diressero verso Nord, e mentre erano sulla nave Anduin si consultò con Varian e Khadgar (importante mago dei Kirin Tor). Essi determinarono che per preservare l’umanità dall’annientamento da parte dell’orda avrebbero dovuto avvertire Re Terenas, signore di Lordaeron, del pericolo incombente.

Dopo essere sbarcati al porto di Southshore, Lothar raccolse le milizie restanti ed insieme al Principe marciarono verso Lordaeron. All’arrivo Varian fu accolto da Re Terenas, che lo trattò come fosse un Re suo pari nonostante la sua giovane età e gli offrì il suo aiuto fino a quando non avesse nuovamente conquistato la sua città.
Anche se all’inizio il principe era timido e impacciato in un regno a lui sconosciuto non fece passare molto tempo prima di un suo profondo cambiamento.
Superò la sua timidezza e trovò in Arthas Menethil (figlio di Re Terenas) un suo fidato amico.
Nel frattempo mentre Varian si trovava a Lordaeron, Terenas decise di formare l’Alleanza di Lordaeron. Sotto il comando supremo di Anduin Lothar, questa alleanza riuscì finalmente a mettere fine al regno dell’orda durante quella che verrà ricordata come la Seconda Guerra. Ma la vittoria giunse a caro prezzo, Anduin fu assassinato prima della fine della seconda guerra e venne cosi costretto a non vedere mai più la ricostruzione di Stormwind.

L’AMICIZIA CON ARTHAS

YYxdpLN[1]

Dopo essersi rifugiato a Lordaeron, Varian diventò rapidamente amico di Arthas Menethil.
Anche se la maggior parte del tempo il Principe Varian mantenne la sua compostezza si racconta che una volta scoppiò in lacrime e il suo migliore amico Arthas cercò di consolarlo. Costruirono anche una Amichevole rivalità poichè entra,mbi aspiravano a diventare i migliori combattenti di tutta Azeroth!
Quando poi Varian venne incoronato Re, anche se non invidioso, Arthas spessò lamentò il fatto che non era fisicamente forte come Varian. Durante il successivo assassinio di Re Terenas, Arthas ricordò le parole dell’amico su come Re Llane fu “Pugnalato a destra vicino al cuore” mentre estraeva Frostmourne dal cuore di suo Padre Terenas. Arthas ormai inesorabilmente cambiato dagli avvenimenti cadde nella mani del Flagello intraprendendo una strada che lo porterà dritto verso un nuovo ed importante tassello della storia di Warcraft: diventerà in fatti il Re dei Lich (Lich King), motivo per il quale, da quel momento, Varian lo considerò per sempre come un traditore.

LA NASCITA DI UN RE

Con Stormwind riconquistata e lentamente in fase di ricostruzione (grazie a Re Terenas, che aveva sollecitato l’Alleanza per aiutare a finanziare la ricostruzione di Stormwind), Varian venne ufficialmente incoronato Re di Stormwind, all’età di diciotto anni.
Re Terenas stesso era soddisfatto di come Varian era cresciuto: intelligente e nobile.
Il Re sentiva l’orgoglio di un padre guardando quel giovane incoronato Re di Stormwind poichè si era molto affezionato a Varian nel corso degli anni, considerandolo un suo secondo figlio.
I muratori in pietra, guidati da Edwin VanCleef, vennero a prestare il loro aiuto nella ricostruzione Stormwind , speravano di creare un nuovo futuro per se stessi, con le aspirazioni e le ricchezze che sarebbero presto seguite dopo il completamento del loro lavoro.

Durante il suo regno come Re, Varian ha lasciato Stormwind sotto la guida della Casa di Nobili per recarsi nei tanti angoli del suo regno per proteggere il suo popolo dai raid degli orchi e fu in uno di questi viaggi che incontrò  anche le spie che cercavano l’assassina di suo padre Garona.
Dopo molti mesi Stormwind era rinata come una capitale di maestosità e splendore architettonico, eclissando anche la sua precedente condizione.
E’ stato durante questo periodo di rinnovata tranquillità che Varian avrebbe sposato una giovane e bella donna di nome Tiffin e con lei concepì un figlio, Anduin Wrynn, il cui nome era ovviamente un omaggio del padre al celebre combattente Anduin Lothar.

Tuttavia, l’Alleanza presto si divise:  il Regno degli elfi di Quel’Thalas, insieme con i regni umani di Stromgarde e Gilneas abbandonarono la “Via del Re” uscendo dall’Alleanza.
Nonostante questo, Re Varian giurò che avrebbe protetto l’Alleanza creata da Terenas come aveva protetto lui nel momento del bisogno.
Fu proprio in questo periodo che si scatenò uno degli eventi che più avrebbe caratterizzato la vita del Re…finito l’importante lavoro di ricostruzione della città, gli scalpellini che avevano lavorato senza sosta per il bene della città di Stormwind chiesero di essere pagati per il loro servizio da Re Varian e la Casa dei Nobili.

Varian_et_Shalamayne[1]

Tuttavia, la Casa dei Nobili, ormai corrotta sotto l’influenza di Katrana Prestor (che in realtà altro non era che Onyxia in forma umana),  rifiutò di pagare in modo adeguato la gilda degli Scalpellini per il suo lavoro.
Re Varian non fu in grado di negoziare una risoluzione perché la nobiltà ottenne troppo potere politico e lo scavalcò più volte.
Anche se i muratori in pietra furono ricompensati per il loro lavoro, ricevettero solo una frazione della paga che avevano guadagnato, e così Edwin VanCleef e gli scalpellini scatenarono disordini per le strade di Stormwind, chiedendo un più giusto risarcimento.
La rivolta fu pericolosa e caotica e nella confusione la giovane regina Tiffin venne uccisa da una pietra . Mentre Varian piangeva disperato la morte di sua moglie, nonché madre del futuro Re Anduin, Edwin VanCleef decise di fuggire da Stormwind con i muratori in pietra, consapevole del fatto che la situazione sarebbe potuta diventare davvero incandescente per lui e per i suoi uomini.
Il Re cadde in una grande depressione, ma nel corso del tempo riacquistò la sua determinazione e promise di continuare a creare un mondo nuovo e migliore per se stesso, il suo figlio e la gente di Stormwind.

Nella terza Guerra Varian non prese parte in prima persona agli eventi. Accolse i malcapitati del regno di Lordaeron in Stormwind e mandò le sue armate a combattere in Hillsbrand per riprendere il SouthShore. Purtroppo questo non bastò e la città di Lordaeron cadde. Così Varian divenne il leader dell’alleanza e Stormwind diventò così la più grande città dei resti del regno umano. Dopo gli eventi della Terza Guerra Varian viaggiò a Theramore per parlare con lady Jaina Proudmore a riguardo delle relazioni tra Orda e Alleanza. Putroppo fu tradito da una spia e nella via che portava a Theramore venne rapito e portato sull’isola di Alcaz.

In assenza di Varian, Bolvar Fordragon venne nominato signore reggente di Stormwind

LA NASCITA DI LUPO FANTASMA

In qualche modo Varian riuscì a scappare da Alcaz con non poche difficoltà. Quasi annegato e con una grave forma di amnesia, fu trovato spiaggiato sulle coste di Durotar da una carovana orchesca guidata dal Doctore Rehgar Earthfury; dopo aver sconfitto un enorme crocolisco usando solo una mazza, fu catturato per diventare un gladiatore. Rehgar infatti aveva visto in lui del potenziale e, ignaro della vera identità del Re di Stormwind, lo aveva rinchiuso in gabbia insieme ad altri due schiavi Gladiatori : Broll Bearmantle e Valeera Sanguinar.

I tre Gladiatori vennero trasportati prima a Orgrimmar,dove passarono per l’Armeria Segreta della Hall of Legend (tra le sue mura Varian ebbe un flashback di memorie) per arrivare infine a Dire Maul in Feralas dove avevano luogo i combattimenti dei gladiatori.
Dopo molte sanguinose vittorie da parte del nostro eroe venne soprannominato: “Lo’Gosh” – Che significa “Lupo Fantasma“. Dopo questi combattimenti andò con Broll a Thunderbluff per il rituale della pulizia nelle Piscine della Visione.
Qui ebbe un’altro flashback anche se interrotto da un elementale delle caverne.
Sconfitto l’elementale, come ringraziamento Broll e Lupo Fantasma vennero invitati nella tenda di Hamull Runetotem,il vecchio e saggio Druido dei Tauren.
Broll e Lo’Gosh infine raggiunsero il Cenarion Enclave in Darnassus, e furono convocati a cena da Tyrande Whisperwind.

Varian nei panni di Lo’Gosh

Tyrande inviò i due a Theramore, dove avrebbero incontrato Jaina Proudmoore, l’unica in grado di aiutare Varian a ripristinare i suoi ricordi. Jaina Scoprì che Varian aveva perso la memoria a causa di un attacco di magia nera, quindi nella speranza di trovare il colpevole riportò in segreto il Lupo Fantasma a Stormwind.
Nel Viaggio, durante l’attacco di alcuni Naga nel mare, Lo’Gosh recuperò quasi tutta la memoria, tranne che per alcune parti vitali.

Nello stesso momento,  “Varian” fece ritorno a Stormwind : il popolo lo accolse con una sontuosa cerimonia e festeggiamenti regali, ma il Re era cambiato…era arrogante, frivolo e non si interessava del benessere del suo popolo; sembrava un’altra persona!
Infatti il figlio di Varian, il Principe Anduin, pensava ch il re fosse un impostore; anche Magni Bronzebeard, re di Ironforge, pensava la stessa cosa, avendo incontrato Lo’Gosh nella città nanica e avendo riconosciuto in lui il combattente al fianco aveva intrapreso mille battaglie.
Tutto sembrava puntare ad un impostore a corte, magari un  Drago Nero. Bolvar aveva ricevuto infatti dei report dal Maresciallo Windsor che puntavano diretti alle Blackrock Mountains; purtroppo il Maresciallo venne catturato dai Dark Iron Dwarf in Blackrock Depths.
Lo’Gosh e gli altri si diressero a cavallo a Blackrock Depths per salvarlo e, dopo averlo liberato, vennero messi al corrente di tutto : a corte c’era un Drago Nero!

Marciando attraverso i cancelli di Stormwind, Lo’Gosh ei suoi amici furono bloccati dal generale Marcus Jonathan che , per il comando diretto di Katrana Prestor,  ordinò il loro arresto immediato e l’esecuzione come traditori.
Windsor riuscì a convincere Marcus della sua fedeltà a Stormwind perchè avevano precedentemente lavorato insieme sotto Turalyon.
Katrana Prestor frettolosamente raccolse soldati e il falso-Varian le disse che aveva disobbedito alla catena di comando e non era responsabile di Stormwind.
Entrando in Stormwind, Lo’Gosh dichiarò che la farsa di Katrana era finita e la chiamò con il suo vero nome, Onyxia.

Rivelando la sua forma di drago e la trasformando più guardie in draghetti più piccoli, cominciò una battaglia nella grande sala di Stormwind Keep. L’arrivo di Bolvar Domadraghi con Anduin aiutò notevolmente a resistere ma Reginald Windsor fu ucciso pochi istanti dopo da Onyxia.
Anduin, sorpreso vedendo due Varian, li esortò a smettere di combattere per affrontare la vera minaccia, la madre di tutta la nidiata: Onyxia. Il grande drago afferrò Anduin e lo teletrasportò nella sua tana , sfidando Varian a fare lo stesso. Riunendosi con i suoi amici Varian venne lasciato a piangere la perdita del figlio e disse ai suoi amici la battaglia finale sarebbe finita in Onyxia’s Lair.

Bolvar Rinunciò al comando di Stormwind lasciando tutto nelle mani dei Varian; notò però che avevano personalità opposte: Lo’Gosh era incredibilmente ansioso di trovare suo figlio, mostrando incredibile volontà nel comandare le sue truppe, mentre l’altro Varian era calmo, passivo e affascinante dopo essersi liberato dall’influenza di Onyxia.
Arrivando in Theramore, si incontrarono con Jaina che spiegò loro ciò che aveva scoperto. La magia nera utilizzata per controllare Varian era contenuta in un vecchio tomo. Jaina propose la teoria che Onyxia era riuscita ad influenzare la mente di Varian dopo la morte di sua moglie. Il problema per Onixia fu che  perse periodicamente il controllo su Varian mentre vedeva Anduin così cercò di riaffermare il suo controllo utilizzando un incantesimo che non avrebbe ucciso Varian ma che avrebbe rimosso e distrutto la sua coscienza, la volontà e la responsabilità.

Jaina lanciò incantesimi intorno ai due Varian al fine di ricordare l’ultima parte del loro rapimento.
Tempo prima,sull’isola di Alcaz , oscure figure colme di magia nera provocavano dolore insopportabile al Re mentre cercava disperatamente di liberarsi.
Dopo un lampo di luce accecante, quello che poi divenne Lo’GoSh si svegliò ritrovandosi accanto a un duplicato esatto di se stesso. Onyxia tentò di uccidere il Varian più volitivo (per sfruttare il più debole sotto il suo controllo)  ma viene fermata dall’arrivo di Morgala Darksquall e dei suoi naga.
Ne scaturì un combattimento tra Onyxia, i suoi Dragonkin e i Naga; in questa baruffa il Varian coraggioso cercò di combattere e di liberare il suo doppio ma quest’ultimo, incapace di brandire una spada per il nervosismo, cadde da un dirupo e fu catturato dai naga.
Il Varian coraggioso rimasto ormai rimasto solo cercò di difendersi ma dovette fingersi morto per scampare da Onyxia che, contenta del risultato, lasciò l’isola mentre l’umano cercava di evitare le attenzioni di Morgala, ancora sulle su tracce. Nel farlo però fu colto di sprovvista da un’enorme onda che lo porto alla deriva sulle coste di Durotar facendogli perdere la memoria.

IL RITORNO DEL RE

Tornando al presente, Jaina spiegò che i due erano  la stessa persona e che era stato l’incantesimo di Onyxia a dividerli, pur permettendo ai due uomini di possedere  volontà e  libero arbitrio indipendenti l’uno dall’altro .
Un Varian difatti divenne Lo’Gosh, il campione gladiatore del Crimson Ring che lottò per riconquistare i suoi ricordi e diritto di nascita.
L’altro Varian fu liberato dopo il pagamento del riscatto e ritornò a Stormwind, dove fu stregato da Onyxia.
Jaina ha presentò ai due Varian una coppia di  antiche spade elfiche, Shalla’tor ShadowRender e Ellemayne Reaver.
Dopo aver ricevuto le loro nuove armi, i due Varian decisero che era arrivato il momento di farla pagare a Katrana “Onyxia” Prestor per le sue malefatte.

Guidando un assalto contro il Drago Nera, i Varian assaltarono il suo nido dove a difendere la Madre vi erano decine,centinaia di Dragonkin e draghetti appartenenti alla Black Dragonflight.
Dopo un lungo combattimento, sangue e sudore versato Onyxia era allo stremo e tentò il tutto per tutto lanciando la magia che aveva quasi ucciso Varian all’isola di Alcaz.
Entrambi i Varian si fecero avanti e vennero colpiti dal raggio e, a seguito di un grande bagliore, apparve Varian, tornato ad essere l’unico e solo Re di Stormwind.

Tornato al massimo delle sue forze, Varian si scagliò sul Drago Nero Onyxia ponendo fine alla sua vita.
Con Onyxia sconfitta, Varian potè ricongiungersi con il figlio e gli amici, infondendo loro una nuova speranza per il futuro e per Stormwind.
Jaina Proudmore convinse Varian ad incontrarsi con Thrall per il bene di Stormwind e per creare una pace tra Orchi e Umani.
Ebbero una pacifica discussione a Theramore dove parlarono del passato e di come risolvere i loro conflitti. Finito il Summit , uscendo amichevolmente ebbero tutti e due brutte notizie, rispettivamente Goldshire e SouthShore furono invase dal Flagello.
Anche se Varian era sospettoso del coinvolgimento dell’Orda , decise di indagare e rivelare i veri motivi e anche i cospiratori dell’attentato interrogando Garona. Essa stessa fu stregata dalla magia che le fece credere di aver progettato l’assassinio di sua spontanea volontà. Tutto ciò che Varian riuscì ad ottenere da lei fu che la sua missione non era solo di assassinarlo, ma di porre fine alla vita di suo figlio, Anduin.
Sul punto di uccidere Garona, venne fermato da Jaina , che aveva rivendicato Garona come prigioniera di Theramore;
Prima di lasciare Theramore per preparare la sua campagna contro il Flagello, fu avvicinato da Valeera per rimanere a Theramore e cercare di farle rivelare chi fossero i padroni di Garona e proteggere dalle minacce Varian e Anduin.
Il Re dichiarò che non avrebbe partecipato più a nessun incontro di pace e che, dopo aver estinto la minaccia del Flagello , tornerà a Theramore per rivendicare la testa di Garona.

In World of Warcraft

Wrath of The Lich King

Di ritorno nella sua città (durante l’espansione The Burning Crusade era il figlio Anduin insieme a Bolvar a sedere sul trono di Stormwind data l’assenza del padre), Varian riprende completamente potere del suo regno sedendo sicuro nella sala del Trono.
Diventa assoluto protagonista nella storyline di WoW quando permette ai Cavalieri della Morte degli Ebon Blade di unirsi all’Alleanza per combattere il Lich King che minacciava i popoli liberi di Azeroth.

Lo vediamo in azione nel video di lancio di Secret of Ulduar nel quale, chiamato da Rhonin per ricevere un’importante informazione, si trova in un consiglio a sorpresa con Garrosh e Thrall e mostra apertamente tutto il suo odio verso l’Orda e gli orchi del mondo. Garrosh, reo di averlo anche provocato, si scaglia contro Varian iniziando un duello con il Re di Stormwind terminato solo perché Rhonin ha prontamente interrotto la faida tra i due facendogli capire che ora il vero pericolo si celava dentro la mitologica Ulduar e non nella fazione opposta!

Da sempre caratterizzato per un fiero portamento e per una grandissima considerazione da parte di tutte le sue truppe, Varian è protagonista sia nel Crusader’s Coliseum (nel quale assiste alle battaglie accanto a Jaina):

Argent_Coliseum_A

che nell’ultimo raid di WoW dove accompagna le schiere di eroi giunti per sconfiggere il Re dei Lich fin dentro Icecrown Citadel:

King_Varian_in_Icecrown_Citadel

In un altro famosissimo video, il Re di Stormwind si rende protagonista di un’altra mitologica scena: andando dritto e minaccioso verso Vol’Jin…nuovo capo dell’Orda a seguito dell’arresto di Garrosh (sconfitto dagli eroi di Orda ed Alleanza nel Raid Siege of Orgrimmar) a cui Varian avrà da recapitare un importante messaggio: per questa volta non scatenerà una Guerra contro l’Orda dato che anche lei, come l’Alleanza, ha dovuto subire ed ha combattuto contro la follia del figlio di Grommash Malogrido ma, se l’Orda dovesse nuovamente perdere la via dell’Onore, Varian ed i suoi uomini la spazzeranno via…per sempre!

Sperando che questa nuova puntata vi sia piaciuta, vi diamo appuntamento con la prossima Storia delle Carte di Hearthstone!