Le carte di Hearthstone: “Gahz’rilla”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ed eccoci ritornati con un articolo dedicato alla Storia delle carte di Hearthstone (Clicca qui per vedere le altre storie). Quest’oggi andremo a studiare la storia di una delle leggendarie meno utilizzate nel meta attuale ma che con tutta la sua imponenza, piomba nella nostra rubrica; stiamo parlando della madre di tutte le Idre: Gahz’rilla, servitore leggendario del Cacciatore giunto su Hearthstone con la nuova espansione Goblin Vs Gnomi!



La storia della nostra Idra ha inizio nel tempo in cui i troll occupavano le terre di Tanaris.
Durante la loro permanenza fondarono la capitale della tribù dei troll sabbiafurente, Zul’Farrak, e al suo interno costruirono un pozzo sacro.
Facendosi corrompere dai piani del Martello del Crepuscolo, i troll sabbiafurente evocarono Gahz’rilla utilizzando lo stesso pozzo sacro da loro creato.
Evocarono così un essere talmente feroce e potente che le stesse scaglie che costituivano il suo corpo vibravano per l’energia che emanava.
Da quel momento i troll iniziarono a venerarla come una divinità, un vero e proprio semi-dio, ma la sua esistenza venne comunque tenuta gelosamente segreta. I troll cominciarono a creare degli “ornamenti”, sorte di reliquie che venivano correlate all’Idra; tali ornamenti presero il nome di Gahz’ridian.

  • Curiosità: Il nome Gahz’rilla è un quasi ovvio riferimento al giapponesosissimo Godzilla, tuttavia molti credono che il nome ricordi anche quello della nemesi di Godzilla stesso: Ghidorah

FOTO inedita dell’evocazione di Gahz’rilla:

Gahz'rilla_jurassic

Con l’avvento del Cataclisma, i troll cercarono di forzare l’enorme Idra dai poteri glaciali ad attaccare Stormwind e Thunder Bluff.
Mentre l’evocatrice troll Kulratha tentava di compiere quest’impresa, Varian Wrynn e Cairne invasero la città uccidendo sia l’evocatrice che Gahz’rilla stessa.
Successivamente non si sa cosa sia successo ai troll sabbiafurente dopo la disfatta dell’Idra, molti dicono che si siano estinti.. mentre altri sono convinti che siano solo stati decimati.
Un’ultima apparizione di Gahz’rilla ci fu nel pozzo sacro stesso dove una molto più piccola versione dell’Idra venne ritrovata a nuotarvi dentro.

[embedvideo id=”HSOLSDIkWbA” website=”youtube”]