ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Il pro Cydonia parla delle line up dei tornei!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Kevin Hovdestad, editore della Blizzard, ha avuto il piacere di intervistare il famoso pro internazionale Julien “Cydonia” Perrault riguardo la creazione dei deck da mettere nelle line up dei tornei. Cydonia, oltre ad aver vinto nel 2016 Hearthstone Championship Tour (HCT) Americas Spring Championship è molto attivo sul suo canale di twitch. Riportiamo sotto la sua intervista sperando che una o più delle considerazioni di Cydonia possa essere per voi utile per affrontare al meglio i tornei competitivi della Locanda.

Come i professionisti: scelta dei mazzi per un torneo

D: Voglio partecipare ad un torneo. Come posso decidere quali mazzi giocare?
R: Ci sono alcuni presupposti da cui partire. Il primo è semplicemente sapere se puoi giocare allo stesso modo tutti i mazzi migliori (o avere le carte per farli). In caso contrario, dovresti giocare con ciò che hai e con cui ti trovi meglio. Se puoi scegliere di costruire qualsiasi mazzo, allora Cydonia dice “Se puoi counterarli e ti aspetti che molte persone portino i migliori mazzi, allora counterali; se non possono essere counterati, allora giocali.” Aggiunge, che se c’è un equilibrio nel metagame (dove il sasso batte le forbici, le forbici battono la carta, e la carta batte il sasso, ad esempio), devi anche prevedere correttamente quali mazzi saranno portati.

D: Come cambio la mia strategia in base alle regole del torneo?
R: Cydonia dice che la prima cosa da capire (se applicabile) è quale classe dovrai bannare. “Scopri quale mazzo vietare, quindi techa gli altri mazzi in base al resto del meta previsto“. In molti tornei, le liste dei mazzo saranno aperte, il che significa che puoi vedere esattamente ciò che il tuo avversario ha portato, ma anche loro possono vedere quello che hai. “In questo caso le strategie stabilite sono solitamente migliori, dal momento che non puoi contare sul fatto che il tuo avversario non sappia giocare contro il tuo mazzo” e aggiunge: “Inoltre, non puoi omettere alcune tech e sperare che il tuo avversario ci giochi intorno“.

D: Qual è il modo più efficace per esercitarsi per un torneo?
R: Cydonia consiglia in primo luogo di fare tante partite con i mazzi che si è deciso di portare. Una volta che ci si sente “padroni” dei deck e la data del torneo si avvicina, conviene fare partite mirate, contro i mazzi che ci si aspetta di incontrare.
Per quanto riguarda la sua pratica e il suo regime di preparazione, Cydonia afferma: “Mi assicuro di avere giocato abbastanza partite con tutti i mazzi che intendo portare, quindi provo a giocare tutti i match difficili. Se non c’è abbastanza tempo per esercitarsi, parlo con gli altri giocatori per capire un buon piano e una strategia di mulligan per ogni match che mi aspetto di affrontare“. Aggiunge che non esiste una routine specifica per gli eventi reali, dal momento che i requisiti di viaggio e gli ambienti possono variare, ma si assicura di aver mangiato e di avere sempre molta acqua da bere.

D: Cosa dovrei fare alla fine del torneo?
R: Come molti Pro fanno, Cydonia incoraggia i giocatori a rivedere le loro partite una volta che il torneo è finito. “Registra i game e guardali con altri giocatori per individuare errori o linee di gioco alternative“, dice. “Valuta la preparazione che è stata fatta e identifica le cause di vittorie e sconfitte.” Da prendere atto che il modo in cui hai giocato un torneo, può variare di torneo in torneo. “Devi essere bravo a capire correttamente cosa è stato fatto bene, cosa è andato storto e separare ciò che può essere migliorato”.

Voi che ne pensate di quello che ha detto Cydonia? Vi rivedete nelle sue letture o vi approcciate in modo differente? Fatecelo sapere nei commenti.


Il pro Cydonia parla delle line up dei tornei!
Simone "tolsimir" Valerioti

Sono un ragazzo di 25 anni iscritto alla facoltà di Ingegneria Informatica a Roma. Sono un Player di Hearthstone appassionato dei videogiochi di ogni genere sin da piccolo. Un'altra passione che ho è quella del giornalista sportivo,infatti prima dell'università avevo pensato di fare un corso da giornalista. Scrivendo per Powned.it posso quindi unire queste due passioni e fare il giornalista (e-)sportivo, o almeno ci si prova!!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701