ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
HIS – DroodThunder e Pignas sulla giornata 11

HIS – DroodThunder e Pignas sulla giornata 11

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Al via ieri sera l’undicesima giornata dell’Hearthstone Italian Series (HIS), con le lobby di Batlleground ed i primi due match castati in diretta sul canale Twitch di Attrix. Come consuetudine noi di Powned abbiamo raccolto le dichiarazioni a caldo di alcune delle personalità che si sono rese attori dei match di ieri sera, il Sire Pignas e Il Tuono DroodThunder.

Le due serie che hanno avuto come protagonisti i due intervistati si sono dimostrate assolutamente all’altezza delle aspettative del pubblico, che come in ogni giornata non ha mancato nel sostenere i propri idoli. Vediamo dunque insieme i match per come si sono svolti e le esclusive parole dei partecipanti.

Pignas vs DevilMat

Per quanto concerne la preparazione al match il Sire ha confessato di essersi trovato in difficoltà: ”Ho giocato la scorsa partita Mercoledì sera e purtroppo, tra impegni lavorativi ed i qualifier al master tour affrontati tra Venerdì e Sabato, non ho avuto troppo tempo per preparare bene la lineup. Ho cercato di vedere quello che aveva portato Mat nella giornata scorsa e mi sono fatto due conti su quello che avrebbe potuto riproporre.

”Non mi aspettavo il suo Enrage Warrior, visto che la settimana scorsa l’avevo quasi counterato a Scacc… Probabilmente se avessi ripresentato la stessa lineup (OTK DH e Sylas Warrior) della scorsa giornata, sarei stato sopra io.”

La serie si é svolta come segue, con il vincitore di ogni partita in rosso:

  • Highlander Priest (Pignas) vs Tempo Rogue (Mat)
  • Combo Rogue (Pignas) vs Enrage Warrior (Mat)
  • Combo Rogue (Pignas) vs Tempo Rogue (Mat)
  • Burn Mage (Pignas) vs Tempo Rogue (Mat)
  • Burn Mage (Pignas) vs Highlander Priest (Mat)

Come anticipato un’ottima serie, soprattutto molto combattuta, che ha visto però uscire il Sire sconfitto per 3-2 dopo un’illusorio doppio match point. Particolare spettacolarità offerta soprattutto dal 1° e dal 3° game, in cui Pignas é riuscito ad uscire abilmente, ma anche grazie ad una buona dose di fortuna, da un momento iniziale di apparente sconfitta.

Pignas si é detto, nonostante il risultato, abbastanza soddisfatto di come ha codato i mazzi durante la serie: ”Dovevo aprire subito di Priest, anche perchè era la mia unica chance contro Warrior. Nel secondo e terzo game le mie scelte erano abbastanza indifferenti, ma ho comunque deciso di giocare il Rogue perché ultimamente lo sto spammando e mi ci sento molto confident.”

Potevo vincere anche il 4° game e chiudere la serie, ma quel Lacché Titanico sul Questing mi ha distrutto. Il mio piano era fare fireball su Questing per poi giocare Ras con la Fenice settata, che avrebbe portato 4 danni AoE. Nell’ultimo game, come avete visto, non ho potuto semplicemente fare nulla, non ho pescato nulla.”

Per quanto riguarda BG, con un 3° ed un 5°/6°  il Sire ottiene un ottimo risultato che lo vede però ancora in penultima posizione.

Visto l’avvicinarsi della fine dei gironi dell’HIS, in ultima battuta abbiamo deciso di iniziare a chiedere ai nostri ospiti cosa questa competizione abbia significato per loro e cosa sentano di aver guadagnato.

‘Sono contento di aver mostrato a molti il mio personaggio, i miei cavalli di battaglia, il mio modo di giocare… e spero che abbia fatto capire a tutti perché sono stato il primo italiano in una top 8 Master Tour. A prescindere dai risultati degli altri, sono dopo questa giornata, la top 3 per la finale é ad un passo, ma mi aspettano ancora sfide difficili e per niente sottovalutabili.

Tempo Rogue di Pignas- H.I.S. (Day 11)  6640
Highlander Priest di Pignas- H.I.S. (Day 11)  14900
Burn Mage di Pignas- H.I.S. (Day 11)  3560

HIS – DroodThunder vs Cagnetta99 AKA Lattosio AKA Latte…

Sulla preparazione alla serie Thunder ha dichiarato: ”Ho ripresentato la stessa lineup che avevo giocato contro Budi, esattamente come Latte ha ripresentato quella proposta sabato contro Leta, in generale c’é stato un po’ poco tempo per prepararsi. Dopo l’uscita del miniset é cambiato un po’ tutto ed in questo paio di settimane ho imparato a giocare meglio l’OTK DH, che attualmente penso che sia il mazzo più forte. Vero che soffre l’Illucia del Priest, ma il gioco vale la candela, visto che se la gioca bene contro tutto il resto.”

‘Rogue é il mio cavallo di battaglia e questa lista senza Whirlkick e Segreti credo sia la migliore attualmente, visto che riesce sia a pushare danni che a fare giocate più tempo, rinunciando però alla value di Whirlkick. Il Druid atipico che ho portato é una bellissima versione midrange, di Jambre, con il quale punti solo ad highrollare bene all’inizio, abbastanza inconsistente, ma che può dare molte soddisfazioni.”

Il match si é svolto come segue:

  • Highlander Priest (Latte) vs Arbor Druid (Thunder)
  • Aggro Stealth Rogue (Latte) vs Tempo Rogue (Thunder)
  • Aggro Stealth Rogue (Latte) vs OTK DH (Thunder)
  • Aggro Stealth Rogue (Latte) vs Arbor Druid (Thunder)

‘Contentissimo di come ho codato i mazzi, conosco la potenza del Priest di Latte e quindi avevo messo in conto di perdere quel match up.” – ha confessato Thunder – ”Nel mirror (”non ne perde uno dal 15/18”) sono estremamente confident ed infatti ero sicuro di vincere. La scelta difficile si é presentata nel 3° Game: se avessi codato DH e lui Warrior sarei stato sotto; se invece avessi codato Druid e lui Rogue sarei stato comunque sotto ad un treno. Mi sono giocato il 50:50 e mi é andata bene, anche grazie alla melma pescata nei primi turni. Anche nel 4° game ho rischiato parecchio, fortunatamente ho trovato Arbor Up in topdeck, anche perché senza quella avrei perso quasi di sicuro.”

”Credo che il Rogue di Latte sia in parte colpevole della sua sconfitta, quel Rogue lì, come il mio Druid, é molto rischioso. Avesse avuto Libram Pala o altro avrei probabilmente perso.”

Thunder si é detto molto contento dei risultati ottenuti nella modalità BG, che attualmente lo vede 3° in classifica generale, anche grazie al 3° e 4° posto guadagnato ieri sera nelle due lobby.

‘Volevo giocarmela safe e mantenere la posizione, non voglio rischiare nulla e voglio passare alle fasi finali” – ha detto il Tuono -”Forse nella seconda lobby mi meritavo almeno un 2° posto visto che Leta ha perso dal mio fantasma. Ho avuto sfortuna ad incontrare Poly che con Chef Nomi dorata mi ha buttato fuori.”

Sul suo percorso all’HIS, Thunder ha dichiarato: ”Sicuramente la parte più bella é stata la gara con altri streamer, che ci ha dato la possibilità di parlare e legare, in particolare una persona con la quale ho legato di più grazie all’HIS é Budi. Purtroppo le community sono difficili da smuovere, avendo ognuno il proprio idolo, ma per noi streamer é stata davvero una bella esperienza.”

OTK Demon Hunter di Thund3r- H.I.S. (Day 11)  6480
Dragon Druid di Thund3r- H.I.S. (Day 11)  6120
Tempo Rogue di Thund3r- H.I.S. (Day 11)  7480

 

Insomma, come al solito vi invitiamo a recuperare qualora non abbiate avuto tempo entrambe le serie grazie ai vod che troverete cliccando QUI. Ringraziamo i ragazzi per essersi prestati a passare del tempo con noi ed ai nostri lettori diamo l’appuntamento a lunedì prossimo con altri ospiti dall’HIS.

 

 

 

 

Nerf e Buff sono in arrivo, ma quali saranno i bersagli? Facciamo qualche ipotesi

Nerf e Buff sono in arrivo, ma quali saranno i bersagli? Facciamo qualche ipotesi

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Nerf Buff Hearthstone – Ormai la notizia è ufficiale, mancano pochi giorni ed avremo tutti i dettagli sui prossimi bilanciamenti di Hearthstone (sia Standard che Battaglia). E allora quali saranno i bersagli di queste future modifiche? Difficile dirlo, ma qualche ipotesi possiamo analizzarla.

Drek’thar

Una cosa che bisogna premettere assolutamente è che il più accreditato da nerfare sarebbe Drek’thar. Sarebbe perché c’è un problema non di poco conto che bloccherebbe questa operazione.

Già perché la differenza tra questa carta e le altre è che questa è l’unica ad avere una versione totalmente a pagamento . La sua versione Diamante costa molti soldi e non è acquistabile con i gold. Cosa succederebbe se la nerfassero?

Sicuro ci sarebbe una rivolta e Blizzard dovrebbe inventarsi una soluzione. Certo potrebbero rimborsare la carta qualora qualcuno lo volesse, ma è stato già dichiarato che questa situazione è davvero una problematica al suo nerf.

Nerf

Detto ciò, ci sono altre carte che hanno un potenziale estremo in questo meta. Basti vedere le migliori classi del momento: Demon Hunter, Warrior ed Hunter.

Partendo dal Cacciatore di Demoni, sono sicuramente due le carte assolutamente problematiche: Lama della Prigionia e Attacco Multiplo, soprattutto la seconda (bersaglio più probabile di un nerf)

Per il Warrior il problema è sicuramente la troppa Armatura che si può ottenere. Per non parlare della combo Brocchiero Congelato e Frantumazione dello Scudo. Una o entrambe potrebbero essere depotenziate.

Al Cacciatore difficile nerfare qualcosa se non la Questline, cosa che non credo avverrà. Ci sarebbe comunque Drek’thar, mentre le altre carte sono comunque bilanciate. Potrebbe esserci la possibilità che non venga nerfato il Cacciatore e solo i buff potrebbero togliergli il primato incontrastato.

Piccola digressione potremo farla per la Battaglia: dovrebbe esser stato dichiarato che diminuirà il rate di uscita in Taverna dei Naga, poiché sono utilizzati da tutti e gli sviluppatori vorrebbero veder giocare anche le altre tribe. Sicuramente qualche Naga verrà nerfato, ma vedremo direttamente il 19, non so se ci saranno buff in questa modalità.

Buff

Il discorso buff, ovviamente, è difficile da fare, poiché è quasi impossibile indovinare le carte che verranno ritoccate. tante sono le carte invisibili in questo meta, ma possiamo ipotizzare quali saranno le classi da potenziare.

Sicuramente due le più probabili, a cui si potrebbe aggiungere la terza. Shaman è la classe più devastata da questo meta e qualche carta potrà essere potenziata. Un occhio si potrebbe dare al Priest che, nonostante i tanti tentativi con vari archetipi, non riesce a raggiungere un Tier 2 neanche volendo. Una classe su cui ho dubbi è il Rogue: non è troppo scarso, ma è fuori dai radar da parecchio.

E per voi? Quali saranno i ritocchi al meta? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

L’annuncio di Blizzard: a breve la Patch con nerf e buff

L’annuncio di Blizzard: a breve la Patch con nerf e buff

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Inaspettato l’annuncio ieri notte, anche se era attesa una patch che potesse portare nuovi bilanciamenti. Ed ecco che Blizzard ha svelato (quasi) completamente le carte.

Con un post sul profilo ufficiale di Playhearthstone é arrivata la notizia, il 19 Maggio sono attesi tutti i dettagli della prossima Patch in arrivo che si prospetta davvero molto corposa.

Inizialmente si pensava che il 19 potessero arrivare solo le Patch Note del nuovo aggiornamento, ma come dichiarato dalla Community Manager di Hearthstone, TUTTA la Patch sarà pubblicata quel giorno.

Comunque l’unica conferma che abbiamo al momento é che l’aggiornamento porterà bilanciamenti a Standard e Battaglia, compresi buff e nerf.

A conti fatti mancano solo due giorni e mezzo all’arrivo dei nuovi bilanciamenti alle carte e l’ennesimo sconvolgimento del meta, stantio da qualche settimana, sia in Standard che Battaglia (in quest’ultima, la scorsa patch é arrivata da pochissimo).

Che partano da adesso tutte le varie speculazioni. Quali carte potranno essere nerfate? Peggio ancora (perché piú difficile), quali riceveranno un buff?

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni a riguardo o la patch stessa giovedí 19 Maggio.

Che ne pensate di questo annuncio? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

Amate il rischio? Tre mazzi di Hearthstone da giocare solo se siete folli

Amate il rischio? Tre mazzi di Hearthstone da giocare solo se siete folli

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Il meta sembra essere abbastanza stabile, ma vi ricordiamo che la creatività dei giocatori non ha fine e le possibilità dei mazzi di Hearthstone è quasi infinita. Ovviamente non tutto è competitivo e non tutto è giocabile, ma qualcosa di strano può sempre sorprenderci.

Questo è il caso di mazzi apparentemente non competitivi nati in queste ultime ore, che comunque hanno raccolto buonissimi risultati. Solo fortuna? O possono davvero essere i nuovi mazzi meta?

Partiamo da un interessante Tempo Rogue che si basa sull’archetipo Vanndar Rogue, ma decide di non giocare appunto Vanndar. Mazzo che cerca di sovrastare l’avversario con giocate veloci e appunto tempo. Può risultare insidioso per i mazzi più lenti, può soffrire gli aggro.

Un ritorno è quello dell’Hand Warlock che da mesi non è più presente in pianta stabile nel meta e, visto che la versione Curse non funziona, i giocatori stanno provando altro. In sé per sé è un mazzo valido, ma in un meta del genere?

Chiudiamo con un Deathrattle Demon Hunter, la risposta a tutti i Control Warrior del meta. Non ha sicuramente il 100% di winrate contro questa classe, ma ha più possibilità dell’Aggro Demon Hunter.

Le liste

Deathrattle Demon Hunter da Legend di FunkiMonki  8040
Tempo Rogue di HSPigPen (Legend#410)  12360
Hand Warlock di DeadDraw (Legend#83)  11640

Ecco, i mazzi sono stati presentati, ma ci sono davvero pochi risultati certi. Il Legend è stato benevolo con questi deck, ma lo sarà per tutti? A vostro rischio e pericolo, noi ve li lasciamo lì. Buona sperimentazione!

Che ne pensate di questi mazzi di Hearthstone? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati: