ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
ANALISI NERF – FINALMENTE!

ANALISI NERF – FINALMENTE!

Profilo di Goget
 WhatsApp

ANALISI NERF – E’ successo davvero! Lo hanno fatto! Dopo 5 lunghi anni in cui a migliaia invocavano un intervento perentorio, finalmente (o purtroppamente) la Blizzard si è resa conto che il momento doveva giungere. Signori e Signori, hanno nerfato Edwin VanCleef!

Si, è vero, anche un’altra carta ha subito una bella botta, ma di quella parleremo dopo. Adesso concentriamoci su di lei, che sin dal day 1 ha rappresentato un’icona per il Rogue. Qui parliamo di uno dei pilastri di Hearthstone!

Un servitore leggendario onnipresente in qualunque archetipo del Ladro, mai accantonato negli anni e mai domo nella ladder. E’ come se all’improvviso l’Italia si rendesse conto che il tricolore non va più bene e bisogna cambiare i colori (vi prego non fatelo la nostra bandiera è perfetta così). Questo è successo! Ma, sinceramente, era proprio giunto il momento.

Edwin

Il nostro Edwin è sempre stato sbroccato. Quante volte a T3 o T4 vi siete ritrovati a generare o subire un servitore 8/8 o anche 10/10? Spesso e volentieri, ne sono certo. Bè ad oggi, con la presenza di moltissimi nuovi tool per le carte con combo (su tutti Volpe Imbrogliona) la situazione era davvero sfuggita di mano. Il buon VanCleef  era in grado di diventare qualcosa di abnorme e influenzava troppo le partite. Alla fine il nerf è semplice e “ritarda” soltanto il suo ingresso in campo, dato che ora costerà 4 mana. A mio avviso giusto, specialmente a fronte di quanto si sono lasciati sfuggire i Devs, che hanno fatto capire che la meccanica combo sarà centrale per il Ladro dalle prossime espansioni.

Si giocherà ancora? Bè, sicuramente perde forza, ma non mi sento di dire che questo simbolo di potere indiscusso uscirà dal meta. Per il momento tenetelo e aspettiamo sviluppi anche sulla confusa questione Hall of Fame (vedi link per la notizia).

Defias

L’altra carta che ha subito un nerf è Tirapugni Dorsofangoso, e qui il coro si era alzato all’unisono per chiedere l’indebolimento dell’archetipo Evolve Shaman. Ma anziché alzarne il costo in mana come tutti si aspettavano, mamma Blizzard ne ha abbassato i punti di attacco, facendoli scalare a 3. Un indebolimento di poco conto? Forse. Ma intanto questa odiatissima arma perde ben 2 danni (anche di più dato che si gioca in doppia copia e viene sempre riequipaggiata da Predatrice di Tesori) e non permette più di giocare Corsaro del Terrore totalmente gratis.

evolve

Si giocherà ancora? Penso proprio di si e secondo me l’intervento è stato bilanciato. Quante volte ci siamo lamentati che i nerf annientavano un’archetipo? Stavolta invece credo che l’Evolve continuerà a vivere, ma ne esce solo indebolito. Giusto così.

Per ora è tutto amici! E mentre aspettiamo trepidanti la nuova mini-espansione, monitoriamo con attenzione come si comporta il meta senza il vecchio VanCleef. Alla prossima!

Olgra, Vashj e tanti altri volti noti nella nuova espansione. Sí, perché siamo nelle Shadowlands!

Olgra, Vashj e tanti altri volti noti nella nuova espansione. Sí, perché siamo nelle Shadowlands!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Shadowlands Hearthstone – La nuova espansione é stata annunciata da un giorno e già l’hype é alle stelle. Assassinio al Castello di Nathria é già un thriller di emozioni e sorprese.

Abbiamo visto già le prime carte e quindi i primi personaggi che popoleranno questa ambientazione tra il tetro e l’investigativo. Ma perché già la metà delle Leggendarie che abbiamo visto sono volti ben noti delle vecchie espansioni di Hearthstone?

Sicuramente tutti quanti avrete riconosciuto Dama Vashj, diventata baronessa (e dopo vi spiegheremo perché), ma scommettiamo che non tutti avranno riconosciuto Olgra. Sí, proprio la moglie (defunta) di Mankrik. Eppure la Decimatrice sembra tutt’altro che morta. Perché?

Shadowlands

La risposta sta nel luogo in cui avviene la storia: il Castello di Nathria si trova a Revendreth, una delle quattro zone delle Shadowlands (Terretetre). Per i meno avvezzi alla lore di World of Warcraft, le Shadowlands non sono nient’altro che l’aldilà del mondo di Warcraft. E questa é la risposta alla domanda precedente.

Già perché i volti che abbiamo visto nell’anteprima dell’espansione (e quelli che vedremo durante i reveal) non sono nient’altro che personaggi che purtroppo hanno perso la vita e se ne sono rifatta un’altra a Revendreth (luogo delle Terretetre dove i defunti sono in cerca di redenzione) o piú in generale nelle Shadowlands.

Come svelato anche da Cora “Songbird” Georgiou, Lady Vashj già era non-viva durante le Terre Esterne, ma adesso é diventata Baronessa nelle Shadowlands. Simile destino ad Olgra, che purtroppo come ben sappiamo ha perso la vita nelle Savane, ed ora é diventata una vera e propria minaccia nell’aldilà.

Ció ci lascia credere (ed in parte é confermato) che tutti i prossimi noti personaggi che vedremo saranno in qualche modo defunti, anche se per alcuni non sapremo quando. É stato svelato che per alcuni di questi i dev si saranno presi una “licenza” speciale per le loro storie e non é detto che coincidano con quelle in WoW.

Chi tornerà?

E quindi chi rivedremo in questa espansione? Tutti i sospettati del caso, e quindi le 10 leggendarie di classe, sono tutti nella copertina dell’espansione. E al momento tra i volti noti del passato si riconoscono Rafaam e Kel’Thuzad, di cui non conosciamo il ruolo nelle Terretetre.

Attenzione, peró, che non é detto che tutti siano defunti, ma potrebbero essere nelle Shadowlands per qualche motivo (tipo Murloc Holmes?).

Probabilmente questi e tanti alti quesiti troveranno risposta in una futura avventura dedicata all’espansione.

Per il momento non ci resta che attendere e fare i complimenti ai dev e a Songbird (una delle maggiori menti dietro questa espansione) per la grande idea. Speriamo che anche il gameplay possa risultarne rinvigorito.

Che ne pensate di questa digressione sull’ambientazione della nuova espansione? Vi piace rivedere volti noti di HS in queste nuove vesti?

Articoli Correlati:

 

Due carte post-annuncio: prepariamoci all’Evolve Shaman

Due carte post-annuncio: prepariamoci all’Evolve Shaman

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Evolve Shaman – Ieri le tante novità di Hearthstone hanno attirato l’attenzione di tutti gli appassionati, ma tra le tante carte in anteprima della nuova espansione, forse due potrebbero esservi sfuggiti.

Le due carte di cui vi parleremo sono una Rara del Prete e l’altra Epica dello Sciamano. La prima di cui vorremmo parlarvi é proprio quest’ultima.

Ondata Primordiale é una nuova magia  che esordirà con la nuova espansione e che mette maggiore carne al fuoco per l’archetipo Evolve, di cui già abbiamo visto qualche bell’antipasto.

La nuova Magia é una carta Epica da 3 Mana il cui effetto é: “Trasforma i servitori nemici in servitori che costano (1) in meno e i tuoi servitori in servitori che costano (1) in piú“. Insomma un’enorme trasformazione di board.

La seconda carta é molto particolare ed é Usciere Sospetto, nuovo servitore Raro del Prete da 1 Mana. Il servitore da 1 Attacco e 3 Salute ha questo testo: “Grido di Battaglia: Rinvieni un servitore Leggendario. Se l’avversario indovina la tua scelta, ne ottiene una copia“.

Anteprima carte

Che ne pensate di queste due nuove carte? Vi ricordiamo che il calendario di reveal partirà il 1° Luglio.Vi ricordiamo che il calendario di reveal partirà il 1° Luglio.

Articoli Correlati:

Patch 23.6 davvero ricca di contenuti: presentazione nuova espansione, BG e nuovo evento Mercenari

Patch 23.6 davvero ricca di contenuti: presentazione nuova espansione, BG e nuovo evento Mercenari

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Insieme all’hype per la nuova espansione, come potevamo aspettarci è arrivata anche la nuova Patch 23.6 che porta tantissimi contenuti soprattutto per Battaglia. Tanti servitori e cambi all’Armatura, poi nuovo evento Mercenari e tanto altro.

Con la nuova Patch si è dato il via alla nuova espansione, almeno per quanto riguarda l’ufficialità e l’annuncio. Con il primo login avrete anche Prince Renathal gratuitamente che porta tanta varietà al gioco portando Salute e numero di carte del mazzo a 40.

La Battaglia, come preannunciato, ha visto tantissimi nuovi contenuti. Ritornano i Premi di Lunacupa, ma solo nel 25% di partite; nuovi servitori, nuovo Eroe e cambiamenti al bilanciamento degli Eroi tramite cambio di Armatura.

Arriva il nuovo evento Mercenari: entra in gioco Yogg-Saron come ennesimo Dio Antico della modalità. Bisognerà completare una serie di missioni, dal 30 giugno, che daranno la possibilità di ottenere il nuovo Mercenario e tante altre ricompense. Al primo login chi avrà giocato il tutorial della modalità potrà ottenere anche 3 ritratti esclusivi.

Come previsto, poi, tornano le Locande del Tempo in Arena che riporteranno nuovi servitori per la modalità, che finalmente sente aria fresca e per un po’ non stagnerà. In arrivo, poi, anche il Festival del Fuoco che dal 30 Giugno proporrà sette missioni leggendarie che doneranno tante bustine ed altre ricompense.

Per tutti i dettagli specifici vi lasciamo il link al post ufficiale Blizzard, anche se hanno alcuni problemi con le immagini (PATCH 23.6 QUI)

Che ne pensate di queste nuove aggiunte?

Articoli Correlati: