ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Amaz stupisce ancora, di certo non in positivo!

Amaz stupisce ancora, di certo non in positivo!

Profilo di LilBusta
 WhatsApp

Pochi giorni fa la rivelazione: il Pinnacle 4 non è proprio un torneo così aperto come si voleva far credere!

Il web si è già infiammato alla notizia che alcuni player che non sono riusciti a passare la fase 1 del qualifier al torneo, sono stati “ripescati” per una fase successiva di qualificazione. Quando si dice, un colpo di incredibile fortuna. Eppure la sorte vuole che questi giocatori non pecchino proprio di abilità, si parla infatti, non del piccolo giocatore che cerca di affermarsi in questa scena caotica in cui le roster dei team si sfaldano dalla notte al giorno, ma di player del calibro di Nadia, Chakki e Hyped, i cui nomi spesso rimbombano nei maggiori tornei. Insomma, si vuole un Pinnacle 4 ricco di nomi. Ma a tutto c’è un limite.

17g8Ij4

Commenti cancellati, player ripescati, addirittura la struttura del torneo viene cambiata per accogliere nuovi invitati, stiamo ancora parlando dello stesso torneo tanto acclamato? Stiamo ancora parlando delle stesse persone che per indiscussa sportività hanno eliminato un compagno di squadra che spiava dallo streaming? Ebbene si!

Ma il nostro Amaz è uno show man e un imprenditore prima di essere un player dalle grandi abilità, infatti dichiara:

“Non c’è stato alcun annuncio ufficiale. Semplicemente un errore di check-in al torneo e una duplicazione di nomi. Infatti, si è passati da 32 a 24 player immediatamente per risolvere dei doppi inviti di Backspace, senza il check-in. E’ comprensibile che alcune persone abbiano sbagliato, ma chi può star dietro ad ogni singolo invito e ad ogni singolo player invitato.”

Bhe, qui si parla di molti punti per il Qualifier del BlizzCon. Non si parla di un torneo tra amici. L’organizzazione è dovuta e l’impegno deve essere massimo, come è sempre stato anche durante gli scorsi Pinnacle. Ma con la pressione che aumenta all’avvicinarsi del più importante torneo mondiale, è inevitabile che si commettano errori, ma di che genere di errori si parla? Si parla di errori organizzativi o di errori nel non riuscire a far “confluire” i punti per il qualifier nella giusta direzione? A questa domanda, purtroppo, non sappiamo rispondere.

Ma sentiamo un’altra versione, Firebat dichiara:

Pinnacle 4: un’esperienza da cui imparare.

Il Pinnacle 4 aveva 32 giocatori invitati al qualifier tramite la bracket da 128. La ragione per il doppio-invito è stata la duplice persona che ha li ha distribuiti: i 32 erano del team manager, mentre i 128 sono stati selezionati dai nostri amministratori del torneo. Non siamo riusciti a gestire le sovrapposizioni.

Dopo aver capito il nostro errore, abbiamo rimosso i doppi inviti. Abbiamo dovuto cambiare il formato del qualifier per adeguarsi al nuovo numero di partecipanti. La qualificazione nel main event è passata da 32 a 24 giocatori. Questo ci ha costretto a fare alcune modifiche dell’ultimo minuto alla struttura del torneo.

Lo scopo di questa edizione del Pinnacle non era quello di dare punti BlizzCon. Abbiamo voluto restituire alla comunità, consentendo a nuovi volti di entrare nella scena competitiva. Per questo abbiamo avuto un qualificatore aperta. 

Questo è il nostro primo tentativo di una più ampia qualificazione aperta. Con la serie di tornei Pinnacle stiamo cercando nuovi orizzonti che non abbiamo saputo gestire. Miglioreremo le nostre comunicazioni interne e le nostre comunicazioni con la comunità. Stiamo imparando da questa esperienza e in futuro questo non accada di nuovo.

Ci scusiamo per la comunità e gli attori interessati.”

Aleco spiega le scelte dietro i bilanciamenti della Patch 24.0.3. Occhio a Edwin!

Aleco spiega le scelte dietro i bilanciamenti della Patch 24.0.3. Occhio a Edwin!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

La Patch 24.0.3 verrà ricordata per essere una delle più corpose in fatto di bilanciamenti, soprattutto in direzione buff. Ben 22 sono le carte che sono state potenziate e, oltre che sull’articolo ufficiale, il buon Aleco ha spiegato la scelta dietro queste variazioni.

Per il Game Designer non bastavano le righe utilizzate sul sito, scritte insieme ad Nicholas “DeckTech” Weiss, ma ha voluto ulteriormente spiegare il perché il team abbia fatto determinate scelte.

Per tutta la squadra la situazione dei Top Tier deck non era poi così male, ma ascoltando la community hanno voluto comunque depotenziare carte che effettivamente erano da tempo problematiche (o lo sono da questa nuova espansione).

Ma era la situazione delle classi di basso Tier che hanno preoccupato Aleco e compagni. Classi sotto il 40% di winrate (come DH e Warrior) erano inaccettabili e per questo si è puntato molto sui buff a queste ed altre classi problematiche.

Resta, però, una domanda della community, che Aleco ha voluto spiegare: perché buffare il Rogue e soprattutto Edwin? Aleco Gereco ha spiegato che il team ha confermato i bilanciamenti ben prima dell’arrivo dell’ultimo Masters Tour e quindi ben prima dell’ottima prestazione di Lambyseries e del suo Rogue.

Per questo motivo, nonostante i bilanciamenti non siano stati ritoccati, il Game Designer non esclude che Edwin possa venir ritoccato con un nerf nel breve futuro.

Se avessimo visto il MT prima di bloccare i bilanciamenti del Rogue, avremmo comunque buffato Edwin? Non penso lo avremmo fatto, ma ciò non vuol dire automaticamente che questo cambiamento sarà cattivo per la salute del gioco

Aleco chiude, poi, le sue spiegazioni parlando della combo Kael’thas/Brann/Sire Denathrius. Sicuramente la combo è fenomenale, ma non si allontana dall’idea degli sviluppatori per queste carte: ottime finisher. Fatto sta che saranno tenute d’occhio con l’arrivo di questo nuovo meta.

QUI potrete trovare tutta la spiegazione nel TwitLonger del Game Designer

Che ne pensate delle spiegazioni di Aleco Gereco per questi cambiamenti della Patch 24.0.3?

Articoli Correlati:
Celestalon: “e se aveste la possibilità di salvare il deck del vostro avversario?”

Celestalon: “e se aveste la possibilità di salvare il deck del vostro avversario?”

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Celestalon Deck – Hearthstone, nonostante la sua onorata carriera di 8 anni, non smette mai di rinnovarsi, o almeno questa è la sua volontà. Per questo motivo gli sviluppatori sono sempre in cerca di nuovi feedback per contenuti alternativi o funzioni particolari.

E ieri, infatti, il noto Celestalon ha richiesto proprio il feedback della community su una funzione non ancora in sviluppo, ma di cui si è parlato tanto ai piani alti del team di Hearthstone. Parliamo della possibilità di copiare il mazzo dell’avversario con cui si è giocato.

La risposta a questa richiesta è più complessa di quanto si pensi e le reazioni dei giocatori non sono state tutte in un senso: c’è chi la vorrebbe a partire da subito, a chi non la vorrebbe mai introdotta nel gioco.

Ovviamente i pro e contro di questa introduzione sono diversi. L’aggiunta di questa funzione, in linea di principio, sarebbe positiva perché permetterebbe ai giocatori di avere velocemente un deck che li ha affascinati durante una partita, senza dover (sperare di) aggiungere l’avversario e sperare nella sua benevolenza.

Ma più ci avviciniamo al mondo competitivo e alla parte alta della Ladder, più questa ragione viene meno ed anzi diventa controproducente. I professionisti, magari prima di un torneo importante, vogliono la segretezza del loro mazzo (o almeno al totalità del loro mazzo), proprio per sorprendere i giocatori al successivo torneo. La funzione di “copia” permetterebbe di dare un’occhiata ai mazzi dei propri avversari del torneo, qualora avvenga un incontro in Ladder.

C’è però una soluzione che potrebbe mettere d’accordo tutti: si potrebbe introdurre questa funzione, ma avere la possibilità di disattivarla dalle impostazioni. Così ogni giocatore potrà decidere per sé!

E voi cosa ne pensate di questa eventualità? Vorreste poter ottenere velocemente e senza fatica il deck del vostro avversario su Hearthstone?

Articoli Correlati:
Patch 24.0.3: confermati i nerf, ma svelata una nuova marea di buff

Patch 24.0.3: confermati i nerf, ma svelata una nuova marea di buff

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Patch 24.0.3 – La rivoluzione é arrivata: Assassinio al Castello di Nathria riceve la prima ondata di bilanciamenti, ricca di nerf e buff.

Già in questi giorni erano stati svelati molti dei bersagli di questi bilanciamenti, soprattutto i nerf, tutti confermati. Per i buff, però, erano stati dati solo alcuni assaggi.

Sono proprio questi ultimi che sorprenderanno la community, poiché gli sviluppatori hanno deciso di buffare decine di carte delle peggiori classi in questo momento.

Rogue, Paladin, Demon Hunter e Warrior hanno ricevuto decine di potenziamenti e, insieme a piccoli spostamenti dei nerf, si punta davvero ad equilibrare il meta.

Non solo Standard e Wild, però, anche Battlegrounds ha ricevuto la sua buona dose di bilanciamenti.

Arriva poi, finalmente la nuova avventura all’insegna del Dio Antico C’thun, nuovo mercenario del gioco. Un evento tutto da giocare!

Questo é solo per stuzzicarvi, ora vi lasciamo alla Patch Note completa, in cui potrete leggere tutte le modifiche nel dettaglio. QUI le Patch Note.

Che ne pensate di questi nuovi bilanciamenti di Hearthstone della Patch 24.0.3?

Articoli Correlati: