Tier List di Gwent: come leggerla ed a cosa serve?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Salve a tutti, qui è Paesano.
Oggi vorrei parlarvi della tier list di Gwent, non solo del semplice e ovvio significato, che chiunque può facilmente intuire, ma anche del come si deve legge e come invece si dovrebbe interpretare in ogni suo aspetto.
Il tutto applicato ovviamente anche a Gwent. Vi auguro una buona lettura.

Innanzitutto rispondiamo alla domanda basilare: Cos’è una tier list?
Una tier list è, come si intuisce dal nome, una lista ordinata, solitamente da “tier uno” a “tier quattro”, di livelli. Dentro questi livelli c’è un elenco di elementi, questa volta non sempre ordinato.
Nel caso di una tier list di un gioco di carte, come Gwent, gli elementi sono i mazzi giocati.
La prima lettura di una tier list è molto semplice, dal “tier uno” al “tier quattro” sono riportati i mazzi dal più forte/popolare al meno forte/popolare. La lettura più profonda segue la scoperta del modo in cui i vari elementi vengono posizionati all’interno dei vari tier e l’ordine degli stessi. Il primo motivo di scelta è la popolarità del deck, ossia la percentuale di presenza di un elemento rispetto a tutti gli altri in analisi. Se è presente una categoria dell’insieme che ha più “peso”, questa verrà considerata nella valutazione. Nel Gwent se dieci giocatori della Proladder giocano lo stesso mazzo e dieci giocatori della ladder normale ne giocano un altro, i primi dieci avranno più “peso” dei secondi e il loro deck verrà posizionato più in alto (verso il tier uno) rispetto ai secondi dieci. Altro fattore, a volte sopravvalutato, è l’efficacia degli elementi, nei giochi spesso inteso come win rate o quantità di match-up vantaggiosi.
L’insieme di questi fattori, porta alla collocazione degli elementi in analisi all’interno della tier list.
Per questi motivi si parla spesso di studi statistici, quando si scrive una tier list.

Ora passiamo ad un’analisi delle tier list nel Gwent.
In ogni tier sono presenti vari deck e per ognuno di questi, spesso, viene riportata più di una lista, con annessa una mini spiegazione, dei giocatori più forti che la portano nelle varie ladder.
Ogni tier list, si riferisce ad un determinato periodo di gioco, che spazia dalla singola settimana ad un intero mese, questo dipende dall’attitudine dei giocatori di rimanere statici sulle proprie idee, o cercare (e a volte trovare) nuove strategie, liste o fazioni.
I principali motivi di cambiamento delle fazioni e dei mazzi sono patch e tornei, questi ultimi in particolare riescono, come visioni su mondi nuovi, a far ricredere sulle proprie idee e convinzioni. Come esempio il Discard Skellige pre Gwentogether, in casa Lifecoach, era tra gli ultimi “tier due”, poco dopo il torneo si trovava top tier uno.
Un avvertimento, le liste presenti nei tier potrebbero essere vecchie, o non aggiornate. Questo può accadere quando una lista perde posizioni (in favore di altre) o rimane per lo più costante. Bisogna quindi ricordare di non tuffarsi a capofitto su una lista (anche tier uno), di cui però non si è sicuri delle carte presenti nella stessa, o si finisce a puntare su un cavallo che ha già dato il suo massimo ed è ormai senza fiato.

Una domanda potrebbe risultare lecita: Come sfrutto a mio vantaggio una tier list, in particolare un meta tier list?
Semplice, oltre alla visione, già descritta, dei vari mazzi (forza e presenza), si può iniziare a fare un’analisi di tutti i mazzi che più o meno si potrebbero incontrare durante le partite, così da studiare una strategia di gioco, o anche una serie di tech card per counterare i mazzi più presenti, o ancora costruire una vera e propria lista anti meta, questo passo risulta, però, molto più difficile, poiché necessita di una capacità di analisi teorica e pratica non nella media dei giocatori.

Si arriva allora alla fatidica domanda: dove trovo un meta tier list?
Purtroppo (n.d.a.), di meta tier list del Gwent vi è un solo sito valido: Gwentelmen, che, in maniera sporadica, la aggiorna, spesso proprio dopo pochi giorni da patch o tornei.
Non è facile scrivere una tier list, al momento, per farne una, bisognerebbe avere una serie di fonti (che sarebbero dei giocatori) da cui tirare fuori dati e farne una statistica.
Un obiettivo futuro è farne una nostra ed italiana, tramite i giocatori che spaziano da Rank 10 sino alla pro ladder.

Con questo chiaro di luna, vi saluto e vi ringrazio. A presto novità riguardo una tier list tutta italiana.

Buon divertimento.
Paesano.

Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti