Cambiamento al mulligan di GWENT

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cambiamento al mulligan

La prima patch di aggiornamento di GWENT tratterà del cambiamento al mulligan. La meccanica che permette di cambiare le carte carte che si hanno in mano, prima che il round vero e proprio inizi. Il primo grande cambiamento tratta il massimo numero di carte che possono essere cambiate per round. Ogni giocatore potrà mulligare 2 carte per round, lasciando il valore di mulligan rimanente per round futuri. Eccezione fatta per il primo round del giocatore che inizierà per primo, al quale verrà assegnato un mulligan ulteriore: 3 mulligan.

Altra grande modifica riguarda l’extra-draw. Dall’uscita di Homecoming infatti quando un giocatore, con più di 7 carte si ritrovava a ripescare le carte, in vista del round successivo, vedeva pescare più carte di quante potesse pescarne, vedendole così finire nel cimitero. Con questo aggiornamento non ci sarà più questo rischio, poichè le carte in eccesso non verranno pescate “in eccesso“, ma aumenteranno il valore del mulligan del giocatore.
Es: se un giocatore terminerà il proprio turno con 8 carte, all’inizio del turno successivo nè pescherà due e aggiungerà un mulligan al suo valore residuo.

Cambiamento ai comandanti e varie

I comandanti stessi ora andranno a modificare il valore massimo di approvigionamenti dei singoli mazzi. Questo permetterà di bilanciare meglio le abilità dei comandanti e la “pool” dei mazzi.
Sihil, il manufatto più odiato dell’intero GWENT, vede un cambiamento nel cooldown dell’abilità, ora impostato a 2, e all’approvigionamento, ora impostato a 11. Cambiamento fortemente voluto dalla maggior parte dei giocatori.
Ultimo, ma non meno importante, è l’abilità di Letho of gulet che sarà disabilitata fino alla fine del mese.

Questi i cambiamenti della patch, fateci sapere cosa ne pensate nei commenti, non solo riguardo queste modifiche, ma anche su cosa vorreste vedere come future in GWENT.

Eugenio "Paesano" Fofi

Studente di ingegneria elettronica all'università La Sapienza, di Roma. Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba, con discreti risultati nei tornei raggiungibili. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti