ACI si apre agli esport: inserimento del simracing nell’automobilismo sportivo

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Vogliamo promuovere il simracing come motorsport”, ha dichiarato il Direttore Generale ACI Sport Marco Ferrari

I simracing ottengono ufficialmente riconoscimento anche in Italia: ACI, la maggiore associazione di automobilismo nel nostro paese, ha infatti aperto le porte a questa categoria esportiva. Insieme ai team e alle realtà, l’obiettivo dell’Automobile Club d’Italia è quello di costruire nuove infrastrutture per i professionisti delle corse digitali.

Nuovi tornei, piú formazione e maggiore sostegno alle realtà che operano nel simracing da parte di ACI, che ha radunato una commissione di esperti per ampliare il supporto agli operatori di questo settore esportivo. Tutto ciò accade alla luce dell’impegno della FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile, che sostiene già la categoria dei simulatori di guida in diversi paesi come Germania e Giappone.

Marco Ferrari, Direttore Generale di ACI Sport

L’obiettivo dell’iniziativa è di portare nuovi talenti dal simracing alla guida sportiva reale: secondo il Direttore Generale ACI Sport Marco Ferrari “é nostro obiettivo offrire ai vincitori dei campionati dei test su delle vetture reali. Sono anni ormai che per le attività formative dei giovani vengono utilizzati simulatori professionali e quindi si tratta di un processo già consolidato


ACI si apre agli esport: inserimento del simracing nell’automobilismo sportivo
Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli eSport. @theGabro_ su Twitter.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701