Tronsmart Air+: un altro prodotto di altissimo livello

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Le Tronsmart Air+ sono il nuovo cavallo di battaglia dell’azienda, ed arrivano sul mercato ad un prezzo veramente interessante. Grazie a questo fattore, riescono a rivolgersi ad una nicchia di pubblico abbastanza vasta, offrendo un’ottima qualità senza dover per forza spendere troppo. Inoltre hanno la riduzione attiva dei rumori, feature amata da una grande fetta di pubblico e non scontata in questa fascia di prezzo.

Recensione Tronsmart Air+

Confezione di vendita

Le Tronsmart Air+ sono uno dei prodotti di punta dell’azienda e, per questo motivo, vengono venduti con una confezione ricca di accessori e molto curata nei dettagli. Oltre al case di ricarica e le cuffie, infatti, possiamo trovare ben quattro paia di gommini di ricambio, un cavetto USB-C per la ricarica, una comoda custodia per proteggere il case e tutte le manualistiche del caso.

Scheda tecnica

  • Chip Qualcomm QCC3046 e compatibilità con Qualcomm aptX
  • Bluetooth 5.2
  • Compatibilità con i protocolli bluetooth HFP/HSP/AVRCP/A2DP
  • Resistenza all’acqua: IP45
  • Durata della batteria: 5 ore con una singola carica (per un massimo di 20 con il case)
  • Tempo di ricarica: 2.5 ore
  • Ricarica wireless
  • Modalità ANC ed ambientale
  • Sei microfoni per le chiamate e per la cancellazione del rumore
  • Tecnologia Stereo Wireless Plus
  • Sensore in-ear detection
  • Grandezza del driver in grafene: 10mm
  • Impedenza: 32Ω
  • Dimensioni degli auricolari: 2.36 x 1.27 x 1.46 inches
  • Peso netto: 43g

Design e materiali

Parliamoci chiaro: la forma delle Air+ richiama con forza altri prodotti molto famosi. Per questo motivo, il design sembra un po’ anonimo, a differenza delle Apollo Bold che avevano un carattere molto diverso rispetto alla concorrenza. L’anonimità generale si diffonde anche al case che, nella colorazione bianca a nostra disposizione, non riesce a dare quel qualcosa in più rispetto alla massa.

Sia le cuffiette che il case sono costruiti in materiale plastico, di buona qualità ma non eccelsa. Lo sportellino del case, inoltre, sembra abbastanza fragile ed ha un po’ troppo gioco. Nonostante questo, però, non mi ha mai dato problemi anche dopo alcune cadute subite durante una settimana di test.

Qualità del suono

Essere all’altezza di un prodotto come le Apollo Bold ci sembrava onestamente difficile. Nonostante questo, le Tronsmart Air+, sono riuscite a migliorare la qualità del suono offerta dal loro predecessore, portandolo ad un livello superiore.

Le cuffie riescono a trasmettere in maniera fedelissima ogni tipo di frequenza, anche se Tronsmart vuole sempre porre l’accento sui bassi che tanto piacciono al pubblico generalista. Per quanto i bassi siano, effettivamente, la punta di diamante delle Air+, non sono invadenti e non oscurano tutti gli altri toni. Le cuffiette vantano degli alti quasi cristallini, ed anche dei medi che si fanno apprezzare.

C’è da dire, però, che le Air+ suonano in maniera differente su Android ed iOS. Durante i test a cui le abbiamo sottoposte, abbiamo notato una qualità molto strana sui dispositivi Android che, senza l’intervento dell’app, risulta quasi fastidiosa.

Il suono prodotto senza la giusta equalizzazione pone molto l’accento sui medi, ed oscura tutte le altre frequenze. In questo caso l’applicazione di Tronsmart ci viene in soccorso, in quanto basterà selezionare il pre-set bassi profondi per avere la stessa qualità che si ha con i dispositivi iOS che non hanno bisogno dell’app per farle suonare a dovere.

Riduzione attiva del rumore

Le Tronsmart Air+ possono vantare una feature molto amata dal pubblico: la riduzione attiva del rumore. Quest’ultima migliora ciò che avevamo già visto con le Apollo Bold, mantenendo quello stile diverso dalla concorrenza. Infatti, la modalità ANC non vi porterà in un mondo di silenzio totale, ma bensì attutirà i rumori di sottofondo che fanno parte della vita quotidiana.

Senza musica in ascolto, riuscirete a sentire lievemente i suoni più forti (come una macchina che vi passa accanto). Personalmente preferisco questo genere di ANC, in quanto non lo trovo alienante e, soprattutto, meno pericoloso di quello offerto da cuffie più costose. Purtroppo, come sempre succede, quando è attiva la riduzione attiva del rumore, la qualità musicale ne risente. Tutto diventa più chiuso, ed i toni bassi più prevalenti rispetto alle altre frequenze.

Alla modalità ANC si unisce anche la modalità ambientale, che vi offre l’effetto opposto. Grazie a questa, potrete sentire tutti i suoni che vi circondano, anche con la musica sparata a tutto volume nelle orecchie. La modalità ambientale riesce a farvi sentire tutto, grazie ai sei microfoni (tre per cuffia), senza il minimo ritardo.

Qualità delle chiamate

Un altro aspetto su cui puntano le Tronsmart Air+ è quello delle chiamate. Personalmente non amo utilizzare la cuffie bluetooth per parlare al telefono, ma molte persone amano farlo, e Tronsmart lo sa bene. Infatti, le Air+, riescono ad offrire una qualità del parlato di livello molto alto, anche in ambienti mediamente rumorosi. I miei interlocutori sono sempre riusciti a sentirmi chiaramente, con nessuna difficoltà. Chiaramente, avendo i microfoni alle orecchie e non alla bocca, dovrete usare un tono di voce leggermente più alto del solito, ma nulla di drammatico.

Multimedialità

Il protocollo bluetooth 5.2 di cui sono dotate le Tronsmart Air+ vi farà gridare al miracolo. Non vedrete mai alcun desync tra audio e video nei film o negli streaming. L’utilizzo multimediale è un altro dei punti di forti delle Air+, guardare i vostri contenuti preferiti sarà un piacere assoluto.

Gaming

Se avete già gridato al miracolo, preparatevi a farlo ancora una volta. Solitamente, le cuffie bluetooth, non vengono usate nel gaming, a causa del minimo ritardo percepito tra quello che succede a schermo ed il suono ascoltato. Le Tronsmart Air+ riescono ad eccellere anche in questo, in quanto non si nota più quel fastidioso lag. Sicuramente il bluetooth 5.2 riesce a lavorar bene in tal senso.

Durante i test condotti, sia su mobile che su PC, non abbiamo riscontrato nessuna sorta di desync, rimanendo a bocca aperta più e più volte. Chiaramente dovrete usare un dispositivo piuttosto moderno per beneficiare di questa cosa, evitate dunque i bluetooth al di sotto del 5.0.

Durata della batteria

Durante la settimana di test, abbiamo notato che i numeri dichiarati da Tronsmart sulla durata della batteria sono assolutamente veritieri. Dispiace non poter avere un indicatore di carica del case, in quanto non si riesce a capire quanta carica residua abbia, nemmeno tramite lo smartphone.

Considerazioni finali e prezzo

Le Tronsmart Air+ sono un gran bel pezzo di hardware. Al prezzo di circa 80 euro possono vantare features di altissimo livello, riuscendo ad inserirsi in quella nicchia di mercato occupata dagli auricolari bluetooth decisamente più costosi. Se volete un prodotto che offre una ottima qualità sonora, con l’ANC incluso e con una buona durata della batteria, le Tronsmart Air+ sono la scelta giusta. Purtroppo, al momento, non sono ancora arrivate su Amazon, perciò dovrete affidarvi agli store cinesi ed al sito ufficiale di Tronsmart.

Link utili

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701