Più di un milione gli appassionati di Esports in Italia!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Più di un milione di giocatori in tutta la penisola (1.200.000 per la precisione), un terzo dei quali, 350 mila circa, seguirebbe quotidianamente gli sviluppi ed i principali eventi della scena esportiva.

Sono questi i primissimi numeri pubblicati da Aesvi e Nielsen nel nuovo rapporto sugli esports in Italia, grazie al quale è stata fatta maggiore chiarezza su quella che è la reale dimensione del mondo dei videogiochi competitivi nel nostro paese.

Secondo il rapporto, sono quindi 1.200.000 le persone che, almeno una volta a settimana, seguono nella nostra nazione uno o più eventi esportivi, il 62% dei quali è di sesso maschile con un’età compresa tra i 16 ed i 30 anni (anche se è molto importante anche la fascia di età che va dai 31 ai 40 anni).
La stragrande maggioranza delle persone interessate ha un livello di istruzione medio-alto e quasi il 40% del totale proviene dal sud e dalle isole mentre per quanto riguarda il perchè seguono gli esport, il 79% dei fan afferma di dedicarsi a questa passione per finalità di intrattenimento, o per passare il tempo, mentre il 67% di loro dice di seguire la scena per “migliorare le proprie abilità” competitive personali seguendo le performance dei giocatori professionisti.

I titoli più giocati

Ma quali sono i titoli più giocati, ed i tipi di videogiochi maggiormente popolari? In questo caso a farla da padrone sono i titoli sportivi (come Fifa, solo per fare un esempio) ed i MOBA (League of Legends in testa) mentre al terzo posto troviamo i giochi RTS (come Starcraft 2) e subito dopo i Battle Royale (come Fortnite o Apex) e gli FPS (come COD o Overwatch).
Per quanto riguarda i titoli veri e propri, scopriamo che in Italia quelli più seguiti sono appunto Fifa (47%), LOL (44%) e Call of Duty che con il 34% di preferenze si attesta come terza forza assoluta del panorama videoludico italiano dedicato agli esports.

L’italiano Jiizuké impegnato nella più importante competizione mondiale di League of Legends

Tra gli altri interessanti dati pubblicati da Aesvi e da Nielsen è impossibile non citare quelli che ci mostrano come sono distribuiti i giocatori nelle varie piattaforme: l’81% degli esport fan dichiara infatti di utilizzare titoli mobile mentre il 77% ed il 76% dichiarano, rispettivamente, di giocare su console e computer.

Cosa pensano le persone degli esport e da quanto li seguono?

Per quanto riguarda le persone che hanno deciso di iniziare a seguire gli esports con maggiore costanza ed interesse, è bene sottolineare come solamente il 26% di questi è appassionato di esport da più di 3 anni mentre tutti gli altri si sono avvicinati a questo mondo successivamente al 2016…ad ulteriore prova di come l’interesse generato da questo settore sia in rapida ascesa.

Nel rapporto è stato dato anche spazio alla percezione che i tifosi hanno degli esport, con il 43% degli intervistati che ha dichiarato di apprezzare li sport elettronici perché contribuiscono allo sviluppo relazionale e al team-work e la stessa identica percentuale di persone pensa che queste discipline consentano a tutti di partecipare alla pari, senza discriminazioni di genere, etnia o credo, costituendo cosi un ambiente relazionale inclusivo.

L’italiano Reynor, uno dei volti più celebri degli esports italiani!

Una grande quantità di dati interessantissimi quindi, che invitiamo tutti a consultare in forma integrale attraverso questo link che vi porterà direttamente nella pagina dedicata al rapporto completo.
Cosa ne pensate community? Quali di queste voci ha maggiormente attirato la vostra attenzione?

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.