Orc and Wolf Statue: come nasce uno dei simboli più noti della Blizzard?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Molti dei nostri lettori sono anche dei ferventi supporters della Blizzard. Questo perchè la celebre azienda di videogiochi americana non è mai stata percepita dalla community come semplice publisher ma più come un parte con cui dialogare al fine di contribuire, tutti allo stesso modo, alla crescita di un determinato prodotto.
Non per nulla uno dei “soprannomi” ufficiali della casa di Irvine nella nostra community è “Mamma Blizz“, a dimostrazione di quanto Blizzard sia riuscita a radicarsi all’interno del popolo dei videogiocatori.
Questo è ovviamente merito di alcuni titoli che hanno fatto la fortuna di Blizzard e che hanno contribuito a trasformare un’importante azienda in una leggenda del mondo dei videogames.

Ma vi sono anche altri importanti simboli che hanno caratterizzato questo percorso di crescita della fidelizzazione dell’utenza per la “mamma” di World of Warcraft, di Warcraft, di Diablo, di The Lost Vikings o di Starcraft (solo per fare alcuni esempi)…vi sono infatti cose come la celebre statua raffigurante un Orco in battaglia sopra il suo Lupo che da anni troneggia fuori dalla sede di Irvine.
Proprio questa, vista, abbracciata e fotografata da moltissimi fortunati che hanno potuto visitare quel tempio dei videogiochi che a sede in California è protagonista in un interessante speciale pubblicato oggi, all’interno del quale ci viene narrato il percorso che ha portato la famosa statua nel luogo in cui è ora.

Vi auguriamo una buona lettura ed un buon “viaggio” nella storia della celebre “Orc and Wolf Statue“!


When visitors pass through the gates of Blizzard’s office campus in Irvine, they immediately gravitate toward the Orc statue! A dear hero in Blizzard’s heart, the statue is a popular spot for:

*Actually: only a billion

The Orc Statue
Orc Statue
Created 2017
Information

“Create a larger-than-life sculpture of a fearsome wolf-mounted orc warrior from Warcraft;” that was the challenge Blizzard presented to New Zealand-based Weta Workshop.

Blizzard worked closely with Weta artisans in New Zealand and China to turn the small prototype into a bronze behemoth.

After over a year of intense work, the 12 foot tall, 2 ton bronze orc warrior now stands watch in the courtyard of Blizzard Entertainment’s Irvine campus.

Creation

imageFirst Thing’s First: Modeling
A team in New Zealand scanned the original 12-inch tall statuette and created a virtual 3D model

Up Next: Details, Details, Details
The 3D model was then sent to a manufacturing center in China, where the artists sculpted, molded, cast, waxed, bronzed, welded, and buffed to turn the virtual presentation into a 12 foot tall statue.

Last, but Not Least: Delivery
The massive sculpture was transported from China to Irvine using a custom-built steel dolly and shipping container, and set into place with a crane.

Fun Facts:

  • The sculpture was designed with a mechanical connection so it could be separated into two pieces to be transported.
  • The sculpture is made of high-copper bronze, which is why the raw metal has a salmon pink color.
  • The statue in Irvine is surrounded by a runed compass with Blizzard’s eight core values at its points.
  • Blizzard also awarded a version of this statue to World of Warcraft players who had been playing for ten years to celebrate the game’s 10 year anniversary.
Orc and Wolf Statue Credits

Designed by: Nick Carpenter, Sam Didier, and Glenn Rane
Sculpted by: Eden Small, Richard Taylor, and Daniel Cockersell
Manufactured by: WETA limited

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701