Gli eSports crescono superando le previsioni: 2,3 miliardi di entrate entro il 2022

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

SuperData, celebre statistics company che studia ed analizza il fenomeno degli eSports da diverso tempo, ha pubblicato alcuni interessanti dati circa l’indotto economico e globale generato dal settore dei videogiochi elettronici competitivi nel 2017.
Secondo quanto riportato da SuperData, durante l’anno che sta per concludersi le entrate generali degli eSports dovrebbero ammontare a circa 1,5 Miliardi di Dollari; inoltre, sempre secondo l’ultima pubblicazione di SuperData, il volume di entrate generate dagli eSports dovrebbe raggiungere quota 2,3 Miliardi di Dollari entro il 2022, forte di una crescita costante ed annuale del 26% circa.

Questi dati sono estremamente importanti ed entusiasmanti ma è doveroso fare una piccola precisazione. Durante il 2016, SuperData pubblicò un report all’interno del quale segnalava a quota 900 Milioni le entrate degli eSports, prevedendo di raggiungere l’obiettivo di 1,5 Miliardi di Dollari solo nel 2019 e non prima.
Questa nuova pubblicazione frantuma in mille pezzi quella precedente, dato che l’obiettivo 1,5 Miliardi è stato raggiunto con 2 lunghissimi anni di anticipo.
Sicuri del fatto che gli analisti di SuperData sappiano fare egregiamente il loro lavoro, c’è forse da tenere in considerazione che gli eSports sono un fenomeno globale di portata talmente elevata ed imprevedibile da indurre in errore (in questo caso un errore comunque positivo dato che si è sottostimata la crescita che ci sarebbe stata tra il 2016 ed il 2017) anche i professionisti più competenti.

Grafico preso da SuperData

Secondo molti esperti il 2017 rappresenta l’anno del Boom degli eSports su scala planetaria, dato che viene anche rafforzato dal fatto che, sempre secondo le previsioni di SuperData, il pubblico che seguirà gli Sport Elettronici aumenterà di circa il 12% ogni anno.
Gli eSports quindi, stanno indiscutibilmente ponendo le basi per consolidare il titolo di “intrattenimento del futuro” all’interno della rosa di tutte quelle discipline “mainstream” che attualmente vede al suo interno, solo per fare alcuni esempi, gli sport motoristici, il calcio, la pallacanestro ed altre blasonate e seguitissime “realtà” che fanno costantemente parte della vita di centinaia di milioni di appassionati fan in tutto il mondo.

Grafico preso da SuperData

E l’Italia?

Nel nostro paese si è sicuramente visto un innalzamento dell’asticella in questo senso, sia da un punto di vista economico sia per quel che concerne l’accresciuta visibilità generale di cui godono gli eSports. Tuttavia, forse è ancora presto per parlare di un vero e proprio boom anche nel nostro paese.
Fa però ben sperare il fatto che, come accaduto per una vastissima moltitudine di altre cose ed essendo il nostro un paese perfettamente inserito nelle dinamiche economiche della globalizzazione, anche gli eSports avranno certamente il loro boom nel bel paese.
Sarà quindi il 2018 l’anno del grande e definitivo avvento del nostro settore nella nostra amata Italia?

Fonte: SuperData

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701