Cyberpunk 2077: cosa cambia con la patch 1.2?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La patch 1.2 di Cyberpunk 2077 ha portato diverse migliorie al gioco, rendendolo più godibile sotto molti aspetti. Purtroppo, i problemi tecnici dovuti al vecchio hardware delle console old-gen rimangono, ma questo aggiornamento è un netto passo avanti. Per vedere il titolo nel suo massimo splendore tecnico dovremo attendere l’update per next-gen, che dovrebbe arrivare in estate (o ancora più tardi).

I cambiamenti della patch 1.2 di Cyberpunk 2077

Sistema di guida

La prima cosa che attirato la nostra curiosità è stato il sistema di guida. Gli sviluppatori di CD Projekt RED hanno riscritto quasi completamente le interazioni con le auto e le moto, rendendole più realistiche e prevedibili. Infatti non vi capiterà più di fare una leggera sterzata e ritrovarvi su un altro pianeta.

Finalmente le auto sono migliorate moltissimo, ed ora risultano usabili e godibili rispetto a prima. Le moto, invece, non hanno subito un cambiamento netto e radicale, in quanto già da prima erano più responsive rispetto alle macchine. Rimane, tuttavia, la difficoltà di visualizzazione della direzione quando ci si muove con un veicolo. La minimappa è rimasta sostanzialmente la stessa e non aiuta durante le fasi di spostamento.

Polizia

Il sistema della gestione dei reati e, in generale, della polizia è stato molto criticato in passato. Con questa patch 1.2, CD Projekt RED voleva dare una svolta a questo sistema, ma così non è stato, almeno non al 100%. Infatti se sparate in aria o se sparate (o se lo investite) ad un civile senza ucciderlo, la NCPD non verrà allertata. Se invece uccidete un civile, in qualsiasi modo, avrete gli agenti alle calcagna.

Il sistema di spawn della polizia di Cyberpunk 2077 è stato rivisto, ma non è stato migliorato per intero. Se infatti gli agenti umani non nasceranno vicini al vostro personaggio, ci penseranno i droni a darvi fastidio. Lo spawn di questa unità non è stato toccato, ma anzi i danni inflitti da quest’ultimi sembrano duplicati rispetto al solito.

Resa grafica generale

Nettamente migliorato l’impatto grafico generale di Cyberpunk 2077, che riesce a splendere anche sulle console di old-gen in molte situazioni. Alcune volte si può notare un leggero ritardo nel caricamento delle texture, ma è un episodio piuttosto raro ed isolato (almeno su Xbox One X).

Purtroppo, questo miglioramento grafico, potrebbe aver richiesto dei sacrifici piuttosto importanti a CD Projekt REDNight City ora appare piuttosto vuota anche su One X, è sparito quasi completamente il traffico, ed i pedoni spawnano quando arrivate nelle diverse aree di gioco. Mentre siete in auto difficilmente noterete dei civili sui vari marciapiedi della città.

Framerate e freeze dell’autosave

Non è migliorata, nemmeno un po’, la costante instabilità del framerate di Cyberpunk 2077. Il gioco, infatti, continua ad avere dei cali di frame piuttosto evidenti, che alla lunga vanno a rovinare l’esperienza complessiva di un titolo per certi versi eccellente. A tutto ciò, unite i frequenti freeze ancora non risolti dovuti all’autosalvataggio.

Questa meccanica, per quanto sempre utilissima, interviene troppe volte all’interno delle partite e causa dei freeze momentanei molto fastidiosi. Chiaramente questi freeze non vi costringono a chiudere il gioco per “sbloccarlo”, ma molto spesso s’inseriscono nelle azioni concitate e vi fanno perdere l’immersione del momento.

Conclusioni

La patch 1.2 di Cyberpunk 2077 porta tantissime migliorie, è vero, ma non riesce a risolvere quei problemi che il gioco si porta dietro fin dal lancio. Purtroppo non crediamo che ci saranno ulteriori modifiche al titolo, almeno per quello che riguarda le console old-gen. Per vederlo nel suo massimo splendore dovremo quindi attendere l’aggiornamento per la next-gen, che arriverà in estate, oppure giocarlo su un PC di fascia molto alta.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701