XDEFIANT: COSA È, COME FUNZIONA e perché potrebbe “uccidere” Call Of Duty

XDEFIANT: COSA È, COME FUNZIONA e perché potrebbe “uccidere” Call Of Duty

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ubisofoft, già autrice di titoli competitivi di grandissimo successo – uno tra tutti Rainbow 6: Siege – torna ad affacciarsi con prepotenza sul panorama esports con il prossimo titolo che sembra già destinato a detronizzare Call of Duty: XDefiant.

Un progetto che arriva a pochi mesi di distanza dal clamoroso fallimento di Hyperscape – il Battle Royale che prometteva di poter fare meglio di Warzone, Fortnite ed Apex, ma che alla fine si è rivelato un fiasco totale.

Come avrete senz’altro già sentito in questi giorni, tuttavia, XDefiant sta ricevendo davvero delle ottime recensioni sia da parte dei giocatori, che da parte dei professionisti del settore, che già delineano un futuro roseo per questo nuovo titolo. Senza ulteriori indugi andiamo dunque a cercare di capire cosa é, come nasce e cosa vuole introdurre di così innovativo.

Call of Duty impaurito dall’arrivo di XDefiant: ecco cosa potrebbe cambiare nel futuro

Innanzitutto le basi. XDefiant è uno sparatutto arena FPS 6 contro 6 con diverse modalità di gioco, ognuna con i propri obiettivi da portare a termine.

Nulla di diverso da qualsiasi titolo simile degli ultimi 15 anni, direte voi, ma c’è dell’altro. Il cuore pulsante di XDefiant è infatti il suo sistema di fazioni, basate sui titoli più famosi di casa Ubisoft – anche se per ora si sono concentrati solo sui titoli che effettivamente fanno parte del genere FPS: The Division, Watch_Dogs, Far Cry, Splinter Cell e Ghost Recon.

Ogni FAZIONE, ci darà accesso ad uno speciale kit da combattimento, che a tutti gli effetti rappresenta una CLASSE. Ad esempio i giocatori Splinter Cell si specializzeranno nell’essere invisibili e raccogliere informazioni.

D’altro canto i giocatori The Division saranno dotati di armi pesanti e particolari, come i lanciafiamme, la fazione Watch Dogs è incentrata sulla tecnologia e sull’interruzione delle comunicazioni e delle tattiche nemiche, come un sorta di intelligence.

La fazione Far Cry sarà quella invece prediletta dai giocatori di supporto che amano poter intervenire e tenere in vita i propri alleati, mentre quella di Ghost Recon sarà una fazione da TANK, il cui obiettivo sarà proteggere gli alleati ed assicurare la loro presenza sugli obiettivi in maniera costante.

XDefiant: armi e mappe sorprendono anche i giocatori di Call of Duty

Sebbene la forza del gioco risieda ovviamente nell’idea stessa della divisione in fazioni, né le armi, né le mappe lasciano a desiderare. Il gioco è infatti dotato di un grandissimo arsenale di armi a disposizione, che potremo migliorare nel corso del tempo giocandole e sbloccando nuovi equipaggiamenti.

Le mappe sono state create in collaborazione con alcuni dei pro-player più forti di tutti i tempi, per quello che riguarda la progettazione – mentre per quello che riguarda le ambientazioni, queste spazieranno dalle spiagge tropicali di Far Cry alle strade distrutte della New York di The Division e tantissimi altre.

Le vere protagoniste saranno però le modalità di gioco, che spazieranno da Dominio a King of The Hill, passando per la modalità “Scorta” introdotta al pubblico globale da Overwatch.

In conclusione possiamo dire con certezza che XDefiant spazzerà via Call of Duty dalla faccia della terra come motlissimi vorrebbero far credere? Questa possibilità ci sembra oltremodo ridicola e lontana dalla realtà, a sicuramente rappresenterà una sfida per tutti gli attori sul palco, che dovranno fronteggiare un nemico sicuramente temibile.

Che ne pensate community? Come al solito la discussione è assolutamente aperta!

Articoli Correlati:

Bandle Tale: una rilassante avventura tra gli Yordle

Bandle Tale: una rilassante avventura tra gli Yordle

Profilo di Rios
19/02/2024 14:34 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Bandle Tale, ultima creatura di Riot Forge, è un gioco davvero particolare nel suo genere. E’ un RPG rilassato, che non vuole travolgere il giocatore con l’azione, bensì lo immerge in un’atmosfera comoda, ironica e coloratissima.

E nonostante sia figlio del mondo di League Of Legends, il titolo si distacca dai grandi personaggi dell’universo di Riot, permettendo all’utente di costruire la propria storia con un eroe personalizzabile. Avremo a che fare con alcuni tra gli yordle più celebri, ma non saranno loro i protagonisti dell’avventura.

Ma non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere ed andiamo a conoscere meglio questo particolare gioco nella nostra recensione completa.

Recensione di Bandle Tale

La nostra storia

La trama di Bandle Tale non ci metterà, come detto in precedenza, nei panni di uno degli storici campioni di League Of Legends, ma ci darà la possibilità di plasmare il nostro piccolo yordle personale.

Attraverso un editor semplicissimo, infatti, avremo la possibilità di dare forma all’amico pelosetto dei nostri sogni. Una volta fatto questo, verremo catapultati in una storia non troppo complessa, ma ricca di colpi di scena e gestita alla perfezione.

Il nostro yordle avrà infatti un compito molto serio da svolgere: riparare i portali magici che collegano tutta Bandle City, distrutti dopo una festa con una dinamica poco chiara. Il personaggio che avrete in mano è uno yordle maglierista, capace d’incanalare la magia attraverso gli strumenti da cucito. Un’abilità piuttosto caratterizzante, che si ripercuote con forza anche sul gameplay. Nonostante questa missione importante, la storia narrata non si prende troppo sul serio.

Gli autori di Lazy Bear Games hanno voluto dare un tono molto leggero all’avventura, rendendola fruibile anche a quei giocatori che non sono avvezzi al mondo del MOBA di Riot Games. I fan di LoL avranno comunque pane per i loro denti, in quanto il gioco ci permetterà di conoscere più da vicino alcuni tra gli yordle più famosi di Runeterra (Tristana, Veigar, Corki ecc.).

Gameplay

Se la narrazione di Bandle Tale, punto forte della produzione, è rilassata e poco pretenziosa, lo stesso si può dire sul fronte del gameplay. Infatti ogni tipo di giocatore può affrontare il gioco senza alcuna difficoltà, vista l’assenza di combattimenti, puzzle o azione frenetica.

Il titolo di Lazy Bear Games si basa soltanto su alcune meccaniche che, per quanto ripetitive, risultano divertenti e soddisfacenti. Queste varieranno con il passare delle ore (ne servono circa 60 per completare tutto), permettendoci di sbloccare nuovi abilità per il nostro personaggio attraverso un albero ricco ma comunque classico per gli RPG. Possiamo comunque dire che il gameplay di Bandle Tale si può riassumere nell’ottenere determinati oggetti o specifici materiali in una zona. Le mappe non sono troppo vaste e si esplorano in fretta, pur essendo condite con diversi punti d’interesse, NPC e segreti da scovare.

L’avanzamento all’interno della storia è legato alle abilità che si potranno sbloccare tramite l’apposito albero di cui sopra, che però richiederanno di ripetere delle azioni di volta in volta. Questo rallenta non poco il ritmo del gameplay, per quanto salire di livello sia piuttosto facile.

Non proprio convincente è il sistema di movimento nello spazio (almeno con la tastiera), che spesso risulta essere un filino macchinoso e richiede una precisione non di poco conto nel combinare i tasti WASD per andare nella direzione giusta. Inoltre risulta essere poco chiara l’assegnazione dei compiti, che non permette di orientarsi bene tra le varie quest proposte.

La casa-zaino

Un elemento caratterizzante del gameplay di Bandle Tale è, senza ombra di dubbio, la casa-zaino di Ozzy. Questa sarà un’area completamente personalizzabile ed espandibile a proprio piacimento, permettendo al giocatore di creare un ambiente fatto su misura. Inoltre, al suo interno, saranno presenti dei particolari tappeti magici che daranno accesso ad una serie di funzioni uniche: dalla cucina, al mercato alle vere e proprie feste.

Feste che sono il vero cuore pulsante della creatura di Lazy Bear Games, e sono il fiore all’occhiello della casa-zaino. Questi party per yordle dovranno essere personalizzati ogni volta con attrazioni differenti, a seconda del tipo di festa che vogliamo organizzare. Importante anche la scelta della musica e della luce dell’ambiente, che dovrà per forza essere diversa per attrarre un pubblico mai uguale.

Una variante nel gameplay utile per spezzare la monotonia, che però è anche utile all’avanzamento della storia. Infatti le feste permetteranno di ottenere felicità liquida, che servirà per creare il filoportale, materiale indispensabile per ripristinare quei collegamenti tra le isole distrutti all’inizio della storia.

Conclusioni

Bandle Tale è un gioco diverso, che si distacca da quanto visto fino ad ora con i titolo di Riot Forge. E’ un titolo utile per evadere dai ritmi folli dei videogiochi moderni, un posto comodo dove rilassarsi e godersi un po’ di tranquillità con gli adorabili yordle.

Per quanto l’intento di Lazy Bear Games sia coraggiosa ed apprezzabile, è chiaro che Bandle Tale non sia adatto a tutti. Il gameplay privo di combattimenti ed azione potrebbe risultare monotono e ripetitivo (ed in parte lo è), anche se si lascia giocare senza troppe pretese. Un’avventura a cui dare almeno una chance, almeno per conoscere più da vicino il misterioso mondo degli yordle.

VOTO: 7

Videogiochi per San Valentino: 10 proposte per una serata Gaming

Videogiochi per San Valentino: 10 proposte per una serata Gaming

Profilo di Gosoap
13/02/2024 12:26 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

San Valentino e Videogiochi – Alla vigilia del giorno più romantico dell’anno, sappiamo perfettamente che non avete ancora pensato a nulla da fare.

Nel caso la vostra dolce metà sia un giocatore o una giocatrice appassionato/a almeno quanto voi, potreste pensare di organizzare un appuntamento atipico, solo voi, qualche snack ed i vostri videogiochi preferiti.

Tuttavia, districarsi tra i tanti titoli disponibili potrebbe non essere semplice. Per questo abbiamo creato questa guida nella speranza di aiutarvi a trovare il gioco perfetto per la vostra serata romantica.

TOP 10 Videogiochi San Valentino

  • It Takes Two: un titolo CO-OP che si presenta da solo grazie alle innumerevoli recensioni positive che in questi anni lo hanno elogiato. La storia di due genitori in cerca di redenzione saprà scaldarvi il cuore ed avvicinarvi ancora di più;

  • Overcooked! 2: Un gioco divertente per passare diverse ore di risate insieme alla vostra dolce metà – a patto che riusciate a mantenere la calma, ovviamente;

  • The Timeless Child: Un titolo decisamente dai toni più “dark” rispetto ai precedenti che tuttavia riesce pienamente nell’intento di mettervi in sintonia;

  • The Past Within: Un’altra avventura misteriosa che affonda le radici tra alchimia e salti temporali, riuscirete a riportare il passato nel futuro e viceversa?

  • We Were Here (Saga): la saga di We Were Here, culminata a fine 2023 con l’uscita di “The Friendship” (free-to-play), è sicuramente la sfida più seria che – “videoludicamente” parlando – la vostra relazione affronterà. Separati da subito dovrete aiutarvi a vicenda per risolvere una serie di complessi enigmi;

  • Cuphead: se tu e la tua dolce metà siete amanti delle sfide, CUPHEAD è decisamente il gioco che fa per voi – preparatevi ad ore di sfide apparentemente impossibili che richiederanno gioco di squadra e astuzia;

MENZIONI D’ONORE:

  • Lovers in a Dangerous Spacetime;
  • Unravel Two;
  • Tools Up!;
  • Keep Talking and Nobody Explodes;
  • A Way Out.

Che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Scommesse ippiche online: tutto quello che c’è da sapere

Scommesse ippiche online: tutto quello che c’è da sapere

Profilo di Stak
13/02/2024 08:00 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Se il mondo delle scommesse ti affascina, sicuramente non puoi perderti l’esperienza delle scommesse sui cavalli. Si tratta di un’esperienza adrenalinica ed appassionante, che qualsiasi amante del gioco d’azzardo dovrebbe provare almeno una volta; trovare i cavalli più veloci è diventato importante anche per i videogiocatori, in un certo senso. Se sei alle prime armi e non sai da dove iniziare, sei nel posto giusto: in questa guida vedremo le basi per cominciare a scommettere e divertirti, passo dopo passo. Nel giro di pochi minuti, sarai pronto a fare le tue prime puntate!

Scegli i migliori bookmaker online per un’esperienza al top

Il primo, fondamentale passaggio è la scelta della piattaforma su cui intendi giocare. Al giorno d’oggi, ci sono moltissimi siti per le scommesse ippiche online, che permettono di fare puntate e di divertirsi proprio come se fossi in una vera sala da gioco dalla comodità di casa tua; tuttavia, è molto importante rivolgersi a siti affidabili, che ti permettano di divertirti in totale sicurezza, senza compromettere i tuoi dati e la tua privacy. Proprio per questo è una buona idea informarti su quali sono i migliori bookmakers per scommesse sui cavalli attualmente in circolazione: questo ti permetterà di avere un’esperienza di gioco tranquilla e rilassata, e potrai concentrarti sulle cose più importanti, vale a dire il divertimento e l’adrenalina del gioco, senza altre preoccupazioni!
Non dimenticarti, inoltre, di monitorare sempre la presenza di bonus e promozioni. Spesso, infatti, vengono proposti degli incentivi per le scommesse, come bonus di benvenuto, bonus di ricarica, cashback e altro ancora. Utilizzare al meglio queste offerte ti permetterà non solo di risparmiare, ma anche di aumentare le tue possibilità di vincita, rendendo l’esperienza ancora più emozionante e gratificante.

Impara a conoscere le tipologie di scommessa

Se non hai mai piazzato delle scommesse ippiche, devi sapere che esistono diverse tipologie di puntate che puoi fare. Conoscere tutte le opzioni è fondamentale: solo così potrai fare una scelta consapevole, scegliendo se ambire a vincite più alte ed eccitanti, ma anche più rischiose, o accontentarti di somme più contenute ma più facili da raggiungere.
In termini tecnici, ad ogni puntata corrispondono delle possibilità di vincita (“odds” in inglese) e delle ricompense (“payouts” in inglese): più basse sono le possibilità di vincita e più è alta la ricompensa, e viceversa. I bookmakers riportano questi dati in modo chiaro, per farti scegliere con trasparenza l’opzione di gioco che preferisci.
Vediamo quindi nel dettaglio alcune delle alternative più popolari.

Vincente

La scommessa “vincente” è probabilmente quella più conosciuta: semplicemente, devi indovinare il cavallo che taglierà per primo il traguardo. Non è semplice determinare quale cavallo vincerà la corsa, ma questa puntata ti consente di ambire a premi interessanti, rendendo il gioco molto più divertente.

Piazzato

Nel caso della scommessa “piazzato”, stai scommettendo sull’arrivo del cavallo nei primi posti; sono disponibili diverse varianti di questa opzione, in base al numero di cavalli partecipanti. In “piazzato a 2” scommetti sull’arrivo del tuo cavallo nelle prime due posizioni, in “piazzato a 3” scommetti sul suo arrivo nelle prime tre, e così via. Ovviamente, vincere in questo modo è più semplice, ma le ricompense sono anche minori.

Altre combinazioni

Le due tipologie di scommesse che abbiamo visto sono indubbiamente le più popolari, ma esistono anche altre opzioni che puoi valutare. Ad esempio, esistono varie tipologie  di scommessa che riguardano l’ordine di arrivo di due o più dei cavalli coinvolti nella corsa; chiaramente, più cercherai di essere preciso nelle tue previsioni e più sarà difficile vincere, ma il brivido del gioco aumenterà.

Scegli il cavallo giusto

Un aspetto fondamentale per una scommessa oculata è conoscere il cavallo su cui vuoi puntare. Oggi come oggi, è molto facile reperire in rete informazioni sulle sue prestazioni passate, recenti e non. In questo modo, potrai capire qual è la forma attuale del cavallo, quali sono le sue condizioni fisiche e mentali, come si comporta in un certo tipo di situazione (considerando ad esempio fattori come le condizioni metereologiche o il luogo in cui si disputa la gara).
Quando scegli il cavallo su cui puntare, non dimenticarti che anche il fantino gioca un ruolo molto importante. Proprio come per il cavallo, puoi cercare informazioni sui fantini in rete, in modo da scoprire quali sono i livelli di abilità di ciascun atleta coinvolto nella gara. La combinazione tra un buon fantino e un ottimo cavallo è fondamentale, e sebbene la fortuna giochi sempre un ruolo cruciale in queste gare, capire qual è la migliore accoppiata cavallo-fantino ti consentirà di avere un vantaggio non indifferente!

Usa strategie di scommessa efficaci

L’ultimo consiglio che vogliamo darti prima di iniziare la tua avventura è quello di utilizzare strategie di scommessa efficaci. Ci sono diversi approcci che puoi tentare: ad esempio, puoi decidere di effettuare scommesse multiple su una singola corsa, correndo un maggiore rischio ma puntando anche a vincite decisamente più alte; in alternativa, puoi scommettere cifre minori distribuite su più gare, in modo da rischiare meno e divertirti più a lungo.
In ogni caso, cerca di fissare un tetto massimo per il tuo budget e fai le tue puntate senza sforarlo. Questo è il modo migliore per giocare responsabilmente, provando le emozioni e il brivido del gioco senza preoccupazioni.

Conclusione: divertiti con le scommesse ippiche!

Abbiamo visto i punti chiave per iniziare la tua avventura nel mondo delle scommesse ippiche. Come hai potuto vedere, i passaggi per iniziare sono davvero pochi e molto semplici: nel giro di pochi minuti, hai già appreso tutte le basi necessarie per iniziare a divertirti con questo tipo di puntate. Ci sono ancora molte cose che potrai apprendere, e con il passare del tempo imparerai a prendere confidenza con tutti i meccanismi di gioco più avanzati.
Per adesso, puoi sentirti finalmente pronto per fare le tue prime scommesse e provare le emozioni del gioco d’azzardo sulla tua pelle: scegli il tuo cavallo preferito, seguendo i nostri consigli, e comincia la tua avventura insieme a lui!