Milan Games Week & Cartoomics 2022: svelato il programma

Milan Games Week & Cartoomics 2022: svelato il programma

Profilo di Rios
20 Settembre 2022 13:02 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Milan Games Week & Cartoomics è un evento in crescita esponenziale e in continua evoluzione tanto che quest’anno, oltre a un programma sempre più ricco e coinvolgente, per la prima volta in assoluto occuperà ben 4 padiglioni di Fiera Milano Rho.

Un’estensione degli spazi che permetterà agli organizzatori di rappresentare appieno le diverse anime della manifestazione come mai accaduto prima, andando incontro agli sfaccettati interessi del vasto pubblico che popola solitamente l’evento. Un passo in avanti davvero ambizioso, pronto a stupire tutti coloro che si recheranno alla fiera.

Ma andiamo a vedere tutti gli eventi previsti e gli ospiti che si alterneranno durante queste giornate, capaci di far alzare l’hype in maniera spasmodica.

Milan Games Week & Cartoomics 2022

Il padiglione Esportshow

Gli appassionati di gaming competitivo troveranno pane per i loro denti nel padiglione Esportshow. La casa dei migliori tornei a livello nazionale con le ormai celebri competizioni su League of Legends, Rocket League e Fortnite firmate PG Esports, il tournament organizer numero uno in Italia.

Non mancherà, poi, ProGaming Italia, azienda leader da oltre 20 anni nell’organizzazione di eventi dedicati all’esport che ritorna sul palco di Milan Games Week & Cartoomics con l’Esport Arena, ricca di novità per tutti gli appassionati del settore, player e community compresi.

Il padiglione Esportshow ospiterà, oltre ai più importanti team in circolazione, anche l’area Indie Dungeon. Un’area creata in collaborazione con IIDEA, che darà anche molto spazio all’industria del gaming italiana ospitando numerosi studi di sviluppo emergenti in un’area dedicata. 

Il padiglione del gaming

Un intero padiglione sarà dedicato al gaming. Un paradiso per tutti i videogiocatori che desiderano provare i giochi novità e più seguiti del momento. All’interno della Gaming Zone Powered by GameStop, infatti, saranno tantissime le postazioni per testare liberamente le uscite più recenti. Oltre al megastore con offerte esclusive per i giorni della fiera e l’immancabile sala streaming di GameStop TV.

Al centro, l’immancabile Main Stage con protagonista Radio 105, Radio Ufficiale della manifestazione. Quest’anno porterà sul palco la grande musica live con La Rappresentante di Lista (25 novembre), Rocco Hunt (26 novembre) e 13Pietro (27 novembre). Ma non solo: il palco principale, infatti, sarà la casa di ospiti internazionali davvero eccezionali come l’attore e doppiatore Troy Baker, l’icona della gaming industry Andrea Pessino, il celebre compositore Austin Wintory e Tom Hopper, volto di serie cult come Umbrella Academy, Game of Thrones e Black Sails, oltre a ospitare tantissime sessioni di gameplay e momenti dedicati all’enorme community.

Per la prima volta, inoltre, per festeggiare il Black Friday, venerdì 25 novembre le porte di Fiera Milano saranno aperte fino alle 23:00 per la Black Friday Night, con un programma ad hoc ricco di appuntamenti, contenuti speciali e tantissimi show da non perdere.  YouTube, exclusive live-streaming partner dell’evento, trasmetterà in diretta gli show che animeranno il palco centrale per i tre giorni dell’evento.

Gli influencer presenti

Un momento imperdibile sarà la puntata speciale – dal vivo e in esclusiva – del Pub dell’Amico. Format storico del noto Dario Moccia, che, proprio la sera del venerdì coinvolgerà il pubblico con battute, curiosità, aneddoti e tantissimi ospiti. Il padiglione Gaming vedrà protagonisti anche tutti i più noti creator, youtuber, streamer e influencer come Cydonia, Kurolily e moltissimi altri. Non mancherà, come da tradizione, lo stand di Monster Energy, che ospiterà talent seguitissimi come Pow3r, Edoardo Tamagni e gli Arcade Boyz, per tre giorni all’insegna del gaming allo stato puro!

Fumetti e cultura pop

Ovviamente, non mancherà lo spazio dedicato al mondo dei fumetti, dei giochi e del cosplay con ben 2 padiglioni dedicati. In particolare, Electric Town sarà il punto di riferimento per gli amanti di comicsmanga giochi da tavolo, anche grazie al supporto di eBay, Main Digital Partner della manifestazione, che ospiterà sul palco di casa eBay diversi momenti dedicati ai fan del collezionismo a tutto tondo con tornei di carte, panel e incontri per tutti i gusti, il tutto in un’area piena di oggetti da collezione e divertimento.  

Ampio spazio anche al Gioco di Carte Collezionabili Pokémon con masterclass con il proplayer iCaterpie e tante novità con Federic95ita e ai giochi di ruolo dal vivo con la crew Inntale.

Altra grande e attesissima Special Guest sarà Humberto Ramos. Acclamato artista Marvel e DC Comics assai apprezzato in tutto il mondo per la vena creativa con cui ha saputo reinventare il mondo dei supereroi. In particolare, Ramos sarà presente in qualità di autore di alcune delle più belle storie di Spider-Man, personaggio a cui ha regalato una personalissima interpretazione grafica lavorando alle collane “Spectacular Spider-Man”, “The Amazing Spider-Man e “The Superior Spider-Man“. Insomma, una grande matita internazionale per festeggiare con i tantissimi fan e con tantissime iniziative i 60 anni di Spider-Man.

I grandi nomi dell’editoria

Come di consueto, saranno presenti i grandi nomi dell’editoria e non solo: Sergio Bonelli, JPop, Edizioni BD, Star Comics, MangaYo, Saldapress, Astorina con la mostra dedicata a Diabolik, Tunuè, il Castoro, Poliniani Editore, Shockdom, Funko, Disneyland Paris e molti altri, che presenteranno le novità più esclusive all’appassionato pubblico di Milan Games Week & Cartoomics 2022.

L’Electric Town ospiterà anche vaste aree da gioco dedicate ai migliori giochi da tavolo e di ruolo di sempre come Magic: The Gathering, Dungeons & Dragons, Heroquest o Betrayal at House on the Hill, forte della presenza dei produttori e dei distributori di riferimento per l’Italia come Hasbro Gaming con Legacy, Games Academy, Ravensburger, Taverna del Gargoyle e molti altri.

Il padiglione Studios

Il padiglione Studios, infine, ospiterà una “galassia vicina vicina”. Questa porterà il pubblico a diretto contatto con i principali gruppi e relative community dedicati a serie di enorme successo come Star Wars, Assassin’s Creed, Avengers, Star Trek, Resident Evil e tante altre.

Presenza immancabile i gruppi di costuming Star Wars: la 501st Italica Garrison, la Rebel Legion Italian Base, l’Ori’Cetar Clan e la Saber Guild, con i piccoli della Galactic Academy. Animeranno per tre giorni uno spazio ancora più grande dedicato all’epica saga stellare più amata di tutti i tempi con i loro magnifici costumi, repliche perfette di quelli usati sui set dei film o creati per videogames e serie animate.

Ribelli, imperiali e mandaloriani si muovono su un vero e proprio set allestito dall’Associazione Galaxy. Con un camminatore AT-ST in scala reale sotto lo sguardo severo dell’onnipossente Jabba The Hutt, che dal trono che sovrintende alla sua corte di alieni controlla il popoloso mercato di Tatooine. Il tutto tra un selfie con Darth Vader, una lezione di spada laser e una foto con Chewbecca.

Anche il gruppo cosplay Order 66, altro tributo a Star Wars, tornerà in fiera con una simpatica ambientazione a tema Tatooine, il pianeta deserto da cui tutto ha inizio. Anche Empisa, una delle community più numerose d’Italia dedicata a Star Wars, sarà presente con numerose iniziative dedicate a grandi e piccini.

Torneo nazionale di spada laser

E per chi volesse assistere, e perché no iscriversi, al torneo nazionale di spada laser, i maestri di Jedi Generation terranno spettacolari dimostrazioni. I fan di Star Wars se la dovranno vedere con quelli altrettanto numerosi e agguerriti di Star Trek, altra serie fantascientifica di grande successo. Italian Klinzha Society allestirà infatti uno spazio tematico tutto dedicato al glorioso popolo Klingon. Con figuranti in costume, scenografie ad hoc, riproduzioni di oggetti di scena e giochi da tavolo (Klinzha) sempre a disposizione del pubblico. Oltre ai minacciosi Klingon, non mancherà la presenza costante e attesissima: STIC (Star Trek Italian Club) e Star Fleet 39.

Apocalisse zombie

Chi spera in un’imminente apocalisse zombie, non dovrà far altro che visitare l’area a tema Resident Evil. Questa sarà allestita dall’Umbrella Italian Division, l’associazione italiana di reenactment a tema, forte del suo imponente avamposto militare. Oltre ai celebri live show durante i quali vengono messe in scena le battaglie con gli zombie, quest’anno il gruppo farà a tutti grandi sorprese. A cominciare da una scenografia tutta nuova. E non finisce qui. Verrà persino organizzato un gioco interattivo e sarà disponibile un’area horror completamente visitabile.

Avengers

Volare con Iron Man, radunare gli Avengers con Captain America, dondolare tra i palazzi con Spider-Man: tutto è possibile alla Avengers Academy, l’area allestita e animata dall’associazione Marvel Avengers Team Italia, il punto di riferimento per i milioni di fan che vogliono unirsi agli Avengers e salvare insieme il pianeta.

La novità di quest’anno sarà il Meet & Greet con la possibilità di incontrare, intervistare, filmare e farsi fotografare con i propri eroi. Un’ora intera da passare con i personaggi più amati e con i costumi più belli in assoluto, i migliori in circolazione.

L’area espositiva sarà arricchita da riproduzioni di oggetti utilizzati nei film e nelle serie tv Marvel. Dal martello di Thor al casco di Iron Man. Ospiti dell’area saranno due voci autorevoli del MCU come Gabriele Sabatini ed Edoardo Stoppacciaro, doppiatori di Moon Knight e Ikaris

Assassin’s creed

Come se non bastasse, Assassin’s Creed Cosplay Italia – con costumi riprodotti nei minimi dettagli – porta in fiera un must che, partendo da un videogame di successo planetario, con il suo affascinante mix di storia e azione ha conquistato l’immaginario di un pubblico vastissimo.

In una galassia tanto vasta non può certo mancare l’immaginario fantasy con il Fantasy Village allestito dall’associazione La Fortezza. Varcata la soglia di un vero e proprio castello, il visitatore si trova catapultato in una realtà ricca di eroi d’altri tempi ed eventi di alto coinvolgimento. 

Oltre a spettacoli ispirati al classico stile “cappa e spada”, danze ed esibizioni a tema medioevale, si potrà partecipare in prima persona a giochi attinenti al mondo del larp come il famoso dungeon, a tornei di spada o ci si potrà accomodare in taverna per epiche sfide con gli Historical Games: Gioca con la Storia. Gli ospiti della Fortezza potranno inoltre assistere a un epico concerto di musica vichinga a cura de Ragnarök Duo. Oppure visitare la mostra a cura di Fabio Porfidia, illustratore di giochi di grande successo.

Visto il successo, torna “THE WALL“. Un enorme pannello su cui tutti gli illustratori presenti in manifestazione saranno invitati a “lasciare un segno del proprio passaggio” in linea con il tema della manifestazione, The New World. Grande novità di quest’anno: la sera di venerdì 25, Piazza della Fortezza si trasformerà in taverna ospitando una cena in gioco a tema medievale (su prenotazione). 

Lego

Per gli appassionati dei mattoncini più famosi al mondo, da non perdere il grande stand espositivo con creazioni Lego dedicate alla fantascienza, allestito da BRICKOOMICS by AFDL.it. Presso lo stand Space Srt, grazie all’artista Franco Brambilla, sarà possibile ammirare numerosi disegni e lavori legati al mondo della fantascienza, comprese copertine della collana Urania.

Date e biglietti della Milan Games Week e Cartoomics 2022

Insomma, l’attesa per l’imperdibile appuntamento con Milan Games Week & Cartoomics 2022, fissato dal 25 al 27 novembre 2022 a Fiera Milano Rho, è alle stelle. E le sorprese che attendono i visitatori non sono ancora finite: con ben 4 padiglioni dedicati ce ne sarà davvero per tutti i gusti!

Evento organizzato da Fiera Milano in collaborazione con Fandango Club Creators. I biglietti sono già disponibili su milangamesweek.it e cartoomics.it

Il principe dell’Arabia Saudita Bin Salman investe nei VIDEOGIOCHI, ∼50 MILIARDI pronti sul tavolo

Il principe dell’Arabia Saudita Bin Salman investe nei VIDEOGIOCHI, ∼50 MILIARDI pronti sul tavolo

Profilo di Gosoap
1 Ottobre 2022 15:49 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Arabia Saudita & videogiochi, l’idea di Bin Salman – Dopo aver ottenuto lo strapotere economico, i sultani arabi si sono dimostrati abili investitori nei mercati esteri, dove i loro soldi si riversano senza apparente sosta.

Esempio lampante il mondo dello sport – ed in particolare calcistico – dove gli investimenti provenienti dagli Emirati hanno prodotto un vero e proprio innalzamento generalizzato del valore monetario dei singoli giocatori.

Il principe saudita Mohammad bin Salman, tuttavia, non sembra intenzionato a limitarsi al mondo dello sport ed infatti ha annunciato pubblicamente di essere seriamente interessato anche al mondo dei videogiochi.

Arabia saudita e videogiochi, cifre record per gli investimenti di Bin Salman – anche in europa

A muovere questa enorme operazione, secondo i rapporti, saranno i dirigenti del Savvy Games Group – organizzazione sotto il controllo diretto della “corona”.

Il gruppo si sarebbe dato il chiaro obiettivo di diventare un punto di riferimento importante per l’industria dei videogiochi, soprattutto al di fuori degli ambienti dell’Arabia Saudita.

Stando alle prime indiscrezioni sulla faccenda la Savvy avrebbe già destinato alcuni fondi per gli investimenti ad alcuni punti chiave del settore, come ad esempio le società maggiori (Ubisoft, Activision Blizzard, Bethesda…), per le quali verranno investiti circa 20 miliardi di euro. Ovviamente per acquistare delle quote societarie.

13 miliardi di euro verranno invece destinati all’acquisto di un editor vero e proprio, una cifra chiaramente irrisoria per il mercato attuale (ricordiamo che Acti. Blizz. è stata venduta per la mostruosa cifra di 70 MILIARDI), ma che se investita in progetti con prospettive ampie potrebbe pagare bene.

Oltre a questi, altri 22 miliardi circa verranno investiti nella promozione e lo sviluppo di un ambiente molto più avanzato che possa fare da contenitore per tutti i tipi di competizione esportiva da qui al 2030.

In un comunicato è stato infatti lo stesso Bin Salman a sottolineare questa data come limite entro il quale l’Arabia Saudita sarà già diventata il principale HUB esportivo del mondo.

Insomma, che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta sui nostri canali social!

Articoli Correlati:

 

STADIA chiude definitivamente: “non ha ottenuto la popolarità che ci aspettavamo”

STADIA chiude definitivamente: “non ha ottenuto la popolarità che ci aspettavamo”

Profilo di VinCesare
29 Settembre 2022 19:56 di Vincenzo "VinCesare" De Cesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, Google ha scosso tutto il mondo del gaming annunciando il destino della sua piattaforma Stadia. La tecnologia di cloud streaming purtroppo non ha un futuro davanti e l’azienda ha preso una decisione drastica.

Google, infatti, con un blog post, ha comunicato al mondo che cesserà gradualmente e definitivamente i servizi di Stadia. Nel breve quanto importante comunicato, Google spiega la situazione e il futuro del team, oltre che le future mosse.

Non ha ottenuto la popolarità che ci aspettavamo“, così Phil Harrison, Presidente e Direttore Generale di Google, ha spiegato le motivazioni dietro questa progressiva chiusura dei servizi. Chiusura che avverrà definitivamente il 18 Gennaio 2023, permettendo le ultime sessioni di gioco agli utenti.

Proprio i giocatori riceveranno nei mesi rimborsi per tutti gli hardware Stadia acquistati sul Google Store e per i giochi e i DLC della piattaforma comprati sullo Stadia Store. Si immagina che la maggior parte dei rimborsi possano risolversi per la metà di Gennaio 2023.

Questo “passo falso”, però, non metterà la parola fine alle future mosse di Google nel mondo del gaming: tutta la tecnologia utilizzata per Stadia, infatti, verrà dirottata su altri servizi come Youtube, Google Play e Augmented Reality (AR).

Gli stessi team che hanno lavorato nei mesi su Stadia verranno spostati su altri progetti del settore per continuare la loro passione e dare ancora il loro fondamentale contributo al gaming.

Purtroppo è sempre triste sapere di un progetto o una piattaforma che non continuerà ad arricchire il panorama videoludico, ma anche questo fa parte del settore.

Che ne pensate di questa scelta?

Articoli Correlati:
GTA 6: l’HACKER che ha ricattato Rockstar è stato ARRESTATO ed ha solo 17 anni

GTA 6: l’HACKER che ha ricattato Rockstar è stato ARRESTATO ed ha solo 17 anni

Profilo di Gosoap
24 Settembre 2022 12:31 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

A seguito di una serie di intercettazioni, screenshot e messaggi intimidatori nei confronti di Rockstar Games, la polizia di Londra ha in queste ore arrestato un giovanissimo ragazzo, identificato come l’HACKER di GTA 6.

I nostri lettori più fedeli ricorderanno sicuramente quanto accaduto Domenica scorsa, quando una serie di circa 90 file riguardanti il prossimo lancio di GTA 6 sul mercato, tra video ed immagini, erano stati pubblicati da un HACKER.

A seguito di quelle pubblicazioni, il giovane aveva poi provveduto a contattare la stessa casa produttrice, minacciando di pubblicare anche il codice sorgente del titolo se non avessero ceduto alle sue richieste.

L’hacker di GTA 6 in custodia della polizia, come ha fatto ad essere arrestato?

La questione aveva da subito generato un vero e proprio polverone mediatico, che aveva portato ad esempio moltissimi a questionarsi sull’effettivo livello della cyber-sicurezza all’interno di alcuni ambienti online. Il comunicato di questa notte, tuttavia, sembrerebbe aver calmato un po’ gli animi.

“Durante la sera del 22 settembre la Polizia di Londra ha arrestato un diciassettenne dell’Oxfordshire sospettato di hacking, in una retata parte di un’investigazione supportata dalla National Cyber Crime Unit (NCCU). Per ora rimarrà sotto custodia da parte della polizia.”

L’hacker arrestato e quello di GTA 6 sono la stessa persona?

Nonostante dunque la polizia non abbia fatto menzione della partecipazione di Rockstar nell’investigazione che ha portato all’arresto del ragazzo, a fornire maggiori dettagli è stato l’affidabile reporter Matthew Keys, caposaldo del giornalismo d’inchiesta per quello che riguarda i settori ‘tech’ e ‘geek’.

Secondo il suo accurato reportage, pubblicato su thedesk.net, a questa “caccia all’uomo” avrebbe partecipato anche l’FBI.

Grazie alla collaborazione tra il Bureau statunitense e la polizia londinese i tecnici investigativi sarebbero riusciti a risalire all’HACKER di GTA 6, scoprendo la sua identità e fornendo anche le prove dell’esistenza di un gruppo organizzato di cui il ragazzo faceva parte, denominato Lapsus$ e già accusato di vari cyber-crimini ai danni di Microsoft, Samsung ed Nvidia – tra i nomi più famosi.

Un comunicato stampa da parte dei due organi era atteso per questo pomeriggio, ma fonti affidabili parlano di una data ancora da destinarsi per il comunicato. Che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta sui nostri canali social!

Articoli Correlati: