Epic a muso duro contro i Data Miner

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Fin da quando Fortnite è stato lanciato per Epic Games è sempre stata molto problematica la gestione dei leak e la loro diffusione nella rete da parte dei data miners.
Il lavoro dei Data Miner è sostanzialmente quello di setacciare il codice del gioco alla ricerca dei nuovi file non ancora annunciati ufficialmente, e di mostrarli al grande pubblico andando a rompere le “uova nel paniere” delle case sviluppatrici.
Le software house hanno sempre combattuto la diffusione anticipata di informazioni ancora non pubbliche, e sembra che Epic Games abbia ulteriormente alzato il tiro nella battaglia contro i data miners di Fortnite.

Pare infatti che Epic abbia avuto un nuovo scambio di mail tramite alcuni suoi rappresentanti, con i principali data miners del mondo; stando a quanto riportato da alcuni dei diretti interessati, sembra che i leakers siano stati avvisati di rimuovere entro 48 ore tutti i contenuti “leakati” e pubblicati di Fortnite altrimenti saranno citati in giudizio da Epic per aver violato i diritti di proprietà intellettuale.

Anche se in passato le mosse di Epic per arginare questo fenomeno non sembravano aver sortito alcun effetto, in questo caso sono stati diversi i soggetti che hanno fatto un passo indietro davanti all’inasprimento di Epic come Cross Leaks o FNBRLeaks che hanno già annunciato che non proseguiranno con la pubblicazione dei video dei leak su You Tube.


Epic a muso duro contro i Data Miner
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701