FIFA eClub World Cup 2020: trionfano i Complexity

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Fonte immagine copertina: Twitter As ROMA

Durante la tarda serata di ieri si è concluso il FIFA eClub World Cup 2020 andato in scena a Milano presso gli East End Studios. Tra le partecipanti vi erano anche 3 squadre della scena italiana, ovvero i MKERS, il Team QLASH e l’AS ROMA con la sua divisione dedicata agli esports.

Queste squadre si sono presentate ai nastri di partenza con dei giocatori di altissimo livello…i giallorossi hanno infatti schierato la coppia formata da Damie e SpiderKong mentre i QLASH hanno partecipato con Crazy e DrNightWatch, ed i MKERS con il celebre IcePrinsipe e Ribera Ribell. 

Delle tre, la prima ad essere stata esclusa dalla competizione è stata la compagine del Team QLASH guidata da Crazy e DrNightWatch, eliminati nella fase a gruppi e fuori dalla Top16 dei playoff. La coppia si ferma infatti a 11 punti chiudendo in ultima posizione nel gruppo C staccata di un abisso dalle squadre di testa…un’avventura certamente amara per i QLASH che speriamo posano presto riorganizzarsi per tentare un nuovo assalto al titolo.

L’avventura di IcePrinsipe e Ribera Ribell va un pochino meglio con il team MKERS che è riuscito a strappare la quarta posizione nel gruppo D qualificandosi alla fase playoff. Alla prima sfida ad eliminazione diretta i MKERS si sono però ritrovati immediatamente contro i Complexity, team che poi andrà a vincere il torneo finale, e che sconfiggerà IcePrinsipe e Ribera Ribell sia nella sfida 1Vs1 sia in quella a squadre ottenendo uno score contro il team italiano di 6-0.

In merito all’eliminazione agli ottavi, è intervenuto anche Thomas De Gasperi, presidente MKERS, che ha voluto salutare questo risultato con tanto entusiasmo ed ottimismo per il futuro: “Questo rappresenta per noi motivo di grande orgoglio, a dimostrazione del fatto che anche in Italia si può competere ad altissimi livelli senza dover necessariamente andare a cercare giocatori all’estero, ma lavorando insieme ai nostri ragazzi e supportandoli in un percorso di crescita”.

Sfiora di un soffio la finale per il primo posto (e probabilmente anche la vittoria del torneo) la ROMA Esports, che dopo aver praticamente dominato insieme ai Fnatic il gruppo C (chiuso con 29 punti, il punteggio più elevato dopo quello raggiunto dai Fnatic in tutta la fase a gruppi) si ritrova in semifinale contro il team Complexity.

Dopo una sfida molto equilibrata, finita con uno zero a zero in gara 1 (dove probabilmente la Roma meritava qualcosina in più) ed un secco uno a zero nella gara successiva, la Roma si vede purtroppo costretta a salutare il sogno di accedere in finale, che avrebbe anche potuto regalare alla formazione giallorossa il suo primo titolo in un mondiale per club esports.

In finale voleranno quindi gli statunitensi Joksan e MaxeVip, che riusciranno a sconfiggere con meno problemi (rispetto a quelli avuti con la Roma) gli avversari degli Ellevens portando a casa il secondo titolo mondiale vinto nello stesso fine settimana (contemporaneamente al torneo di Fifa, veniva vinto il primo titolo mondiale su World of Warcraft insieme alla gilda Limit).

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701