Asmongold, lo streamer multimilionario che vuole restare umile: ‘Non voglio più fare soldi con Twitch’

Asmongold, lo streamer multimilionario che vuole restare umile: ‘Non voglio più fare soldi con Twitch’

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

La stella di Twitch, nonché leggendario giocatore di MMO (in particolare World of Warcraft) ‘Asmongold’ ha recentemente rivelato non solo di aver fatto nel corso della sua carriera molti più soldi di quanti se ne sarebbe mai aspettati, ma anche di non volerne fare di più, almeno per quanto riguarda Twitch.

Nonostante il successo che lo ha letteralmente portato ad essere una delle colonne portanti del panorama internazionale di Twitch, Asmongold ha sempre mantenuto uno stile di vita semplice ed umile, a differenza di altre star come xQc o Shroud, che invece sono soliti fare spese folli per case, automobili ed oggetti bizzarri (CLICCA QUI per l’articolo in merito).

Secondo molti membri della sua community è proprio questo lato umano che lo ha reso il grande personaggio che é, diventando anche punto di riferimento per tanti giovani che vorrebbero intraprendere il suo stesso tipo di percorso nella vita. Di seguito le sue parole nelle quali spiega al meglio il suo punto di vista sul denaro ricavato da Twitch.

Dal decesso della madre, Asmongold non é più ritornato sul suo canale principale, dedicando invece più tempo al suo canale Youtube ed al secondo canale ”zackrawrr” il quale, tra le altre cose non é ancora stato monetizzato. Interrogato dalla chat sul perché di questa iniziativa, Asmongold ha risposto:

”Streammo tanto su questo canale perché non mi sento pronto a tornare su quello principale, ma non voglio monetizzarlo. Non voglio fare niente del genere. La verità è che non mi piace parlare di soldi. Sono un multimilionario, ho fatto tanti soldi con lo streaming e sicuramente continuerò ad avere delle entrate. Possiedo un’azienda, ed ora, purtroppo, possiedo anche una casa.

Quindi sto bene ragazzi, non ho bisogno dei vostri soldi. Apprezzo le sub ogni volta che le trovo sul mio canale principale, ma non ho bisogno di soldi. Potrei anche sponsorizzare delle cose su questo secondo canale se volessi, magari solo per provare alcuni nuovi giochi a cui avevo già intenzione di giocare che non credo siano adatti al canale principale. Potrei fare un sacco di soldi ragazzi, ma non ne ho bisogno.”

Dopo queste parole che dimostrano come sia possibile rimanere con i piedi ben saldi a terra anche quando si possiede molto, Asmongold ha proseguito raccontando un po’ la sua vita di tutti i giorni, spiegando che come tutti ordini la pizza, sporadicamente vada al ristorante, e faccia in genere tutte le cose che fanno le persone comuni, evitando lussi sfrenati e follie economiche.

Anche riguardo il denaro, Asmongold dice di non esserne attratto, ed anzi ha dichiarato di aver investito quasi tutto quello che ha guadagnato, cosa che alla fine ha pagato, permettendogli di aprire anche un’azienda da cui ricava sì, una quantità di denaro sicuramente ingente, ma che continua ad investire per non rimanere legato al pensiero continuo dei soldi.

Il video in cui ne parla:

Insomma, cosa ne pensate delle sue dichiarazioni? Fareste la stessa cosa al suo posto? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra opinione con un commento qui sotto, oppure in community, accedendovi attraverso i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati:

Rebirth già rimossa da Warzone, ma i devs “almeno” SILENZIANO aerei e bombardamenti!


Il Signore degli Anelli – c’è l’accordo per ACQUISTARE il franchise, la cifra da pagare è MOSTRUOSA

Il Signore degli Anelli – c’è l’accordo per ACQUISTARE il franchise, la cifra da pagare è MOSTRUOSA

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Embracer Group, compagnia videoludica con sede in Svezia, secondo i report, sarebbe ormai sul punto di concludere la trattativa per ACQUISTARE l’intero franchise del Signore degli Anelli e Lo Hobbit.

Originariamente divisione della Saul Zaentz Company, a detenere i diritti di tutte le opere originate dal genio di J.R.R. Tolkien è ad oggi la compagnia nota con il nome di Middle-earth Enterprises.

L’azienda detiene tutti i diritti non solo sulle pellicole, ma anche su videogiochi, giochi da tavolo, tutto il merchandising, compresi parchi a tema e rivisitazioni teatrali. Nell’accordo, secondo le fonti, sarebbero presenti anche i diritti sulle opere letterarie, riguardo le quali tuttavia ci sarà da discutere con Tolkien Estate ed HarperCollins, le case di produzione delle opere che attualmente gestiscono i diritti.

Quanto costa l’intero franchise del Singore degli Anelli?

L’accordo, che alla compagnia svedese, almeno secondo le stime, potrebbe costare fino a 788.000.000 $, dovrebbe portare (come da annuncio) “significative opportunità di crescita all’interno di giochi per PC, console, dispositivi mobili e da tavolo”.

Ad annunciare la quasi-ufficialità della firma, è stato lo stesso amministratore di Embracer, che ha dichiarato: “Sono davvero entusiasta di avere Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, uno dei franchise fantasy più epici del mondo, nella famiglia Embracer. Apriremo più opportunità ”transmediali”, comprese sinergie all’interno del nostro gruppo globale.”

Embracer, stando a quanto trapelato dall’accordo, lascerebbe di fatto intatta la leadership di Middle-earth Enterprises, iniziando a lavorare con il gruppo operativo Embracer Freemode per promuovere opportunità di crescita e sinergie all’interno del Gruppo per continuare a costruire ed espandere un franchise che nonostante gli anni passano non tramonta mai.

Insomma, che ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:


IShowSpeed ARRESTATO dalla Polizia in diretta streaming: ennesimo caso di SWATTING

IShowSpeed ARRESTATO dalla Polizia in diretta streaming: ennesimo caso di SWATTING

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il noto youtuber IShowSpeed, il quale nome potrebbe non dirvi nulla, ma il quale volto in copertina non sarà sicuramente estraneo, è stato arrestato ed assaltato dalla polizia proprio mentre si trovava in diretta.

Per i meno esperti, IShowSpeed è un notissimo youtuber da oltre 10.000.000 di iscritti sul Tubo, divenuto particolarmente famoso negli ultimi mesi per la sua personalità… abbastanza controversa.

”Speed”, come lo hanno rinominato in community, è infatti diventato famoso, fondamentalmente per due motivi: la sua mancanza di autocontrollo e la sua mancanza di qualsiasi tipo di filtro verbale nei confronti, ad esempio, dei poveri malcapitati che giocano con lui.

IShowSpeed, assalto della SWAT in streaming

Continua dunque la wave dello ”SWATTING”, il fenomeno principalmente statunitense che coinvolge un numero di streamer sempre maggiore. Tra gli ultimi a ricevere attacchi di questo tipo, anche Adin Ross, che dopo aver confermato di aver parlato con Speed ed aver detto che stanno entrambi bene, non ha nascosto di avere un’enorme paura anche per i suoi colleghi.

Il fenomeno, come già detto in continua crescita, consiste fondamentalmente nello scoprire prima la posizione dell’abitazione di uno streamer o di un personaggio conosciuto, per poi fare una segnalazione anonima alla Polizia dove si dice che, ad esempio, in quella casa sono presenti degli esplosivi o delle persone rapite.

L’intervento della Polizia degli Stati Uniti avviene immediatamente, cogliendo spesso di sorpresa le vittime di questo fenomeno, anche proprio nel bel mezzo di una diretta streaming.

Qui in basso il video dell’accaduto.

IShowSpeed

Dopo il caso di ImperialHal e quello di Adin Ross, ora anche IShowSpeed è stato colpito da questa piaga. Quando finirà? Che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:


Casino e Slot presto a rischio BAN su Twitch? Regole molto più severe in arrivo

Casino e Slot presto a rischio BAN su Twitch? Regole molto più severe in arrivo

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Le numerose polemiche e lamentele intorno al mondo delle Slot e dei Casino streammati in diretta su Twitch sembrerebbero alla fine aver sortito l’effetto desiderato.

Secondo le ultime indiscrezioni, la piattaforma sarebbe ad oggi già al lavoro su una serie di regole molto severe da applicare a coloro i quali fanno del gioco d’azzardo il loro contenuto di punta.

Figure come quella di xQc a livello internazionale e di Jok3r e Marza a livello nostrano hanno dimostrato in diverse occasioni quanti soldi girino in questo settore, lasciando dietro alle loro dichiarazioni un alone di tristezza e squallore senza precedenti.

Twitch, Casino e Slot a rischio BAN? Ecco il report di Bloomberg

Secondo un recente reportage di Bloomberg, testata specializzata in inchieste ed indagini sul mondo del web, Twitch sarebbe attualmente già al lavoro su un sistema di regolamentazione molto più severa su Slot e Casino.

Riportiamo testualmente: ‘‘Twitch è attualmente nel mezzo di un’analisi approfondita degli effetti del gioco d’azzardo sugli spettatori delle dirette […] la piattaforma prende qualsiasi potenziale danno alle community estremamente seriamente.”

‘Twitch monitora già i contenuti di questo tipo da vicino per garantire che il nostro approccio riduca i potenziali danni alla nostra comunità globale e, come tale, ha tolto la possibilità agli streamer di condividere i ‘referral link’ ad alcuni siti web. Tuttavia, molti possono ancora aggirarlo con i messaggi di chat e altre vie traverse, come le pubblicità.”

Ovviamente il BAN assoluto per questi contenuti rimane la soluzione ideale secondo moltissimi utenti, ma per una decisione del genere ci sarà ancora da attendere. Cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: